Qual è la soluzione più adatta a piccole imprese e professionisti per ricevere pagamenti online con carta?

Per trovare l’opzione più economica è importante guardare prima di tutto alla propria attività, al suo volume di transato elettronico e ai metodi di pagamento indispensabili.

Non tutte le soluzioni di pagamento online sono riservate ai siti e-commerce. È possibile ad esempio utilizzare servizi per l’invio di link di pagamento e fatture elettroniche.

  • Qual è la soluzione più conveniente?

  • Quale e come scegliere?

Nel presente articolo mettiamo a confronto alcune delle piattaforme di pagamento più adatte alle piccole attività, guardando sia all’aspetto pratico sia a quello economico.

Piattaforma Caratteristiche Link
Revolut Economico, installazione rapida sui siti ecommerce più popolari. Molteplici metodi di pagamento.
Stripe Flussi di pagamento avanzati per siti e-commerce, gestiti dal tuo sviluppatore web.
PayPlug Adatto per volumi medio-alti di transato.
SumUp Semplice e veloce, senza canone, con commissione fissa. Ideale per chi ha poca famigliarità con gli strumenti web.
Satispay Economico, per accettare pagamenti online da utenti Satispay.
PayPal Il più popolare, ma con tariffe poco convenienti.
Verifone Per pagamenti internazionali e gestione degli abbonamenti.
Piattaforma Caratteristiche Link
Revolut Economico, installazione rapida sui siti ecommerce più popolari. Molteplici metodi di pagamento.
Stripe Flussi di pagamento avanzati per siti e-commerce, gestiti dal tuo sviluppatore web.
PayPlug Adatto per volumi medio-alti di transato.
SumUp Semplice e veloce, senza canone, con commissione fissa. Ideale per chi ha poca famigliarità con gli strumenti web.
Satispay Economico, per accettare pagamenti online da utenti Satispay.
PayPal Il più popolare, ma con tariffe poco convenienti.
2Checkout Per pagamenti internazionali e gestione degli abbonamenti.

Iniziamo con qualche nozione base per capire come funzionano i pagamenti online.

Le basi dei sistemi di pagamento online

Per accettare pagamenti online è necessario che il servizio sia collegato ad uno o più canali di vendita, ad esempio:

  • Negozio online: sito web completo di catalogo prodotti, schede prodotto e pagina di pagamento (check-out).

  • Pay-by-link: noto anche come link di pagamento. Si invia tramite e-mail, SMS, app di messaggistica (es. Whatsapp) o social network. Il cliente clicca sul link e viene indirizzato alla pagina in cui potrà inserire i dati della sua carta.

  • Buy Button: pulsante che porta alla pagina di check-out per un prodotto. Si implementa ad una pagina web tramite l’inserimento di un codice.

  • Codice QR: ha la stessa funziona del link di pagamento, tuttavia per arrivare alla pagina di check-out si scansiona il suddetto codice con la fotocamera del telefono.

  • Click & Collect: modalità per effettuare ordini e pagamenti a distanza. L’esercente configura una sorta di catalogo online e ne comunica l’indirizzo ai clienti. Il cliente potrà ordinare per la consegna a domicilio o per il ritiro sul posto, pagando online.

  • Addebito SEPA: l’utente autorizza l’esercente a prelevare dal suo conto corrente la somma dovuta.

  • Fatturazione: funzione che permette la creazione di fatture digitali da inviare insieme al link di pagamento, al fine di ricevere il pagamento con carta online. In Italia occorre assicurarsi che le fatture siano conformi alle norme sulla fatturazione elettronica.

  • Terminale virtuale: pagina web in cui il venditore inserisce i dati della carta di credito del cliente. È spesso utilizzato nel settore alberghiero e della ristorazione per garantire le prenotazioni.

  • Pagamenti ricorrenti/pre-autorizzati: i dati delle carte di credito vengono salvati per transazioni autorizzate o ricorrenti.

