Voto(3.9/5)
Un POS senza canone con accesso istantaneo ai fondi.
Include un conto esercente e una carta aziendale. Il terminale più economico costa 39 €.
  • Pro: Accrediti istantanei su conto myPOS. Carta business per pagare e prelevare. Senza canone. Funziona in tutta Europa.

  • Contro: Commissioni elevate su bonifici e prelievi di contante con carta myPOS.

  • Scegli se: Necessiti di accedere subito agli incassi del terminale. Lavori in diversi paesi europei.

myPOS Go POS portatile ComboCombo Carbon
Link
Prezzo 39 € 249 € 219 €
Spedizione 10 €
Commissioni per transazione
1,20 – 2,85 %
(dettagli nella sezione Costi)
Connessione WiFi, 4G, 3G (SIM integrata)
Dimensioni (mm) 136 x 66.6 x 20.4 162.5 x 80 x 56 194 x 80 x 68.8
Peso 170 g 360 g 420 g
Stampante No
myPOS Go POS portatile ComboCombo Carbon
Link
Prezzo 39 € 249 € 219 €
Spedizione 10 €
Commissioni per transazione
1,20 – 2,85 %
(dettagli nella sezione Costi)
Connessione WiFi, 4G, 3G (SIM integrata)
Dimensioni (mm) 136 x 66.6 x 20.4 162.5 x 80 x 56 194 x 80 x 68.8
Peso 170 g 360 g 420 g
Stampante No

Mobile Transaction si serve di criteri di valutazione specifici che determinano il voto finale di ogni POS portatile.

Prima di tutto, valutiamo l’efficienza generale del terminale:

  • La ricezione dei pagamenti funziona bene?
  • Quanto dura la batteria?
  • Accetta i principali circuiti di pagamento?

Nei criteri di valutazione si considerano, inoltre:

  • Funzioni, connettività e qualità del materiale – È un buon prodotto?
  • Prezzo, commissioni e tempi di accredito – È conveniente per piccole imprese?
  • Registrazione e trasparenza – La registrazione è intuitiva e rapida? Termini e condizioni sono facilmente accessibili?
  • Servizi a valore aggiunto – Sono disponibili pagamenti a distanza e strumenti per la gestione dell’attività?
  • Assistenza e recensioni – Il servizio clienti è efficace? Le opinioni degli utenti sono positive?

Cos’è e come funziona myPOS

myPOS è una società britannica con sede a Londra, opera in tutta Europa con autorizzazione della Financial Conduct Authority.

Fornisce a imprese e professionisti una soluzione completa per ricevere pagamenti con carta:

  • Conto esercente
  • Terminale POS
  • SIM dati multioperatore
  • Carta di debito business
  • Gateway di pagamento
  • Pay by link
  • Pagamenti QR
  • POS virtuale
  • Pulsanti “Paga”

Il conto è incluso nell’offerta e collegato direttamente al terminale, così da mettere subito a disposizione le somme incassate tramite POS.

Nel momento in cui si riceve un pagamento con carta, l’importo viene accreditato sul conto myPOS e il saldo presente può essere usato con pagando con carta, prelevando contanti oppure effettuando bonifici.

Immagine: myPOS

L'offerta include terminale, carta aziendale e conto esercente

Per trasferire gli incassi su un conto corrente (personale o aziendale, proprio o altrui) è necessario effettuare un bonifico. Ribadiamo dunque che le somme non vengono accreditate su conto corrente bancario, tuttavia possono essere trasferite in qualunque momento dallo stesso utente.

Tutti i terminali del marchio sono compatibili con carte di credito, carte di debito e pepagate dei circuiti Visa, Visa Electron, VPay, MasterCard, Maestro, American Express, UnionPay, JCB.

I dispositivi possono inoltre elaborare transazioni tramite Apple Pay e Google Pay ( i clienti potranno pagare anche con il loro smartphone).

