La nostra valutazione(4/5)

PayPal Business è un metodo per accettare pagamenti online con le attività digitali

PayPal è un metodo di pagamento che consente agli imprenditori digitali di ricevere pagamenti istantanei e sicuri per le vendite online.

Cos’è e come funziona PayPal Business? È un sistema affidabile? Quali sono costi e commissioni sulla ricezione dei pagamenti?

In questa recensione rispondiamo alle domande più frequenti e riportiamo in modo schematico le tariffe per le transazioni di tipo commerciale su PayPal, in Italia e all’estero, talvolta complesse o ben nascoste.


Cos’è e come funziona

PayPal è una multinazionale nata negli Stati Uniti, oggi riconosciuta a livello globale e in un certo senso monopolista dei pagamenti digitali.

Si tratta di un sistema sicuro e affidabile, apprezzato soprattutto dai consumatori e di conseguenza integrato a buona parte dei siti che effettuano vendite sul web.

Chi desidera offrire tale soluzione di pagamento sul proprio sito dovrà registrare un account PayPal Business (diverso dall’account dedicato ai consumatori) compilando l’apposito modulo con indirizzo mail, dati aziendali e dati personali.

Terminata la registrazione e attivato l’account, si potrà subito procedere all’integrazione del pulsante PayPal sul sito.

Le più popolari piattaforme e-commerce sono già dotate del codice PayPal. Con WooCommerce, Prestashop, Magento e Shopify si dovrà semplicemente attivare l’apposita voce nelle impostazioni relative ai metodi di pagamento.

Se non possiedi una di queste piattaforme per negozi online dovrai invece copiare e incollare il codice seguendo semplici istruzioni.

Una volta implementato, nella pagina Carrello del tuo sito web il cliente potrà pagare con PayPal cliccando sul tasto. Gli importi giungeranno istantaneamente sull’account del venditore, al netto delle commissioni previste per ogni transazione (vedi Costi e tariffe).

Le carte accettate da PayPal sono MasterCard, Maestro, Visa, Visa Electron, American Express, Aura e Discover.


I piani

PayPal Business offre agli imprenditori due diversi piani: uno senza canone per piccole attività, l’altro con canone mensile per medie imprese.

Il piano gratuito per piccole imprese segue la politica del pay-per-use, ossia di pagamento al consumo. Se non effettui molte vendite online, pagherai solo le commissioni per ogni transazione. Approfondiamo i costi e le tariffe nella sezione successiva di questo articolo.

La soluzione senza abbonamento non è personalizzabile. I clienti del tuo sito saranno redirezionati su PayPal per seguire la procedura standard di pagamento.

Con il piano PayPal Pro dedicato alle medie imprese viene fornita un’applicazione che consente di personalizzare la procedura di pagamento. I clienti dell’e-commerce restano nel negozio online anche durante la fase di check-out.

In entrambi i casi è prevista la protezione anti-frode.


Costi e tariffe

Costi fissi sono previsti solo alla sottoscrizione del piano Pro. Con il piano senza canone si paga unicamente una commissione per ogni pagamento ricevuto.

Le commissioni per transazione variano in base al volume mensile di entrate sul conto PayPal Business.

Costi fissi

PianoCanone mensile
BaseAssente
Pro€ 29

Il piano base di PayPal Business non prevede costi fissi per il mantenimento del conto. PayPal Pro, destinato alle attività con un volume di incassi medio-alto, ha un costo di 29 euro al mese.

Costi variabili (piano base)

Vendite mensili
in EUR
Commissione
da 0 a 2.5003.4% + € 0.35
da 2.500 a
10.000
2.7% + € 0.35
da 10.000
a 100.000
2.2% + € 0.35
oltre 100.0001.8% + € 0.35

Il piano PayPal Pro prevede commissioni per transazione più convenienti rispetto al piano gratuito.

Costi variabili (PayPal Pro)

Vendite mensili
in EUR
Commissione
da 0 a 2.5002.5% + € 0.35
da 2.500 a
10.000
2.0% + € 0.35
da 10.000
a 100.000
1.7% + € 0.35
oltre 100.0001.7% + € 0.35

La commissione prevista per la ricezione di micropagamenti, ossia di somme inferiori a 5 euro, è in entrambi casi pari al 5% + 0.10 centesimi di euro.

Vendite all’estero

I venditori che ricevono pagamenti dall’estero saranno sottoposti ad ulteriori tariffe.

Oltre alla commissione standard nazionale si applicherà infatti una tariffa aggiuntiva, variable in base al paese dal quale parte il pagamento.

PaeseCommissione
aggiuntiva
Europa
settentrionale
0.4%
Europa I0.5%
Europa II1.3%
USA e Canada1.0%
Resto del mondo2.0%

In “Europa I” sono inclusi i paesi dell’Europa occidentale e dell’Europa centrale, mentre “Europa II” corrisponde all’Europa orientale.

Se il pagamento avviene in valuta estera si dovrà inoltre applicare una maggiorazione sul tasso di cambio base. Tale maggiorazione può andare dal 2.5% al 4.0% a seconda della valuta.

Prelievi

Il prelievo di denaro dal conto PayPal comporta il trasferimento della somma desiderata su un conto corrente ad esso associato.

Trasferire denaro da PayPal Business al proprio conto è gratuito per importi pari o superiori a 100 euro. Una commissione di € 1 è invece prevista per somme inferiori.

Chi dispone di valute estere sul conto può servirsi di Transferwise per risparmiare sul tasso di cambio in occasione del prelievo.


La nostra opinione

PayPal è un marchio internazionale e affidabile, con una reputazione costruita nel corso di quasi ventennale attività.

Non dovendo comunicare ai destinatari i dati della propria carta, i consumatori associano a tale sistema di pagamento una sensazione di sicurezza che difficilmente si ritrova con altri metodi.

In altre parole, chi possiede un sito e-commerce non potrà fare a meno di implementare PayPal alla propria piattaforma – nonostante il piano tariffario non esattamente lineare.

Una tariffa standard viene applicata al venditore per la ricezione dei pagamenti sia in Italia che all’estero. In quest’ultimo caso si aggiunge un’ulteriore tariffa che varia a seconda del paese in cui la vendita è stata effettuata. Si aggiunge poi la maggiorazione sul tasso di cambio se la transazione avviene in valuta diversa dall’Euro.

Il conto PayPal Business, si diceva, è indispensabile ma non per questo conveniente.

Nessun concorrente è in grado di rimpiazzare un marchio che ormai vive di fama e, del resto, nessuno ha realmente voglia di contrastare.

Amazon Pay – che potrebbe a sua volta sfruttare la popolarità del suo marchio – risulta ancora acerbo nonché poco concorrenziale.

Name of Reviewed Item: PayPal Business IT Rating Value: 4 Review Author:Review Date: