Qual è la prepagata più economica? Quali sono le carte con IBAN? Ci sono ricaricabili per minorenni?

In questo articolo mettiamo a confronto le migliori carte prepagate del 2019.

Proponiamo una sintesi su funzionalità, costi e caratteristiche, senza dimenticare le opinioni degli utenti.

Carta prepagataCostiLink
Hype
Attivazione
GRATIS
Canone mensile
GRATIS
o 1 € al mese
Ricarica
0 – 0,90 €
N26
Attivazione
GRATIS
Canone mensile
GRATIS
o 9,90 € al mese
Ricarica
Gratuita
Yap
Attivazione
GRATIS
Canone mensile
GRATIS
Ricarica
€ 0 – 2,50
PostePay
Attivazione
€ 5 – 10
Canone mensile
GRATIS
o 1 € al mese
Ricarica
€ 1 – 3
Genius Card
Attivazione
€ 5
Canone mensile
€ 2
Ricarica
€ 1 – 3
Hype
Carta prepagata HypeAttivazione
GRATIS
Canone mensile
GRATIS
o 1 € al mese
Ricarica
0 – 0,90 €
N26
Carta N26Attivazione
GRATIS
Canone mensile
GRATIS
o 9,90 € al mese
Ricarica
Gratuita
Yap
Attivazione
GRATIS
Canone mensile
GRATIS
Ricarica
€ 0 – 2,50
PostePay
Attivazione
€ 5 – 10
Canone mensile
GRATIS
o 1 € al mese
Ricarica
€ 1 – 3
Genius Card
Carta prepagata Genius CardAttivazione
€ 5
Canone mensile
€ 2
Ricarica
€ 1 – 3

Di seguito diamo un’occhiata a vantaggi e svantaggi di queste 5 carte prepagate.

Hype di Banca Sella

Logo Hype
Il nostro voto
  • Attivazione e spedizione gratuite

  • Hype Start a costo zero

  • Hype Plus a basso costo

  • IBAN e bonifici gratuiti

  • Prelievi gratuiti

  • Programma cashback

  • Risparmio automatico

  • Apple Pay e Google Pay

  • Attivazione e spedizione gratuite

  • Hype Start a costo zero

  • Hype Plus a basso costo

  • IBAN e bonifici gratuiti

  • Prelievi gratuiti

  • Ricarica gratuita

La carta prepagata di Banca Sella ha conquistato in breve tempo i consumatori italiani grazie alla sua convenienza e praticità.

Hype Start è senza canone, cioè a costo zero, indicata ai giovani in cerca di un wallet digitale. Può essere usata in negozio (anche con smartphone) e online, tuttavia non è abilitata agli addebiti diretti (es. Netflix, Amazon Prime, ecc.)

Hype Plus costa un solo euro al mese ed offre servizi simili a quelli di un conto corrente. Plafond annuo elevato, addebiti diretti e possibilità di richiedere un micro-credito, ossia un prestito personale fino a 2.000 €. Il piano Plus consente anche di ricevere lo stipendio, contrariamente alla versione gratuita.

Entrambe sono compatibili con Apple Pay e Google Pay, offrono il pagamento di bollettini (inclusi MAV e RAV), ricariche telefoniche e bonifici in entrate e in uscita.

Nell’app si controllano in tempo reale tutti movimenti.

Le statistiche vengono aggiornate in base alle categorie di spesa.

Le modalità di ricarica sono molteplici e gratuite: con altra carta di pagamento direttamente da app, con bonifico, da ATM QuiMultiBanca con Bancomat, in contanti presso una filiale Banca Sella. L’unico metodo che richiede una commissione è la ricarica attraverso ViaCash nei supermercati convenzionati.

La funzione Risparmio è un salvadanaio elettronico. Permette di impostare un piano di risparmio automatico in vista di un obiettivo (es. viaggio, acquisti, ecc.); ogni giorno una somma viene messa da parte fino al giorno fissato dall’utente.

L’app consente di scambiarsi rapidamente somme tra amici e familiari, oltre che a dividere in modo semplice un conto grazie al calcolo automatico tra le persone selezionate in rubrica.

Sebbene funzioni perfettamente all’estero, non è la migliore carta per viaggiare fuori Zona Euro: quando si paga o si preleva in moneta diversa dall’Euro viene applicata una maggiorazione del 3%, più elevata rispetto ad altre soluzioni.

Per viaggiare si consiglia invece la carta N26, che classifichiamo alla seconda posizione della nostra Top 5.

Hype StartHype Plus

N26, il conto tedesco

Il nostro voto
  • Piano base gratuito

  • Tasso di cambio non maggiorato

  • Assicurazione di viaggio

  • Prelievi gratuiti ovunque

  • La migliore app di gestione

  • Piano base gratuito

  • Conversione gratuita

  • Assicurazione viaggio

  • Prelievi gratuiti ovunque con il piano Black

  • Migliore app

È un conto corrente tedesco con una carta internazionale associata; esiste in versione gratuita oppure con canone mensile.

N26 è il conto base, senza canone mensile ma non per questo meno interessante della sua versione a pagamento. Quando si è all’estero, fuori dalla Zona Euro, i pagamenti in negozio sono completamente gratuiti mentre viene applicata una commissione dell’1,7% sui prelievi di contante (mentre in Italia sono a costo zero).