Carte accettate

VisaVisa ElectronV PayMastercardMaestroAmerican ExpressUnion PayJCBApple PayGoogle Pay

Tutti i terminali sono muniti di una SIM dati con traffico incluso. La presenza della scheda consente al dispositivo di elaborare transazioni ovunque, senza necessità di collegarsi a router o altri apparecchi esterni.

Quando si è in negozio è tuttavia possibile collegare i terminali ad un router WiFi per servirsi di una connessione fissa e ridurre il consumo di batteria.

Tra i servizi a valore aggiunto vi è la creazione di un sito e-commerce per vendere online. Più avanti approfondiamo le funzioni extra incluse con myPOS.

Costi e commissioni

Se il prezzo iniziale varia in funzione del terminale scelto, il resto delle spese non cambia.

myPOS propone un unico piano tariffario per tutti i suoi dispositivi.

Abbiamo tentato di facilitare la lettura delle commissioni dividendo le voci di spesa in diverse tabelle:

Costo
Attivazione
Gratis
Canone
Nessuno
Spedizione POS 10 €

Alla registrazione si dovrà procedere con l’acquisto del terminale scelto, per il quale si dovranno coprire anche i costi di spedizione.

Il lato positivo è l’assenza di canone: la spesa iniziale è inevitabile, ma in compenso non ci saranno spese fisse mensili.

Commissioni sulle transazioni

Carte Costo
Personali, emesse in UE e UK
1,20 % + 0,05 €
Commerciali emesse in UE e UK 2,55 % + 0,05 €
Tutte le altre 2,85 % + 0,05 €

Le tariffe si distinguono in base al tipo di carta.

Quelle emesse nei paesi dell’Unione Europea e nel Regno Unito, di tipo personale (cioè quelle per privati) hanno una tariffa conveniente, mentre più elevata è la tariffa sulle carte commerciali (business, aziendali) nonché quelle emesse fuori UE e UK.

Se dovessimo valutare myPOS esclusivamente in base alle tariffe sulle transazioni, allora può essere considerata un’offerta vantaggiosa per le attività che ricevono un volume modesto di pagamenti con carta.

Attenzione però alla parte fissa della commissione, cioè i 5 centesimi di euro che vengono addebitati anche sulle transazioni di basso importo, incidendo in modo negativo sui micro-pagamenti.

Inoltre, come si è anticipato, occorre fare attenzione alle spese legate all’uso del conto myPOS:

Conto myPOS

Operazione Commissione
Bonifico SEPA 3 €
Addebito diretto 0,50 €
Chiusura conto 15 €

Inviare un bonifico in Italia e in Europa ha un costo di 3 euro ad operazione, un importo eccessivo se pensiamo al fatto che ormai quasi tutti i conti mettono a disposizione bonifici gratuiti o a basso costo.

Il problema sorge nel caso in cui si abbia necessità di trasferire con una certa frequenza gli incassi dal conto myPOS al proprio conto corrente bancario.

Ipotizzando di effettuare quattro trasferimenti al mese, una spesa di 16 euro andrebbe a sommarsi alle commissioni sul transato. In altre parole, una sorta di canone.

L’utente, dunque, trae vantaggio da questa soluzione solo riducendo al minimo i trasferimenti verso il conto bancario, lasciando i fondi sul conto myPOS e sfruttando la carta per pagare in negozio e online.


Carta aziendale

Costo
Pagamento su
POS o online
Gratis
Prelievo ATM UE
( ≤ € 300 )
2,00 €
Prelievo ATM UE
( > € 300 )
4,00 €

La carta di debito aziendale (ossia il bancomat collegato al conto myPOS) può essere utilizzata gratuitamente per pagare in negozio oppure per effettuare acquisti online.

Il prelievo di contanti presso gli sportelli automatici (i cosiddetti sportelli bancomat o ATM) comporta invece una commissione di 2 o 4 euro a seconda dell’importo prelevato.

Per evitare addebiti di commissioni oltre a quelle sul transato si deve dunque sfruttare la carta per effettuare pagamenti, ed evitare o ridurre al minimo bonifici e prelievi.

