Voto(4/5)
I pagamenti da remoto di SumUp permettono di elaborare transazioni a distanza.
SumUp permette agli esercenti di incassare a distanza inviando un link di pagamento via SMS, Whatsapp, Messenger, e-mail oppure mostrando un codice QR in negozio. Il servizio non ha costi fissi, si paga in base all’uso effettivo.
  • Pro: Facile da usare. Nessun canone mensile, solo una commissione sulle transazioni. I link di pagamento si possono inviare da app. Accetta tutte le carte principali.
  • Contro: L’attivazione è gratuita ma deve essere approvata da SumUp. Non traccia i link non pagati.
  • Scegli se: Cerchi un metodo semplice per accettare pagamenti a distanza.

Costi e commissioni

Non ci sono costi fissi, spese di attivazione né vincoli di tempo.

Si paga solo quando si usa: una commissione fissa pari al 2,50% del pagamento ricevuto a distanza. Non è richiesto un transato minimo mensile, dunque può essere usato anche in modo occasionale.

Costo
Canone mensileGRATIS
Vincolo di tempoNessuno
Commissione sulle transazioni2,5%
Accrediti sul contoGRATIS
RimborsoGratis entro 3 giorni dall’avvenuta transazione, dal 4° giorno 2,50%
Contestazione di addebito10 €

Gli accrediti vengono elaborati automaticamente in 1-3 giorni lavorativi sul conto corrente del commerciante.

I rimborsi parziali o totali sono gratuiti se sul conto SumUp sono presenti fondi sufficienti, in caso contrario sarà applicata la commissione del 2,50%.

Se un cliente contesta la transazione all’emittente della sua carta di credito (procedura di chargeback), all’esercente viene addebitata una commissione di 10 euro.

Richiesta di attivazione

Per usare i pagamenti da remoto si compila un modulo sul sito ufficiale di SumUp.

Saranno chieste informazioni sull’identità della persona e sul tipo di attività commerciale o professionale svolta; si dovrà poi indicare l’IBAN del proprio conto aziendale, professionale o personale (necessario per ricevere gli accrediti). È compatibile con qualsiasi conto corrente, non vi è necessità di aprirne uno nuovo.

La verifica potrebbe richiedere alcuni giorni, tuttavia si può già iniziare a ricevere pagamenti a distanza. In questo caso gli incassi restano nell’account SumUp finché il conto corrente non sarà verificato.

SumUp è usato principalmente per i pagamenti in negozio, tramite terminale POS, gli iscritti vengono dunque incoraggiati all’acquisto di un lettore di carte mobile.

I pagamenti da remoto non sono attivi fin dall’inizio. Per richiederne l’attivazione è necessario contattare l’assistenza, che provvederà ad inviare il modulo per la richiesta.

Deve essere fornita prova della presenza online dell’attività commerciale, ad esempio il link ad una pagina web che riporta informazioni sull’esercizio, oppure ad una pagina sui social network. Sono richiesti numero di iscrizione al Registro delle Imprese, reddito annuo della società ed altri eventuali documenti per la verifica dell’idoneità.

Dopo aver compilato il modulo si dovrà attendere alcuni giorni per l’approvazione.

Non tutte gli esercizi commerciali sono in possesso dei requisiti per accedere ai pagamenti a distanza di SumUp. Tra le attività non accettate vi sono i rivenditori di alcool, tabacco, sigarette elettroniche, farmaci, prodotti illegali, servizi finanziari.

Link di pagamento

I link di pagamento vengono inviati direttamente dall’app SumUp. Può essere scaricata su App Store per dispositivi Apple o su Google Play per dispositivi Android, sia su smartphone che su tablet.

Si può creare un catalogo dei prodotti per selezionare gli articoli ed aggiungerli rapidamente al conto. In alternativa si digita manualmente l’importo totale dovuto dal cliente.

Inserito l’importo si clicca su Procedi all’acquisto, dunque si seleziona il metodo di pagamento (via dispositivo mobile).

Immagine: Mobile Transaction (MT)

Catalogo dei prodotti SumUp

Catalogo dei prodotti.

Immagine: MT

Inserimento manuale del totale

Inserimento importo manuale.

Immagine: MT

Metodi di pagamento con SumUp

Selezione metodo di pagamento.

Nel menu dei pagamenti via dispositivo mobile si può scegliere tra l’invio di un link tramite SMS oppure da app.

Se si sceglie l’invio con SMS sarà necessario inserire un numero di cellulare; sono accettati sia numeri italiani che esteri, ma in quest’ultimo caso è consigliato inserire anche il codice del paese. Il cliente riceve il seguente messaggio:

Hai ricevuto una richiesta di pagamento da [nome dell’attività] [importo] EUR. Usa il seguente link per completare il pagamento [link]

Abbiamo provato i link di pagamento per raccontare un’esperienza reale ai nostri visitatori. In Italia, la lingua italiana è attiva di default nell’applicazione.

Immagine: MT

Pagamenti via mobile di SumUp

Metodi di pagamento a distanza.

Immagine: MT

Condivisione link di pagamento

Cliccando su “Condividi”.

Immagine: MT

SumUp pagamento via SMS

Scelta del pagamento via SMS.

Optando per la condivisione del link si potrà scegliere tra le app di messaggistica presenti sul proprio dispositivo, ad esempio Whatsapp, Messenger, Telegram, e-mail e simili. Chi ha un iPhone o iPad può condividere il link anche attraverso AirDrop.