N26 You comporta un canone mensile di 9,90 €, tuttavia offre maggiori servizi rispetto al conto base. Include un’assicurazione viaggio che rimborsa l’utente in caso di ritardo del volo o della consegna bagagli, furto di contanti all’estero o dello smartphone. Il piano You elimina inoltre la commissione sui prelievi in moneta estera.

Con la conversione di moneta gratuita, N26 è ideale per viaggiare.

L’accesso all’app è rapido con improta digitale o riconoscimento facciale.

I bonifici nazionali ed europei sono gratuiti, mentre quelli esteri sono a basso costo grazie all’accordo con TransferWise. La carta MasterCard di questo servizio è abilitata a Apple Pay e Google Pay, dunque può essere utilizzata per pagare in negozio con il telefono.

Si ricarica con bonifico oppure in contanti presso i supermercati convenzionati con Cash26.

Non è possibile pagare bollettini né ricaricare il telefono; a questo scopo è più indicata Carta Hype.

Yap di Nexi

Il nostro voto

  • Senza canone mensile

  • Plafond elevato

  • Divisione conto in app

  • Invio carta a pagamento

  • Bonifici solo in entrata

Yap è la prepagata offerta da Nexi Payments, una delle maggiori aziende italiane nel settore dei pagamenti digitali.

Senza canone né altri costi fissi, questa carta è completamente gratuita ma richiede la spesa di circa 9,90 € per l’invio della carta fisica. Quest’ultima è opzionale ma utile soprattutto per chi non è pratico di Apple Pay e Google Pay (entrambi abilitati) oppure quando si è in viaggio all’estero.

Yap si ricarica con altra carta, con bonifico o su ATM QuiMultiBanca.

Per dividere il conto basta selezionare i contatti in rubrica.

All’estero il tasso di cambio subisce una maggiorazione di 1-2% (meno elevato di Hype ma superiore a N26).

Rispetto ai concorrenti, Yap soffre di qualche carenza. Tra queste si segnala la possibilità di ricevere bonifici ma non di inviarli; inoltre il prelievo di contanti prevede la commissione di 1 euro.

Lo scambio di somme e divisione conto tra amici e familiari, la possibilità di addebiti diretti e pre-autorizzazioni nonché la gratuità del conto rendono in ogni caso Yap un servizio conveniente e pratico tra i giovani.


PostePay di PosteItaliane

Logo PostePay
Il nostro voto

  • Bollettini postali e RAV

  • VISA o MasterCard

  • Canone € 0-12 all’anno

  • Attivabile solo in ufficio postale

  • Ricarica con commissione

  • Prelievo con commissione

Grazie al marchio Poste Italiane, le prepagate PostePay rimangono tra le più popolari nel nostro paese. Detto ciò, prima di farne richiesta si consiglia di valutarne bene la convenienza.

Si richiedono esclusivamente all’ufficio postale, comportano una spesa per l’attivazione nonché commissioni per prelievi e ricariche.

La PostePay Standard è gratuita ma, prima di considerarla economica, meglio informarsi sulle tariffe applicate alle singole operazioni.

Un canone annuo di 12 euro (pari a quello di Hype) è dovuto per la PostePay Evolution. A differenza della sua “sorella minore” dispone di IBAN per invio (con commissione di 1 euro) e ricezione di bonifici europei.

Può essere utilizzata all’estero grazie ai circuiti Visa Electron della Standard e MasterCard della Evolution. I prelievi hanno un costo di 5 euro, ai quali si aggiunge una maggiorazione dell’1.15% sul tasso di cambio.

Nel complesso, le commissioni rendono qualsiasi versione della PostePay una soluzione poco conveniente.

Recensione: PostePay, la prepagata famosa ma cara


Genius Card di UniCredit

Logo UniCredit
Il nostro voto

  • Senza canone (Click)
  • Genius Card € 2 al mese
  • Bollettini postali e RAV
  • Attivabile in banca

  • Commissioni alte

La gamma di prepagate UniCredit è costituita da UniCreditCard Click (versione base) e Genius Card. Solo quest’ultima è dotata di IBAN e può dunque essere usata in sostituzione del conto corrente, con possibilità di addebito diretto e accredito dello stipendio.

Per attivare la prepagata di UniCredit è necessario recarsi in una filiale della banca e pagare l’emissione della carta, che tuttavia rappresenta solo il primo di una lunga serie di costi.

I prelievi sono gratuiti esclusivamente presso gli ATM del gruppo UniCredit. Prelevare agli sportelli automatici di altri istituti comporta il pagamento di una commissione di € 2, che non esitiamo a giudicare eccessiva se confrontata con le ottime carte a pagamento della concorrenza.

La maggiorazione sul tasso di cambio per valuta estera è minore rispetto a quello di Hype, tuttavia – come la PostePay – prelevare contante all’estero prevede una commissione di ben 5 euro.

Uniche operazioni a non comportare spese di servizio sono la domiciliazione delle utente e le ricariche cellulare.

Per approfondire: Recensione Genius Card e UniCreditCard Click

CartaLink
Hype
Economica
Moderna
N26
Ideale in viaggio
Plafond illimitato
Yap
Gratuita
Plafond elevato
PostePay
Servizi postali
economici
Genius Card
Gratuita fino
a 30 anni