  • Gift card: buoni regalo digitali emessi sotto forma di codice ed inviati tramite e-mail, SMS o app di messaggistica.

Un sistema di pagamento online potrebbe includere uno, alcuni o tutti i metodi sopraelencati.

Per integrare i metodi nei propri canali di vendita, alcune soluzioni richiedono conoscenze tecniche mentre altre prevedono la semplice installazione di un plugin.

Passiamo ora al confronto delle opzioni disponibili per gli utenti italiani.


Revolut Business – soluzione completa con conto multivaluta

I pagamenti online di Revolut Business rappresentano l’evoluzione di un prodotto nato come carta prepagata, poi diventata negli anni una soluzione completa (o quasi) per aziende e professionisti.

Oggi offre conti aziendali, carte prepagate per dipendenti (fisiche e virtuali), gateway di pagamento, richieste di pagamento tramite link.

Revolut
Link
Sistema Plugin compatibile con WooCommerce, Magento e Prestashop. Disponibili API per la personalizzazione della pagina di pagamento.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Pay by link
Accredito Su conto Revolut Business in 1 giorno lavorativo.
Tariffe Gratuito entro determinate soglie mensili (a seconda del piano scelto). Al superamento della soglia gratuita, la commissione è dell’1,3%.
Revolut
Link
Sistema Plugin compatibile con WooCommerce, Magento e Prestashop. Disponibili API per la personalizzazione della pagina di pagamento.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Pay by link
Accredito Su conto Revolut Business in 1 giorno lavorativo.
Tariffe Gratuito entro determinate soglie mensili (a seconda del piano scelto). Al superamento della soglia gratuita, la commissione è dell’1,3%.

Sottoscrivendo un piano di abbonamento si può usufruire di tutti gli strumenti presenti sulla piattaforma – fatta eccezione per il piano “gratuito”, che inoltre comporta tariffe più elevate sulle operazioni.

La differenza tra i diversi piani sta nelle soglie mensili di transato incluso. Rimanendo entro il suddetto limite non si dovranno pagare ulteriori commissioni, mentre superando la soglia massima sarà addebitata una commissione per ogni transazione elaborata.

Scopriamo i piani di abbonamento disponibili:

Aziende Professionisti
Piano Free
Senza canone
Pagamenti online
1 % + 0,20 €
Piano Free
Senza canone
Pagamenti online
1 % + 0,20 €
Piano Grow
25 € / mese
Pagamenti online
2.000 € inclusi
Piano Professional
7 € / mese
Pagamenti online
500 € inclusi
Piano Scale
100 € / mese
Pagamenti online
9.000 € inclusi
Piano Ultimate
25 € / mese
Pagamenti online
2.000 € inclusi

Oltre il volume incluso, si applica la tariffa dell’1% + 0,20€ sull’importo.

Aziende Professionisti
Piano Free
Senza canone
Pagamenti online
1 % + 0,20 €
Piano Free
Senza canone
Pagamenti online
1 % + 0,20 €
Piano Grow
25 € / mese
Pagamenti online
2.000 € inclusi
Piano Professional
7 € / mese
Pagamenti online
500 € inclusi
Piano Scale
100 € / mese
Pagamenti online
9.000 € inclusi
Piano Ultimate
25 € / mese
Pagamenti online
2.000 € inclusi

Oltre il volume incluso, si applica la tariffa dell’1% + 0,20€ sull’importo.

Revolut fornisce un conto multivaluta, molto utile per le attività che ricevono pagamenti online da tutto il mondo in moneta diversa diversa dall’euro.

Le somme ricevute in altra valuta non saranno convertite, evitando così l’addebito della commissione sul cambio. Il titolare del conto potrà conservare o utilizzare tali fondi nella stessa valuta in cui li ha ricevuti, oppure effettuare il cambio in un momento favorevole. In entrambi i casi ci sarà un risparmio sulle spese di conversione.

