Voto(3.7/5)
POS senza canone, conto esercente e carta aziendale inclusa.
Una soluzione senza canone, con commissioni sul transato. Gli incassi vengono accreditati all’istante sul conto myPOS.
  • Pro: Accrediti istantanei. Carta aziendale inclusa. Senza canone. Funziona in tutta Europa.

  • Contro: Bonifici e prelievi dal conto myPOS prevedono commissioni. Tariffe elevate su carte estere e premium.

  • Scegli se: Hai necessità di accesso immediato agli incassi della giornata.


Offerta speciale per i lettori di Mobile Transaction

Gli esercenti possono scegliere il POS più adatto alle esigenze della propria attività tra terminali portali tradizionali o smart.

L’acquisto del dispositivo elimina l’incombenza del canone mensile.

Le spese di spedizione ammontano a 10 euro.

MobileTransaction è una risorsa indipendente che ha conquistato in un anno la fiducia di oltre un milione di piccole attività.

Consentiamo ai fornitori di servizi di offrire sconti per i nostri lettori. Gli sconti non influenzano i nostri contenuti editoriali. I giudizi si basano sui prezzi di listino.

Acquista con lo sconto

Cos’è e come funziona myPOS

myPOS è una società britannica con sede a Londra, opera in tutta Europa con autorizzazione della Financial Conduct Authority. Fornisce una soluzione completa per accettare pagamenti con carta:

  • Conto esercente
  • Terminale POS
  • Scheda dati multioperatore
  • Carta di debito aziendale

Il conto è incluso nell’offerta e direttamente collegato al POS, in modo tale da poter accedere istantaneamente agli incassi.

Nel momento in cui accettiamo un pagamento, l’importo sarà accreditato subito al netto delle commissioni. Da qui potremo trasferire i fondi sul nostro conto corrente tramite bonifico oppure usare i fondi dallo stesso conto e-money.

La confezione myPOS include: terminale, caricabatterie, scheda dati, carta aziendale.

La carta di debito aziendale del circuito Visa può essere usata per effettuare pagamenti o prelevare contanti presso qualsiasi sportello automatico (ATM), in tutto il mondo.

Con qualsiasi lettore del marchio è possibile ricevere pagamenti da carte di credito, di debito e prepagate dei circuiti Visa, Visa Electron, VPay, MasterCard, Maestro, American Express, UnionPay, JCB – anche attraverso Apple Pay e Google Pay.

Carte accettate

Visa

Grazie alla SIM dati pre-installata (a traffico illimitato e multioperatore) è possibile ricevere pagamenti ovunque, in negozio o in mobilità.

Gli esercenti possono inoltre attrarre nuova clientela con il servizio di ricarica del credito telefonico per gli operatori TIM, Vodafone, Wind, Tre e PosteMobile. Per ogni ricarica effettuata si riceve una commissione.

La gamma di terminali

L’azienda mette a disposizione una gamma di terminali per tutte le tasche ed esigenze:

POS Prezzo Offerta
Go
29 €
26,10 €
Mini
129 €
116,10 €
Mini Ice
189 €
170,10 €
Combo
249 €
224,10 €
Smart N5
349 €
314,10 €

Prezzi IVA esclusa.

POS Prezzo Offerta
Go
29 €
26,10 €
Mini
129 €
116,10 €
Mini Ice
189 €
170,10 €
Combo
249 €
224,10 €
Smart N5
349 €
314,10 €

Prezzi IVA esclusa.

Go

POS Go

• Prezzo: 29 € 26,10 € (IVA escl.)
• Stampante: assente
• Peso: 170 g
• Batteria: 1.500 mAh

Go è il dispositivo più economico della gamma. Si può acquistare al prezzo di 29 € 26,10 € + IVA.

Si presenta con un design compatto: 13,6 × 6,66 × 2,04 cm. È consigliato innanzitutto a chi vuole risparmiare sul prezzo, ma anche a chi ha poca familiarità con i dispositivi tecnologici.

Per ricevere un pagamento è sufficiente digitare l’importo e confermare sulla tastiera fisica, poi avvicinare o inserire la carta. Elabora transazioni tramite chip, banca magnetica e contactless.

Nonostante la semplicità d’uso, anche questo POS economico consente di utilizzare servizi come la ricarica telefonica. Dal menu, accessibile attraverso i tasti, si accede inoltre alle funzioni di storno, richiesta di pagamento e buoni regalo.

Il display di 2,4 pollici è piccolo ma touchscreen per l’acquisizione della firma del cliente (nel caso in cui la carta lo richieda).

Potrebbe interessarti: Recensione myPOS Go – un terminale economico per accrediti istantanei

Mini

POS Mini

• Prezzo: 129 € 116,10 € (IVA escl.)
• Stampante: assente
• Peso: 165 g
• Batteria: 1.900 mAh

Mini è uno dei dispositivi più interessanti, e senza ombra di dubbio il migliore per lavorare in mobilità: con soli 165 grammi è il più leggero dei prodotti myPOS.