La gamma di terminali

L’azienda mette a disposizione una gamma di terminali per tutte le tasche ed esigenze:

Go

POS Go

Prezzo: 39 € (IVA escl.)
• Stampante: assente
• Peso: 170 g
• Batteria: 1.500 mAh

Go è il dispositivo più economico della gamma.

Si presenta con un design compatto: 13,6 × 6,66 × 2,04 cm. È consigliato innanzitutto a chi vuole risparmiare sul prezzo di acquisto e non necessita di fornire la ricevuta cartacea ai clienti.

Per ricevere un pagamento basta digitare l’importo sulla tastiera fisica, confermare con il tasto verde e avvicinare o inserire la carta del cliente. Elabora transazioni con chip, banca magnetica e contactless.

Nonostante la semplicità d’uso, anche questo POS economico consente di effettuare alcune operazioni aggiuntive. Tramite l’uso dei tasti si naviga nel menù per accedere alle funzioni di storno, richiesta di pagamento e perfino ricarica telefoniche.

Il display di 2,4 pollici è piccolo ma touchscreen per l’acquisizione della firma del cliente (nel caso in cui la carta lo richieda).

Combo

POS Combo

• Prezzo: 249 € (IVA escl.)
• Stampante: integrata
• Peso: 360 g
• Batteria: 2.300 mAh

Combo è una sorta di compromesso tra il tradizionale POS portatile e i moderni terminali.

Dispone di una stampante termica ad alta velocità per ricevute cartacee e di una batteria a lunga durata (non la più potente della gamma) e di una tastiera fisica.

Peso e dimensioni lo rendono maggiormente indicato all’uso in negozio, pur essendo autonomo e dunque adatto anche all’uso in mobilità (come tutti i dispositivi myPOS).

Include la SIM dati con traffico illimitato per elaborare le transazioni in qualsiasi luogo, ma può collegarsi anche ad un rete WiFi o servirsi della connessione internet di altri dispositivi via Bluetooth.

Si può attivare il servizio Top-Up per le ricariche telefoniche, creare profili per il personale (e verificarne le prestazioni sulla piattaforma online), personalizzare la ricevuta cartacea.

Strutture ricettive e attività di ristorazione troveranno utile le pre-autorizzazioni, idealo per garantire le prenotazioni via telefono o siti web.

Carbon

Carbon presenta un touchscreen e una stampante termica per ricevute cartacee

• Prezzo: 219 € (IVA escl.)
• Stampante: integrata
• Peso: 420 g
• Batteria: 2.600 mAh

Carbon è lo smartPOS della gamma, un dispositivo che unisce la qualità dei materiali all’efficienza dell’uso attraverso il sistema operativo Android.

Si distingue dagli altri terminali perché, oltre ad accettare pagamenti, dà la possibilità di aggiungere funzioni attraverso la semplice installazione di app (gratuite o a pagamento) scaricate dall’AppMarket Android di myPOS.

Nello store, accessibile dallo stesso terminale, sono attualmente presenti applicazioni per la gestione del negozio e degli ordini, per offrire ai clienti il servizio di ricarica del credito telefonico e il pagamento di bollettini.

Il POS Carbon è dotato inoltre di stampante termica per l’emissione di ricevute cartacee.

Tra Combo e Carbon, quest’ultimo è sicuramente la scelta migliore considerate le potenzialità del sistema Android; inoltre è dotato di una batteria più potente, di un comodo touchscreen che semplifica ulteriormente l’uso e, infine, costa di meno.

Pagamenti online e servizi a valore aggiunto

myPOS nasce come terminale fisico ma con il tempo aggiunge diversi servizi fino a diventare una soluzione completa per ricevere i pagamenti, in presenza e a distanza.

Scopriamo quali sono le funzioni extra più interessanti da utilizzare per aggiungere valore alla propria attività:

Negozio online

Chi acquista un terminale potrà configurare gratuitamente e in pochi passi un vero e proprio negozio online. La funzione è denominata myPOS Online.