Il sistema può essere implementato ai propri canali di vendita – ad esempio, un negozio online – con la rapida e semplice installazione di un plugin. Attualmente il plugin è disponibile per le piattaforme WooCommerce, Prestashop e Magento.

Chi ha esperienza nello sviluppo web può inoltre personalizzare l’esperienza di check-out grazie alle API messe a disposizione da Revolut.

Immagine: Revolut

È possibile ricevere pagamenti online con carta anche tramite link, vale a dire in modalità pay-by-link.

L’esercente genera una richiesta di pagamento nell’app Revolut Business e la invia al cliente tramite messaggio di testo (SMS), e-mail, app di messaggistica (Whatspp, Telegram, Messenger, ecc.) o social network; il cliente clicca sul link, inserisce i dati della sua carta ed esegue la transazione.

Per registrarsi e attivare tutti i servizi business si effettua una rapida iscrizione sul sito Revolut Business, compilando un modulo e caricando la documentazione necessaria.

In pochi giorni lavorativi l’account viene confermato e l’esercente (o professionista) può procedere all’implementazione del gateway o iniziare ad inviare richieste di pagamento con carta.

Pro

  • Al confronto con gli altri operatori, la tariffa online è conveniente

  • Il conto multivaluta permette di risparmiare sul tasso di cambio quando si opera in moneta diversa dall’euro

  • L’implemetazione del gateway nei negozi online è facile grazie ai plugin compatibili con numerose piattaforme

Contro

  • Il piano gratuito è conveniente solo per chi riceve pochi pagamenti

  • Ha un IBAN europeo ma non italiano

  • Non avendo una sede italiana, il titolare del conto è tenuto a comunicare la giacenza media nelle dichiarazioni fiscali

Leggi di più nella nostra Recensione sui Pagamenti Online di Revolut


Stripe – tariffe competitive, per tutti i tipi di impresa

Stripe è una piattaforma internazionale per pagamenti online, per imprese di qualsiasi dimensione.

Chi intende collegare il sistema ad una piattaforma ecommerce all-in-one (es. Shopify, Wix, Squarespace) può semplicemente installare l’apposito plugin.

Le attività con esigenze particolari hanno invece la possibilità di affidare il lavoro ad uno sviluppatore web che, attraverso le API disponibili, personalizzerà la pagina di check-out in base alle richieste dell’imprenditore.

Link
Sistema Si integra rapidamente con molte piattaforme e-commerce. API disponibili per la creazione di flussi personalizzati di pagamento.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Addebito diretto SEPA
  • Terminale virtuale
  • Fatturazione
  • Pagamenti pre-autorizzati
Accredito Su conto corrente bancario in 7 giorni lavorativi.
Tariffe Addebito SEPA
0,35 €
Carte europee
1,4 % + 0,25 €
Carte non europee
2,9 % + 0,25 €
Link
Sistema Si integra rapidamente con molte piattaforme e-commerce. API disponibili per la creazione di flussi personalizzati di pagamento.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Addebito diretto SEPA
  • Terminale virtuale
  • Fatturazione
  • Pagamenti pre-autorizzati
Accredito Su conto corrente bancario in 7 giorni lavorativi.
Tariffe Addebito SEPA
0,35 €
Carte europee
1,4 % + 0,25 €
Carte non europee
2,9 % + 0,25 €

Tra i metodi di pagamento disponibili in Stripe troviamo gli abbonamenti con pagamenti ricorrenti, la fatturazione accompagnata dal pay-by-link, il classico pagamento con carta tramite gateway.

È altresì disponibile un terminale virtuale per ricevere pagamenti anticipati sulle prenotazioni telefoniche e a distanza.

Le opzioni di personalizzazione rendono questa soluzione ideale per piattaforme ecommerce, attività basate su abbonamenti con pagamento periodico, prodotti SaaS.

Immagine: Stripe

Dopo Revolut Business, Stripe offre le migliori tariffe sui pagamenti con carta online per piccole imprese: 1,4% sull’importo della transazione + una parte fissa di 25 centesimi.