Ha una batteria poco più potente del Go, uno schermo da 2,4 pollici e una tastiera di pulsanti tattili per l’inserimento dell’importo e la navigazione nel menu.

Come prevedibile, neanche il Mini è provvisto di stampante per le ricevute digitali ma in compenso può essere trasportato in tutta comodità senza sentirne il peso.

POS per tassisti

La semplicità d’uso e il design essenziale non influiscono però sulle sue funzioni: può accettare preautorizzazioni, eseguire ricariche telefoniche e inviare richieste di pagamento.

Mini Ice

POS Mini Ice

• Prezzo: 189 € 170,10 € (IVA escl.)
• Stampante: assente
• Peso: 182 g
• Batteria: 3.050 mAh

Mini Ice è un POS senza fili con schermo touchscreen di 4 pollici, mentre non vi è alcuna tastiera fisica. È molto simile ad uno smartphone, anche nell’uso.

Possiede la batteria più potente (3.050 mAh) tra i terminali visti finora, dunque è particolarmente indicato a chi lavora in mobilità, senza nulla togliere all’uso in negozio.

Le ricevute digitali possono essere inviate tramite e-mail o SMS, inserendo rispettivamente indirizzo di posta elettronica o numero di cellulare del cliente.

Oltre alle funzionalità già menzionate in precedenza (Top Up e preautorizzazioni), questo dispositivo permette di creare diversi profili per lo staff e di controllare le loro prestazioni dalla piattaforma web.

Attraverso il display di 4 pollici si possono generare rapidamente delle gift card, buoni regalo per condurre delle efficaci campagne promozionali o da proporre per la vendita.

Combo

POS Combo

• Prezzo: 249 € 224,10 € (IVA escl.)
• Stampante: integrata
• Peso: 360 g
• Batteria: 2.300 mAh

Combo costituisce un buon compromesso tra il tradizionale POS portatile e più innovativi ritrovati in campo di pagamenti digitali.

Dispone di una stampante termica ad alta velocità per ricevute cartacee e di una batteria a lunga durata (non la più potente della gamma) e di una tastiera fisica.

Peso (360 g) e dimensioni (162.5 x 80 x 56 mm) lo rendono maggiormente indicato all’uso in negozio, pur essendo perfettamente autonomo per l’uso in mobilità – come tutti i dispositivi myPOS.

Include la SIM dati con traffico illimitato per elaborare le transazioni in qualsiasi luogo, ma può collegarsi anche ad un rete WiFi o servirsi della connessione internet di altri dispositivi via Bluetooth.

Si può attivare il servizio Top-Up per le ricariche telefoniche, creare profili per il personale (e verificarne le prestazioni sulla piattaforma online), personalizzare la ricevuta cartacea.

Strutture ricettive e attività di ristorazione troveranno utile le pre-autorizzazioni, idealo per garantire le prenotazioni via telefono o siti web.

Smart N5

POS Smart N5

• Prezzo: 349 € 314,10 € (IVA escl.)
• Stampante: integrata
• Peso:
• Batteria: 4.300 mAh

Smart N5 è il POS più costoso della gamma ma anche quello con maggiori potenzialità.

Si tratta di uno smartPOS con sistema operativo Android. Nell’app market sono disponibili decine di applicazioni da scaricare per aggiungere nuove funzioni al dispositivo.

È disponibile in due colori (rosso e bianco), può inviare ricevute digitali ma è dotato anche di stampante termica per quelle cartacee.

Lo schermo è ampio 5,5 pollici e dunque consente di eseguire qualsiasi tipo di operazione agevolmente, usandolo come uno smartphone o un tablet.

POS Smart N5

Grazie alla SIM integrata si possono accettare pagamenti ovunque; inoltre può essere connesso ad una rete WiFi per sfruttare una connessione più stabile e veloce.

Si ha accesso a tutte le funzionalità aggiuntive offerte da myPOS.

Costi e commissioni

Tutti i terminali della gamma condividono il medesimo piano tariffario:

Costo
Attivazione
GRATIS
Canone
GRATIS
Spedizione POS 10,00 €

Quando si sottoscrive il servizio è necessario acquistare il terminale preferito (per il quale non ci sarà alcun canone mensile o annuo) e coprire i costi di spedizione.

In seguito si paga solo per l’uso effettivo del POS, ossia una commissione per ogni transazione elaborata. La soluzione ideale per le piccole attività che non ricevono molti pagamenti con carta.

Commissioni per transazione

Circuito Costo
Visa, MasterCard, Maestro, VPay 1,55 %
Carte internazionali 2,85 %

Per le carte dei circuiti Visa, MasterCard, Maestro, VPay e Visa Electron emesse in Europa (EEA) la tariffa è pari all’1,55% della transazione. Le carte internazionali e premium (Amex, JCB, UnionPay) implicano invece una tariffa piuttosto elevata.

Conto esercente

Operazione Commissione
Bonifico SEPA 3,00 €
Addebito diretto 0,50 €
Chiusura conto 15,00 €

Il trasferimento degli incassi dal conto myPOS verso un conto corrente può avvenire tramite bonifico al costo di 3 euro. Occorre prestare attenzione a questa spesa, che rischia di far svanire il risparmio procurato dall’assenza di canone periodico.