L’indirizzo web per accedervi sarà così composto: nome-del-tuo-negozio.mypos.site

Modelli preimpostati di siti e-commerce sono a disposizione dell’utente, in modo che chiunque possa allestire rapidamente (e senza esperienza nello sviluppo web) il suo negozio online. È sufficiente un po’ di dimestichezza con l’uso del web.

Immagine: myPOS

Con myPOS si può costruire un negozio online senza esperienza nello sviluppo web

Come aprire un negozio online? L’utente seleziona innanzitutto il modello di sito web preferito, inserisce le informazioni sull’attività, personalizza scritte, colori e altri elementi personalizzabili; tutto attraverso un’interfaccia intuitiva che semplifica le operazioni.

Dopo i passaggi preliminari, il venditore potrà aggiungere i prodotti insieme a descrizione e dettagli, immagini, varianti, prezzi, ecc.

Una volta pronto, basta un solo clic per lanciare il negozio online. Naturalmente il commerciante dovrà promuoverlo condividendo l’indirizzo (url) tramite qualsiasi canale di comunicazione, ad esempio social network, pubblicità o anche nel proprio negozio fisico.

I clienti potranno pagare con le principali carte di credito, di debito e prepagate, oppure scegliere l’opzione del pagamento alla consegna (sempre che il venditore scelga di attivarla).

Gateway di pagamento

Chi è già in possesso di un sito web o semplicemente preferisce realizzarlo tramite una piattaforma diversa può comunque servirsi del gateway di pagamento (Checkout Online) per ricevere pagamenti tramite il proprio sito e-commerce.

Immagine: myPOS

myPOS permette di ricevere pagamenti anche nei negozi online

Anche in questo caso l’implementazione è molto semplice grazie ai plugin compatibili con le maggiori piattaforme e-commerce.

Sono sufficienti pochi passaggi per installare il plugin, accedere al servizio con le credenziali e integrarlo automaticamente al processo di vendita online.  Nelle pagine del prodotto apparirà il tasto aggiungi al carrello, dal quale il cliente potrà poi effettuare il pagamento tramite carta.

Tra le piattaforme compatibili con il plugin myPOS compaiono WooCommerce, Prestashop, Magento, OpenCart, XCart, CloudCart. Se la tua piattaforma non è compatibile, si potrà ugualmente implementare il gateway tramite API (ma in questo caso è richiesto l’intervento di un esperto).

POS virtuale e link di pagamento

Entrambi i servizi servono per ricevere pagamenti con carta a distanza, sono dunque utili per le attività che accettano ordini telefonici per la consegna a domicilio o il ritiro sul posto.

Il POS virtuale MO/TO permette al commerciante di inserire manualmente i dati della carta comunicate per telefono dal cliente. Questo tipo di terminale viene utilizzato soprattutto per ottenere la pre-autorizzazione, cioè il blocco di una somma sulla carta del cliente.

I link di pagamento (pay-by-link o richieste di pagamento) hanno una funzione simile e sono più facili da inviare, poiché basta inserire l’importo e inviare il link generato tramite qualsiasi mezzo, ad esempio Whatsapp, e-mail, SMS, Facebook, ecc.

Con il pay-by-link il commerciante non deve inserire manualmente i dati della carta, poiché è lo stesso cliente ad immettere tutte le informazioni nell’apposita pagina raggiungibile attraverso il link ricevuto. La transazione viene eseguita automaticamente dal cliente e il venditore può verificarne lo stato sulla piattaforma web di myPOS.

Come registrarsi e acquistare un POS

Chi può aprire un account myPOS e acquistare un terminale?

  • Ditte individuali e lavoratori autonomi
  • Società a responsabilità limitata
  • Società di persone
  • Società pubbliche

Gli enti di beneficenza non regolamentati non saranno accettati.

La registrazione su myPOS.it inizia con l’indicazione di un’indirizzo e-mail, la scelta di una password e un numero di cellulare.

La password deve contare almeno 8 caratteri, di cui una maiuscola, una minuscola e un segno speciale. Questi due elementi serviranno per accedere al conto e gestirlo, dunque bisogna conservarli accuratamente e non comunicarli a nessuno.