Alle transazioni in moneta diversa dall’euro si applica una commissione abbastanza elevata (2,9% + 0,25 €), dunque in questo caso risulta più economico Revolut.

Ancor più convenienti sono gli addebiti SEPA, la cui tariffa si ferma a 35 centesimi.

Oltre alle tariffe interessanti, non è da sottovalutare l’efficienza di statistiche e report, prevenzione delle frodi, guide per la configurazione e personalizzazione del sistema all’interno dei vari canali di vendita.

Pro

  • Senza canone né altri costi fissi

  • Commissioni competitive

  • Adatto ad aziende di qualsiasi dimensione

  • Statistiche e report dettagliati ed efficaci

Contro

  • Gli accrediti degli incassi richiedono una settimana

  • La commissione sui pagamenti con carte emesse fuori UE è elevata

  • L’assistenza clienti è migliorabile

PayPlug – conveniente per incassi elevati

PayPlug è una soluzione per ricevere pagamenti online oppure a distanza tramite link. È sviluppata dalla società francese Natixis, a sua volta controllata da uno dei più grandi gruppi bancari della Francia, BPCE.

Accetta carte Visa, MasterCard e Maestro – inclusi i Bancomat italiani che espongono uno di questi loghi – mentre mancano all’appello Amex, UnionPay, Diners e JCB (circuiti esteri o comunque secondari).

Le lingue disponibili sono italiano, francese, inglese e spagnolo.

Link
Sistema Plugin disponibile per le maggiori piattaforme ecommerce. Richieste di pagamento tramite link. App mobile non disponibile.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Pay by link
  • Buy Button
Accredito Su conto corrente aziendale in 2-3 giorni lavorativi.
Tariffe
  • Starter 1,2 % + 0,25 € (+ canone 10 € / mese)
  • Pro 1 % + 0,15 € (+ canone 30 € / mese)
  • Premium 0,6 % + 0,15 € (+ canone 80 € / mese)
Link
Sistema Plugin disponibile per le maggiori piattaforme ecommerce. Richieste di pagamento tramite link. App mobile non disponibile.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Pay by link
  • Buy Button
Accredito Su conto corrente aziendale in 2-3 giorni lavorativi.
Tariffe
  • Starter 1,2 % + 0,25 € (+ canone 10 € / mese)
  • Pro 1 % + 0,15 € (+ canone 30 € / mese)
  • Premium 0,6 % + 0,15 € (+ canone 80 € / mese)

Esistono tre piani tariffari, applicati in base al transato annuo dell’attività. Come riportato in tabella, è previsto un costo fisso (canone mensile) ed un costo variabile (commissione sulle transazioni).

Non fatevi ingannare, perché a conti fatti i piani Pro e Premium (quelli con il canone più elevato) sono i più convenienti – sempre che si raggiunga una soglia minima di entrate (consulta la Recensione PayPlug per approfondire le spese).

Se mettiamo questo sistema a confronto con i principali concorrenti, si osserva che è più economico di PayPal al di sopra di 500 euro di transato mensile, mentre nella sfida con Stripe diventa competitivo solo a partire da 5.000 euro di entrate mensili.

Immagine: PayPlug

Elenco dei pagamenti ricevuti

La pagina di pagamento può essere implementata in un negozio tramite installazione di plugin, disponibile sulle maggiori piattaforme ecommerce (Shopify, Prestashop, WooCommerce, Magento).

In alternativa si può ricorrere alle API, ma in questo caso serve l’aiuto di uno sviluppatore web.

Il venditore può inoltre inviare richieste di pagamento tramite link, ad esempio quando si accetta un ordine telefonico. Si accede al portale web del servizio (purtroppo non è disponibile un’app mobile), si inserisce l’importo e il contatto del cliente (indirizzo email, numero di telefono) e si invia. Il cliente clicca sul link e accede al checkout, dove può inserire i dati della sua carta.