Carta aziendale

Costo
Pagamento su
POS o online
GRATIS
Prelievo ATM UE
( ≤ € 300 )
2,00 €
Prelievo ATM UE
( > € 300 )
4,00 €

La carta di debito aziendale (ossia il bancomat aziendale) può essere utilizzata gratuitamente per pagare su POS oppure per effettuare acquisti online, mentre il prelievo di contanti presso gli sportelli automatici comporta una commissione elevata.

Pagamenti online

Oltre al POS fisico, l’azienda mette a disposizione un terminale virtuale per elaborare transazioni per via telematica.

Con myPOS si accettano anche pagamenti online.

Diverse le modalità per ricevere pagamenti a distanza:

Sito e-commerce

Link di pagamento

Pay Button

POS virtuale

Non sono previsti né costi di attivazione né canone mensile.

Ancora una volta, viene adottato un piano tariffario al consumo: si paga solo quando si riceve un pagamento.

La commissione risulta essere tra le più convenienti in Italia (2,25% per transazione).

I concorrenti (es. Axerve, SumUp, Axepta) fissano tariffe più elevate oppure prevedono canone mensile fisso.

Come iniziare

È possibile sottoscrivere il servizio nei negozi ufficiali del brand oppure online. Ad oggi in Italia è presente un solo punto vendita, a Milano in Corso Europa.

Chi non ha la possibilità di recarsi nel capoluogo lombardo può ugualmente acquistare i terminali del marchio sul sito ufficiale myPOS.

Il punto vendita italiano di myPOS si trova a Milano, in Corso Europa n.11

Prima si compila un modulo con i dati richiesti, poi si passa alla verifica dell’identità attraverso videochiamata di pochi minuti, durante la quale viene chiesto di mostrare carta d’identità e codice fiscale. Si tratta di una procedura obbligatoria, in conformità delle norme antiriciclaggio.

La conferma definitiva per l’apertura del conto avviene entro alcune ore lavorative dalla verifica dell’identità, tuttavia potrebbero verificarsi ritardi se gli operatori devono far fronte ad un numero elevato di registrazioni.

Aperto il conto esercente, sarà necessario caricare la documentazione relativa alla propria attività commerciale. Si consiglia di espletare tutti gli adempimenti burocratici prima di procedere all’acquisto del dispositivo: alcune attività potrebbero non essere approvate.

Servizio clienti

Si può ottenere assistenza tramite numero telefonico oppure via e-mail.

Per il supporto tecnico è disponibile un recapito telefonico di rete fissa, mentre un numero verde è dedicato alle segnalazioni di smarrimento o furto della carta aziendale.

Dalle opinioni presenti in rete emergono rigidi controlli rispetto ai dati e alla documentazione forniti in fase di registrazione.

Piccoli errori potrebbero dare luogo ad una serie di verifiche reputate inutilmente fastidiose da molti utenti. In realtà, come accennato nel paragrafo sulla registrazione, si tratta di verifiche imposte dalla normativa europea e dunque improrogabile.

La maggior parte delle testimonianze negative sul servizio di assistenza ai clienti riguarda la fase iniziale, dunque si consiglia vivamente di porre molta attenzione nella compilazione del modulo di registrazione, così da evitare che una distrazione possa trasformarsi nel prolungamento dei tempi di verifica.

La nostra opinione

La caratteristica principale della soluzione qui recensita è l’assenza di costi fissi, al contrario sempre presente nelle offerte delle banche.

Eliminando il canone mensile e annuo, myPOS si propone come un’alternativa vantaggiosa per professionisti e piccole imprese che non usano il terminale in modo frequente.

La commissione dell’1,55% sulle più comuni carte di pagamento è a nostro avviso ragionevole.

myPOS accredita in modo istantaneo gli incassi, ma occorre prestare attenzione ai costi sulle operazioni del conto esercente.

Vi è però un inconveniente da non sottovalutare: la tariffa applicata ai bonifici.

Se da un lato non vi è canone mensile, dall’altro trasferire gli incassi sul proprio conto corrente costa 3 euro ad operazione; di fatto ci troviamo di fronte ad una spesa mensile inevitabile, seppur variabile in funzione dell’uso.

Un’alternativa senza costi aggiuntivi giunge dal concorrente SumUp: nonostante la commissione più elevata sulle transazioni (1,95% su tutti i circuiti), non presenta alcuna spesa extra e accredita gratuitamente su qualsiasi conto corrente (in 2-3 giorni lavorativi) o sulla prepagata a costo zero (in 1 giorno, anche durante i fine settimana).

Ottima è invece la commissione di myPOS sui pagamenti a distanza, tra le più convenienti proposte in Italia. Senza ombra di dubbio, potrebbe configurarsi come un sistema economico per elaborare transazioni nel proprio negozi online o ricevere pagamenti per prenotazioni via telefono.