Si procede con la compilazione le informazioni personali sulla persona che intende aprire l’account (nome e cognome, data e luogo di nascita, cittadinanza), poi si passa alle informazioni sull’azienda (forma legale, amministratore dell’impresa).

Nel caso in cui la persona che effettua la registrazione non dirige l’azienda, sarà necessario fornire un documento di autorizzazione (es. procura).

Dopo aver accettato termini e condizioni e confermato la richiesta di registrazione, si riceve via SMS un codice temporaneo per verificare il telefono. Poco dopo si riceve anche una mail, all’interno della quale si dovrà cliccare sul link al fine di verificare il proprio indirizzo e-mail.

Come si effettua la verifica dell’identità?

Dopo aver confermato l’indirizzo e-mail si scarica l’app myPOS e si accede utilizzando le credenziali (e-mail e password) indicate nella prima fase della registrazione.

Sarà richiesto di completare l’identificazione con un documento d’identità valido. Sono accettati carta di identità o passaporto, mentre non è consentito l’uso della patente.

L’utente non dovrà fare altro che seguire le istruzioni, posizionandosi davanti all’obiettivo della fotocamera – insieme al documento di identità – in modo da rispettare i contorni che appaiono sullo schermo.

Si consiglia di effettuare questa rapida operazione in un luogo luminoso: se l’immagine risulta sfocata e le scritte del documento poco chiare, sarà richiesto di ripetere la procedura. Confermando immagini si rischia di allungare i tempi di verifica e di attivazione del servizio.

Assistenza clienti e recensioni degli utenti

Si può ottenere assistenza tramite numero telefonico oppure via e-mail. Per il supporto tecnico è disponibile un recapito telefonico di rete fissa, mentre un numero verde è dedicato alle segnalazioni di smarrimento o furto della carta aziendale.

Le recensioni degli utenti sono per la maggior parte positive, ma esaminando accuratamente le opinioni abbiamo notato con blocco dei fondi per periodi relativamente lunghi.

Ciò è dovuto, come spiega la stessa azienda nelle risposte a tali lamentele, ai rigidi controlli che sono tenuti a condurre in quanto società finanziaria. Se questo è vero (il controllo delle istituzioni sul rispetto delle norme antiriciclaggio è spesso inflessibile), è altresì vero che una sospensione improvvisa del servizio POS arreca danni all’attività.

Tra gli aspetti negativi vengono annoverati dagli stessi utenti i costi, in particolare sul trasferimento verso conto corrente e sui prelievi. Ne abbiamo più volte parlato nella presente recensione nella sezione relativa ai costi.

La nostra opinione

myPOS presenta diversi vantaggi molto allettanti, ma anche qualche svantaggio che finisce per sbilanciare un’opinione favorevole.

Tra i punti a favore vi è sicuramente l’assenza di costi fissi (nessun canone mensile), la commissione sulle carte nazionali ed europee, la possibilità di acquistare un ottimo terminale ad un prezzo ragionevole nonché l’accredito istantaneo delle somme incassate.

Criterio Giudizio
Prodotto Buono
Costi e commissioni Discreto
Trasparenza e registrazione Discreto
Servizi a valore aggiunto Eccellente
Assistenza clienti Discreto
Giudizio finale 3,9 su 5

Meno entusiasmanti sono la commissione sui bonifici (necessari a trasferire gli incassi dal conto myPOS al conto corrente) e la commissione sui prelievi tramite carta aziendale inclusa.

Nel complesso, dal punto di vista economico non è la migliore delle soluzioni, tuttavia potrebbe essere la scelta giusta nel caso in cui necessiti l’accesso istantaneo alle somme incassate – oppure per chi lavora in giro per l’Europa, ad esempio in occasione di fiere ed eventi.

Se invece non si hanno problemi ad attendere 1-2 giorni lavorativi per l’accredito degli incassi (senza alcuna commissione), si consiglia di dare un’occhiata al POS senza canone di Axerve.