Pro

  • Soluzione conveniente solo per un volume medio-alto di transato elettronico

  • Il plugin per l’implementazione sui siti e-commerce è compatibile con tutte le principali piattaforme

  • Offre la possibilità di ricevere pagamenti rateizzati ma garantiti

Contro

  • Comporta un canone mensile

  • Non è conveniente per chi riceve pagamenti con carta online

Leggi di più nella nostra Recensione sui Pagamenti Online PayPlug

SumUp – facile da usare, per piccole attività e professionisti

SumUp è nato come POS per smartphone (vedi SumUp Air) ma nel tempo ha ampliato la gamma di servizi con terminali autonomi e altri interessanti sistemi per elaborare transazioni in presenza o a distanza.

Tra le soluzioni presentate in questo confronto, SumUp è sicuramente la più facile e la più immediata per iniziare a ricevere pagamenti online. È senza canone e si paga solo quando si usa.

I suoi strumenti sono però indicati solo per chi elabora un volume contenuto di transazioni, indicativamente 1.000-1.200 euro al mese.

Logo SumUp
Link
Sistema Già integrato con gli strumenti di vendita di SumUp.
Metodi
  • Negozio online
  • Pay by link
  • Codice QR
  • Terminale virtuale
  • Fatturazione elettronica
  • Click & collect
  • Gift card
Accredito Su conto corrente bancario in 2 giorni lavorativi. Su prepagata SumUp Card in 1 giorno.
Tariffe Negozio online, link, codice QR, fatturazione, gift card:
2,5 %
Terminale virtuale:
2,9 % + 0,25 €
Logo SumUp
Link
Sistema Già integrato con gli strumenti di vendita di SumUp.
Metodi
  • Negozio online
  • Pay by link
  • Codice QR
  • Terminale virtuale
  • Fatturazione elettronica
  • Click & collect
  • Gift card
Accredito Su conto corrente bancario in 2 giorni lavorativi. Su prepagata SumUp Card in 1 giorno.
Tariffe Negozio online, link, codice QR, fatturazione, gift card:
2,5 %
Terminale virtuale:
2,9 % + 0,25 €

Non ci sono costi fissi né vincoli contrattuali. La commissione sulle transazioni a distanza (link di pagamento, codice QR, gift card, fattura elettronica, negozio online) è pari al 2,5% dell’importo ricevuto, mentre per il terminale virtuale aumenta al 2,9 % + 25 cent.

Essendo più elevata rispetto ai concorrenti, come dicevamo, è una soluzione conveniente su un volume basso di transato elettronico.

Se invece si ricevono pagamenti con carta in presenza, dunque tramite POS fisico, la tariffa è dell’1,95%

Il suo punto di forza è anche l’aspetto pratico: in pochi minuti si può allestire un catalogo prodotti e un negozio online senza alcuna competenza di sviluppo web; è sufficiente avere un po’ di familiarità con l’uso delle app.

Immagine: SumUp

Semplicità d’uso e rapidità di configurazione da un lato, scarso margine di personalizzazione dall’altro.

Allo scopo di rendere accessibile a chiunque un metodo per ricevere pagamenti a distanza, SumUp riduce all’osso la possibilità di personalizzare i suoi strumenti: opzioni basilari, semplici ma al contempo efficaci nel funzionamento.

I pagamenti online di SumUp, anche per questo motivo, non sono adatti alle attività che intendono utilizzare con frequenza le transazioni a distanza e il negozio online.

Questa soluzione è perfetta per farne uso occasionale, per offrire un servizio aggiuntivo ad una clientela più avvezza ai pagamenti in presenza.

