Confronto e opinioni tra i migliori POS economici per professionisti e piccole attività

SumUp e Axerve sono le offerte più appetibili per piccoli negozi e lavoratori autonomi con un basso volume di incassi con carta.

I loro piani tariffari sono convenienti se adottati entro determinate fasce di transato mensile. In questo confronto proponiamo un’analisi sintetica per assistere nella scelta del terminale giusto.

Logo Axervesumup-logo
Vedi offerta
Vedi offerta
Prezzo del terminale
Non acquistabileAir: € 39 € 19
3G: € 99 € 69
Canone mensile€ 15 – € 20
(IVA escl.)
Assente
Tariffa per transazioneAssente1,95 %
Accredito su conto corrente
1 giorno
Su qualsiasi c/c
3-4 giorni
Su qualsiasi c/c
Contactless
Apple Pay e Google Pay
Catalogo prodottiNoAir: Sì
3G: No
Profilo per membri
dello staff
NoAir: Sì
3G: No
SumUp
Costo
Air: € 19
3G: € 69
Commissione
1,95 %
Senza canone
Qualsiasi c/c
Vedi offerta
Axerve Easy
Costo
Non acquistabile
Canone mensile
€ 15 – 20
Senza commissioni
Qualsiasi c/c
Vedi offerta


Senza canone o senza commissioni?

Le soluzioni a confronto sono entrambe indirizzate a piccole attività con un transato elettronico contenuto, tuttavia propongono piani tariffari del tutto divergenti: uno senza canone ma con commissioni, l’altro senza commissioni ma con canone.

Axerve Easy prevede un canone mensile, ossia un costo fisso da corrispondere indipendentemente dall’uso del terminale. Il suo importo è legato al transato annuo (attraverso POS) dell’attività:

Entrate annue
con Axerve
Canone
mensile
fino a
€ 10.000
€ 15 + IVA
da € 10.001
a € 30.000
€ 20 + IVA

Non sono invece presenti commissioni sulle transazioni, cioè non ci sono altre spese al di fuori del canone appena visto in tabella.

SumUp non chiede un canone mensile, bensì la sola commissione sulle transazioni.

Commissione SumUp
Un esempio pratico

Per un conto di

€ 20

la commissione è

€ 0,39

(1.95% del totale)

Quest’ultima è fissa, non dipende dalle entrate dell’attività né dal circuito della carta.

Non essendoci costi fissi, si paga l’uso effettivo del POS.

La commissione sulle transazioni è pari all’1,95% dell’importo incassato con carta.

Ad esempio, se un cliente paga sul terminale un conto da 20 euro, SumUp tratterrà 39 centesimi.

Se il negozio riceve pochi pagamenti con carta, con questa soluzione si potranno contenere le spese.

Spesa mensile in base al transato

Con Axerve la spesa è fissa, mentre con SumUp varia in rapporto al volume degli incassi. Nella seguente tabella riportiamo esempi di entrate mensili con carta e rispettivi costi complessivi in base al servizio scelto.

Costo
mensile
Axerve
Costo
mensile
SumUp
Incassi mensili
€ 500
€ 15 + IVA€ 9,75
Incassi mensili
€ 700
€ 15 + IVA€ 13,65
Incassi mensili
€ 1.000
€ 20 + IVA€ 19,50
Incassi mensili
€ 1.200
€ 20 + IVA€ 23,40

Se hai un piccolo negozio, oppure sei un professionista e prevedi ricevere pochi pagamenti con carta, scegliendo SumUp le spese saranno basse se il POS viene utilizzato poco: se non si usa, non si paga.

Al contrario, se hai la certezza di incassare almeno € 1.000 al mese, la soluzione con canone fisso di Axerve è più conveniente perché le transazioni sono gratuite.

Con SumUp il terminale si acquista (e si sceglie), con Axerve si noleggia

Non vi è possibilità di scelta con Axerve, che nel canone mensile include il noleggio di un POS portatile Ingenico Move2500. Il dispositivo, dunque, dovrà essere restituito alla società qualora si voglia concludere il contratto.

Si tratta un terminale con SIM dati inclusa per ricevere pagamenti sia in negozio che al di fuori di una sede fissa. È dotato di stampante integrata per la stampa di ricevute cartacee. Le carte accettate sono PagoBancomat, Visa, VPay, MasterCard e Maestro. Non accetta American Express, per la quale è necessario un accordo esterno.

Il concorrente consente invece di acquistare a prezzi contenuti due diverse tipologie di dispositivi: si può scegliere tra POS mobile e POS portatile.

Il POS mobile SumUp Air funziona insieme ad uno smartphone. Foto: EC, Mobile Transaction

Il POS portatile SumUp 3G è autonomo ma leggero. Foto: EC, Mobile Transaction

SumUp Air è un POS mobile che trasforma il proprio smartphone in terminale di pagamento. Deve essere collegato via Bluetooth con il cellulare e gestito da app, della quale vi parliamo nella prossima sezione. In offerta ha un prezzo di € 19 + IVA (riservato ai nuovi clienti).