Una volta ricevuto il link, al cliente basterà cliccarlo per accedere alla pagina di pagamento di SumUp, che utilizza elevati standard di sicurezza, incluso 3D Secure gestito da Visa e MasterCard.

Il cliente potrà pagare con una carta MasterCard, Visa, American Express, JCB, Diners Club e Discover.

Pagamenti con codice QR

Scegliendo questa opzione, l’app genera un codice QR e lo mostra sul display del commerciante.

Per pagare, il cliente apre la fotocamera del suo smartphone e inquadra il suddetto codice; viene portato automaticamente alla pagina di pagamento in cui dovrà inserire i dati della sua carta di credito.

Immagine: MT

Pagamento con codice QR di SumUp

Codice QR generato da SumUp.

Immagine: MT

Pagina pay-by-link di SumUp

Pagina pay-by-link.

Immagine: MT

Link di pagamento SumUp

Inserimento dati carta.

Il codice QR indirizza alla stessa pagina di pagamento che si ottiene cliccando il link inviato via SMS, Whatsapp, e-mail, ecc.

Solo i link pagati vengono registrati

Le transazioni vengono registrate nell’app e nella piattaforma web solo se portate a termine, ossia se il cliente effettua il pagamento. Ciò potrebbe rivelarsi un problema qualora l’esercente fosse costretto a gestire molti pagamenti a distanza nello stesso momento.

Non esiste al momento un registro dei link inviati e non ancora pagati. Se abbiamo molti ordini telefonici e dunque molte richieste di pagamento a distanza, saremo costretti ad usare altri mezzi per tenere traccia degli ordini effettivamente pagati.

L’app tiene traccia solo dei link pagati.

Se si gestiscono molti ordini con pagamento a distanza è opportuno prendere nota dei link inviati.

L’unico metodo per tracciare i link inviati e non pagati è dunque quello di prendere nota ad ogni invio, per poi rimuovere dal nostro elenco le persone che risultano aver completato la transazione.

Nella piattaforma web SumUp.me è possibile filtrare le transazioni completate e quelle con esito negativo, oltre che i rimborsi e gli storni. Si possono inoltre controllare i pagamenti accettati dai dipendenti dell’attività (ogni dipendente può avere un suo profilo).

I report su transazioni, incassi, accrediti e vendite possono essere esportati in formato PDF, XLS e CSV – tuttavia non vi è alcuna integrazione diretta tra l’account SumUp e i software di contabilità.

Quando usare il pagamento da remoto di SumUp?

I pagamenti via dispositivo mobile sono perfetti per servizi di consegna a domicilio e per gli esercenti che accettano prenotazioni da remoto – siano essi telefonici o digitali – allo scopo di garantire l’impegno preso dal cliente.

I link di pagamento possono essere inviati ovunque, in tutto il mondo, dunque tornano utili anche in caso di acquisto a distanza con spedizione del bene.

L’utilità può essere incontrata anche in particolari circostanze della vendita in negozio, quando ad esempio un cliente scopre di non avere con sé la carta (in presenza, il metodo più comodo è quello del codice QR).

Si fa notare che questo tipo di servizio richiede – in generale, non solo con SumUp – una certa affidabilità del cliente, dal momento che viene meno l’immediatezza del pagamento in presenza.

Solitamente è consigliabile offrire questa modalità ai clienti più fedeli oppure a garanzia delle prenotazioni telefoniche.

Assistenza al cliente

Il centro di supporto è attivo tutti i giorni, tuttavia l’assistenza telefonica è limitata.

Dal lunedì al venerdì tra le ore 8:00 e le 19:00 e il sabato dalle ore 8:00 alle 17:00 si può chiamare al numero di assistenza oppure inviare un messaggio via e-mail o chat. La domenica è invece disponibile solo la live chat dalle 8:00 alle 17:00.

La chat di supporto è accessibile sul sito web. Abbiamo provato a contattare l’assistenza tramite chat e ricevuto una risposta in pochi minuti, ottenendo le informazioni necessarie alla soluzione del nostro problema.

In alternativa si può inviare una mail ad un indirizzo dedicato all’assistenza. Anche in questo caso la nostra esperienza è assolutamente positiva: risposte rapide ed efficienti.

La nostra opinione

SumUp si è focalizzata per diversi anni sui pagamenti in presenza attraverso i suoi lettori di carte Air e 3G. Di recente si è assistito al rapido sviluppo delle soluzioni per accettare pagamenti a distanza.

A nostro avviso, le transazioni da remoto di SumUp risultano essere un metodo flessibile e poco impegnativo per offrire il pagamento con carta ai clienti che ordinano via telefono.

È necessario solo uno smartphone o un tablet con sistema Android o iOS, una connessione ad internet (WiFi, 3G, 4G, ecc.) e dati di contatto del cliente per l’invio del link (numero di telefono, indirizzo e-mail).

Confrontato con altri servizi simili, i costi dei pagamenti via dispositivo mobile di SumUp sono convenienti; tuttavia mostra qualche limite nelle funzionalità, ad esempio la mancanza di tracciamento dei link non pagati.

Nel complesso, è un’ottima soluzione per iniziare a ricevere pagamenti a distanza nelle piccole attività.