Pro

  • Facile da usare, non richiede esperienza di sviluppo web

  • È disponibile anche il POS fisico

  • Senza canone e senza alcun vincolo contrattuale

  • La registrazione è rapida

Contro

  • Anche se economico, occorre acquistare il terminale

  • Servizio basilare con poche possibilità di personalizzazione

  • Non è compatibile con piattaforme e-commerce di terze parti

Scopri di più nella nostra Recensione sul Pay-by-Link di SumUp


Satispay Business – economico ma poco utilizzabile

Satispay Business consente ai commercianti di ricevere pagamenti in negozio oppure a distanza.

Tutto si svolge tramite app: il cliente avvia l’applicazione ed inquadra il codice QR esposto in cassa, oppure seleziona l’esercizio commerciale dall’elenco delle attività più vicine per effettuare un ordine o una prenotazione.

Si può anche implementare su siti e-commerce.

Link
Sistema Si implementa tramite plugin, PSP o API alle piattaforme ecommerce.
Metodi
  • Codice QR
Accredito Sul conto corrente in 1 giorno lavorativo.
Tariffe Importi ≤ 10 euro: 1 %
Importi > 10 euro: 1 % + 0,20 €
Link
Sistema Si implementa tramite plugin, PSP o API alle piattaforme ecommerce.
Metodi
  • Codice QR
Accredito Sul conto corrente in 1 giorno lavorativo.
Tariffe Importi ≤ 10 euro: 1 %
Importi > 10 euro: 1 % + 0,20 €

L’integrazione può verificarsi con diverse modalità: installazione rapida del plugin (compatibile con le piattaforme WooCommerce, Prestashop, Magento), gestori di transazioni online (GestPay di Axerve, N&TS, PayWay) e API.

Per effettuare la transazione, il cliente (che deve essere anche utente Satispay) deve inquadrare con l’app il codice QR che appare sullo schermo del computer oppure immettere il numero di cellulare per ricevere una notifica.

In entrambi i casi si viene rimandati alla pagina di checkout dell’applicazione, dove si potrà confermare il pagamento.

Immagine: Satispay

Pagamento online con Satispay

Come abbiamo già sottolineato, per poter utilizzate Satispay è necessario che gli stessi clienti siano iscritti al servizio.

Essendo poco diffuso rispetto ai classici metodi di pagamento, non può competere né sostituire altre modalità. Può tuttavia considerarsi un metodo aggiuntivo e alternativo al pagamento con carta.

Gli esercenti hanno comunque un buon incentivo per usarlo. La commissione sulle transazioni a distanza è molto conveniente: sugli importi pari o inferiori a 10 euro si applica solo l’1%, mentre sugli importi superiori a 10 euro si aggiunge una commissione fissa di 20 cent.

Pro

  • Non prevede costi fissi mensili

  • Le commissioni sui pagamenti a distanza sono molto convenienti

  • Si può implementare come metodo di pagamento anche nei negozi online

Contro

  • Per ricevere pagamenti è necessario che anche il cliente sia un utente Satispay

  • I servizi opzionali (es. cashback) comportano un canone mensile

Per approfondire le caratteristiche leggi la Recensione Satispay Business


PayPal Business – popolare e affidabile ma costoso

Da pioniere dei pagamenti online, PayPal è ampiamente conosciuto in tutto il mondo. La popolarità del marchio e il programma di protezione acquisti rendono questa soluzione una delle preferite dai consumatori, meno dagli esercenti.

Registrarsi e aprire un account PayPal Business è facile e veloce.

Le somme incassate finiscono sul conto di moneta elettronica, dal quale il commerciante potrà trasferirle verso il proprio conto corrente bancario. L’operazione di trasferimento richiede qualche giorno lavorativo.