Accetta Visa, VPay, MasterCard, Maestro, American Express, UnionPay, Diners e Discover. I Bancomat vengono accettati tramite circuito Maestro. Per maggiori informazioni è possibile consultare la nostra recensione.

SumUp 3G è un POS portatile, dunque funziona in autonomia. Non vi è necessità dello smartphone. Rispetto al POS Axerve, questo terminale è più leggero e compatto ma si limita all’invio di ricevute digitali. Dispone invece di SIM integrata per elaborare pagamenti ovunque.

Accetta Visa, VPay, MasterCard, Maestro (Bancomat) e American Express. Una recensione completa è disponibile su questo sito.


SumUp Air offre funzioni gestionali aggiuntive

Essendo un POS mobile da associare al cellulare, il lettore di carte di credito Air si serve di un’app versatile con alcune funzioni interessanti.

All’interno dell’app si può impostare un catalogo dei prodotti. Ogni articolo in vendita nel negozio avrà la sua scheda con prezzo, foto e descrizione: quando un cliente giunge alla cassa con diversi articoli, il commerciante non dovrà fare altro che selezionarli con un singolo tocco sullo schermo per ottenere il totale da pagare.

È consentito altresì inserire manualmente l’importo totale, e infine registrare i pagamenti in contanti per ottenere un report completo di tutte le vendite giornaliere, settimanali e mensili.

SumUp Air permette di gestire catalogo dei prodotti e staff. Foto: SumUp

Se il negozio ha dipendenti, l’esercente – in qualità di amministratore – potrà autorizzare profili secondari ad accettare pagamenti con il lettore di carte. In tal modo ogni membro dello staff avrà il proprio account e potrà incassare attraverso SumUp.

Il titolare dell’attività potrà inoltre verificare in qualsiasi momento dall’applicazione le performance dei propri dipendenti (numero di pagamenti accettati in un dato periodo).

Le funzioni di gestione catalogo e staff non sono disponibili con SumUp 3G e Axerve, tuttavia forniscono entrambi resoconti delle vendite.

Axerve ha la stampante integrata, SumUp invia solo ricevute digitali

Il POS portatile di Axerve ha dimensioni e peso superiori perché ospita una stampante termica per ricevute cartacee.

Ingenico Move 2500

Il POS Axerve ha una stampante integrata

La stampa si svolge ad alta velocità (24 linee al secondo) su rotoli da 57 millimetri di larghezza e 15-20 metri di lunghezza, sufficienti per circa 200 transazioni.

Si parla in ogni caso della ricevuta di avvenuto pagamento e non dello scontrino di vendita, che dovrà essere comunque fornito da una stampante apposita collegata al registratore di cassa.

Non si può scegliere di inviare una ricevuta digitale tramite SMS o e-mail.

Al contrario, i POS SumUp non sono dotati di una stampante ma forniscono ricevute digitali dell’avvenuto pagamento. Sul display dell’app o del terminale appare, subito dopo la transazione, un campo per l’inserimento del numero di cellulare o indirizzo mail del cliente per l’invio automatico della ricevuta.

La ricevuta digitale è utile per eliminare la spesa relativa ai rotoli di carta termica.

La nostra opinione

Axerve e SumUp sono prodotti visibilmente differenti, per condizioni economiche e per tecnologia.

Pur indirizzandosi entrambi a piccole imprese e professionisti, il loro vantaggio è strettamente collegato ai volumi di transato elettronico.

Con l’offerta SumUp a rispamiare sono le attività che incassano poco con carta, al di sotto di € 1.000 al mese, mentre Axerve oltrepassanto tale fascia di entrate mensili con il terminale, Axerve permette di contenere le spese entro il canone fisso.

Sono entrambi ottimi servizi, ma la scelta migliore (più economica) sarà determinata unicamente dagli incassi mensili.

Gli strumenti forniti sono anch’essi diversi: uno più tradizione (il POS portatile di Axerve), gli altri più moderni (SumUp Air) o basilari (SumUp 3G), ma semplici da usare. Tutti sono, nella loro diversità, ottimi terminali che eseguono il loro compito in maniera efficiente.

Le considerazioni in ambito tecnologico non dovrebbero tuttavia influenzare la scelta: puntando al risparmio, la selezione dovrebbe poggiare su criteri economici, da calcolare a seconda della media di entrate mensili.

TerminaleRichiesta
SumUp Air
Senza canone
Commissione
1,95%
Con app
Vedi offerta
Axerve Easy
Canone
€ 15-20 al mese
Senza commissioni
Autonomo
Vedi offerta
SumUp 3G
Senza canone
Commissione
1,95%
Autonomo
Vedi offerta