  PayPal logo
Link
Sistema Già integrato con gli strumenti di pagamento. Codici disponibili per l’inserimento di pulsanti e gateway su siti e-commerce.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Pay by link
  • Buy Button
  • Codice QR
  • Terminale virtuale
  • Fatturazione
Accredito Immediato nell’account di moneta elettronica. I trasferimenti manuali verso conto corrente richiedono circa 2 giorni lavorativi.
Tariffe In Euro
3,40 % + 0,35 €
Altra valuta
Tariffa aggiuntiva 0,50-2,00%
  PayPal logo
Link
Sistema Già integrato con gli strumenti di pagamento. Codici disponibili per l’inserimento di pulsanti e gateway su siti e-commerce.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Pay by link
  • Buy Button
  • Codice QR
  • Terminale virtuale
  • Fatturazione
Accredito Immediato nell’account di moneta elettronica. I trasferimenti manuali verso conto corrente richiedono circa 2 giorni lavorativi.
Tariffe In Euro
3,40 % + 0,35 €
Altra valuta
Tariffa aggiuntiva 0,50-2,00%

Gateway, link di pagamento, codici QR, fatture e pulsanti non prevedono spese fisse, mentre il terminale virtuale e gli strumenti avanzati implicano un canone mensile di 29 euro.

Non vi sono vincoli contrattuali di permanenza, dunque il servizio può essere disdetto in qualsiasi momento senza penali.

La commissione per le transazioni nazionali ammonta al 3,40% + 35 cent: al confronto con le altre soluzioni risulta decisamente elevata. Nonostante ciò, grazie alla fiducia accordata dai consumatori rimane uno dei sistemi più utilizzati nei negozi online.

Ai pagamenti internazionali va ad aggiungersi una tariffa extra (0,5 – 2,00%) a seconda della valuta del cliente.

Immagine: PayPal

Sebbene sia fondamentale implementare PayPal sul proprio sito web per i motivi appena indicati, sarebbe opportuno associarvi un gateway di pagamento più economico, magari una soluzione senza canone.

Si segnalano, tra gli aspetti negativi, le molte lamentele degli esercenti rispetto a sospensioni del conto nonché ad un’assistenza non propriamente efficiente.

Non è dunque una soluzione consigliata per le sue tariffe, ma allo stesso tempo è indispensabile per assicurarsi il favore dei tanti consumatori che usano PayPal.

Pro

  • L’affidabilità del marchio rende PayPal uno dei servizi di pagamento online più popolari al mondo

  • Il check-out è comodo e veloce

  • È indispensabile nei negozi online

Contro

  • Le commissioni sono tra le più elevate del mercato

  • Il suo terminale virtuale prevede un canone elevato

  • Il supporto clienti non è in grado di gestire le segnalazioni in modo tempestivo

Leggi di più nella nostra Recensione PayPal Business

Verifone – per imprese che operano nel mondo

Verifone (prima conosciuto con 2CheckOut) è stata una delle prime soluzioni ad offrire pagamenti internazionali. Ad oggi è disponibile in oltre 180 paesi nel mondo.

La piattaforma mette a disposizione molteplici metodi per elaborare transazioni in 120 valute diverse. Si può perfino scegliere la valuta di accredito delle somme incassate (generalmente non è possibile).

La procedura di registrazione dell’account si svolge online in modo rapido e non comporta costi di attivazione.

Sono disponibili tre piani senza canone mensile: 2SELL con tariffa del 3,5% + 0,30€ per transazione, 2SUBSCRIBE con tariffa del 4,5% + 0,40€ e 2MONETIZE con tariffa del 6% + 0,50€.

  Verifone
Link
Sistema Deve essere implementato al sito web tramite API.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Buy Button
  • Fatturazione
  • Pagamenti pre-autorizzati
Accredito Ogni 1-2 settimane o mensili su conto corrente bancario.
Tariffe 3,5-6% + 0,30-0,50€
Tariffa di conversione 2-3%
 
Link
Sistema Deve essere implementato al sito web tramite API.
Metodi
  • Gateway di pagamento
  • Buy Button
  • Fatturazione
  • Pagamenti pre-autorizzati
Accredito Ogni 1-2 settimane o mensili su conto corrente bancario.
Tariffe 3,5-6% + 0,30-0,50€
Tariffa di conversione 2-3%

Questa soluzione adotta un approccio modulare per le funzioni offerte. È possibile aggiungere pacchetti di funzioni in base a piani di abbonamento, pagamenti internazionali, servizi finanziari, commercio digitale e altro.

Il suo gateway di pagamento è compatibile con una selezione estesa di piattaforme e-commerce, con la possibilità di ottenere un flusso di checkout personalizzato.

Immagine: 2CheckOut

Il sistema di pagamento per abbonamenti è particolarmente efficiente, per questo motivo Verifone viene impiegato spesso nella distribuzione di Software-as-a-Service (Saas) e altri modelli che richiedono un pagamento ricorrente e pre-autorizzato.

È una soluzione pensata soprattutto per aziende in crescita che devono gestire un importante flusso di transazioni elettroniche, tuttavia le commissioni sono notevolmente elevate anche per chi opera con alti volumi di fatturato.

La scelta è quindi da ponderare con attenzione, e deve essere giustificata da un importante beneficio nell’uso dei suoi strumenti di vendita globale.

Pro

  • Pensato per chi opera a livello internazionale

  • Senza canone né vincoli

  • Soluzioni avanzate e altamente personalizzabili

  • Ottima per ricevere pagamenti ricorrenti con carta (es. abbonamenti)

Contro

  • Le commissioni sono molto elevate

  • Le tariffe sulla conversione di valuta sono poco convenienti

  • La configurazione non è semplice

  • Raccoglie molte opinioni negative da parte degli utenti

Qual è la migliore opzione per una piccola attività?

Per facilitare il confronto tra le soluzioni presentate in questo articolo, abbiamo raccolto nella seguente tabella le loro differenze:

Integrazione
ecommerce
Pagamenti
ricorrenti
Pay by link Buy button Fattura
elettronica
Negozio
online
Revolut No No No No
Stripe No No No No
PayPlug No No No
SumUp No No No
Satispay No No No
PayPal No No No
Verifone No No

Subito una nota sulla fatturazione elettronica. Sono diversi i servizi ad offrire la funzione di fatture online, tuttavia al momento solo SumUp offre un sistema conforme alla normativa italiana, regolarmente collegato al Sistema di Interscambio (SdI) dell’Ageniza delle entrate.

Sempre SumUp dà la possibilità di allestire un negozio online, già predisposto a ricevere pagamenti con carta. Nonostante ciò, tutte le funzionalità di questo brand sono basilari e adatte unicamente alle piccole imprese e ai professionisti che si servono degli strumenti online in maniera discontinua.

Le altre soluzioni non offrono la creazione di un negozio online, bensì gateway da integrare ai siti e-commerce per ricevere pagamenti con carta (SumUp, al contrario, non può essere integrato a siti di terze parti).

Tra questi, offrono più possibilità di personalizzazione Revolut, Stripe, PayPlug e Verifone. Quest’ultimo è costoso e poco economico per piccole imprese, dunque sconsigliato. Stripe e Revolut sono invece un buon compromesso tra costi e qualità. Anche Satispay è conveniente, tuttavia costituisce una modalità aggiuntiva più che un rimpiazzo di un tradizionale gateway.

PayPal offre un sistema molto efficiente per la ricezione dei pagamenti, ma è costoso. Nonostante ciò, implementarlo sul proprio sito e-commerce è indispensabile poiché molto popolare. La sua assenza potrebbe dissuadere potenziali clienti dal portare a termine l’acquisto.

La funzione pay-by-link è utile soprattutto per gli ordini a distanza, quindi per le attività che svolgono delivery o ritiro sul posto. Revolut e Satispay sono le due opzioni più economiche ma, ancora una volta, Satispay può essere usato solo dai clienti registrati al servizio. Anche SumUp mette a disposizione uno strumento molto facile da usare, la commissione è tuttavia conveniente solo a chi riceve un volume mensile limitato di pagamenti tramite questa modalità.

Alternative? Leggi il confronto tra le soluzioni all-in-one per negozi online