Qual è il miglior POS portatile per esercenti, professionisti e artigiani?

In questo articolo mettiamo a confronto le migliori soluzioni dedicate a piccole attività commerciali e lavoratori autonomi, stilando una classifica per costi e commissioni, funzionalità e facilità d’uso.

POS portatile Voto Costi Link
Axerve
senza canone

Prezzo
SmartPOS: 240 €
SENZA CANONE
Commissione 1 %
Con qualsiasi c/c
Axerve senza
commissioni

Canone
17-22 € / mese
SENZA
COMMISSIONI

Con qualsiasi c/c

SumUp 3G

Prezzo
Solo POS: 99 €
Con stampante: 199 €
SENZA CANONE
Commissione
1,95 %
Con qualsiasi c/c
myPOS Go
Prezzo
29 €
SENZA CANONE
Commissione
1,55 %
Accrediti istantanei
UniCredit
Canone
50 € al mese
Commissione
negoziabile
Richiede c/c UniCredit
Terminali
Axerve
senza canone

Recensione completa
Prezzo
SmartPOS: 240 €
SENZA CANONE
Commissione 1 %
Con qualsiasi c/c
Axerve senza
commissioni

Recensione completa
Canone
17-22 € al mese
SENZA
COMMISSIONI

Con qualsiasi c/c
SumUp 3G
Recensione completa
Prezzo
Solo POS: 99 €
Con stampante: 199 €
SENZA CANONE
Commissione
1,95%
myPOS Go
Recensione completa
Prezzo
29 €
Commissione
1,55%
SENZA CANONE
UniCredit Canone
50 € al mese
Commissioni
negoziabili
Richiede c/c UniCredit

Axerve senza canone

Axerve logo
Voto
  • Senza costi fissi

  • Commissione 1 %

  • POS Android

  • Con qualsiasi conto corrente

  • Richiesta rapida online

Axerve Easy a commissioni è l’offerta senza canone che si richiede online in pochi minuti.

La spesa iniziale di 240 euro per l’acquisto dello smart POS Android (alla quale si aggiunge l’imposta di bollo di 16 euro) potrebbe scoraggiare, tuttavia – trattandosi di costi una tantum – si consiglia di valutare il servizio unicamente in base al piano tariffario.

Si paga solo quando si usa: una commissione dell’1% sui pagamenti elaborati dal terminale. È consigliata alle attività con un volume di transazioni elettroniche da 0 a 80.000 euro all’anno.

Smart POS di Axerve

Il PAX A920 fornito da Axerve è uno smart POS con sistema Android.

I vantaggi di questa soluzione Axerve sono evidenti:

  • In caso di inutilizzo non ci sono costi.
  • Si paga in base all’uso effettivo e la commissione è conveniente.
  • Il terminale può essere usato con altri gestori in caso di disdetta.
  • Non ci sono vincoli di permanenza.

Durante i periodi di chiusura festivi o imposti dall’emergenza sanitaria, i commercianti non dovranno preoccuparsi di alcuna spesa. La tariffazione a consumo è utile anche per le attività stagionali e quelle che operano solo in determinate occasioni.

Carte accettate

PagoVisaSamsung PayContactless

Lo smartPOS si serve del sistema operativo Android usato comunemente su smartphone e tablet.

Per accettare pagamenti basta aprire l’apposita applicazione, inserire l’importo dovuto e procedere con la carta in modalità contactless o chip. È altresì compatibile con Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay, dunque i clienti potranno pagare anche con il loro smartphone.

Dispone di stampante integrata per le ricevute cartacee.

Questo tipo di dispositivo smart funziona come un vero e proprio tablet. È possibile scaricare app per estendere le sue funzionalità: catalogo dei prodotti, gestionale del negozio, registratore di cassa, gift card e programmi di fidelizzazione dei clienti, ecc.

La registrazione si può effettuare sul sito di Axerve. Compilati i moduli e fornita la documentazione richiesta, servirà qualche giorno lavorativo per ricevere conferma e procedere con l’acquisto del POS.

Vuoi approfondire?
Leggi la nostra Recensione Axerve senza canone

Axerve senza commissioni

Axerve logo
Voto
  • Canone all-inclusive

  • Senza commissioni

  • Richiesta rapida online

  • Con qualsiasi conto corrente

  • Per piccoli negozi

Axerve Easy a canone propone un piano tariffario molto diverso rispetto a quello precedente, cioè con costo fisso mensile per il noleggio del terminale ma senza commissioni sul transato.

È dedicato alle attività che incassano fino a 30.000 euro all’anno tramite POS. Con volumi superiori si dovrà invece optare per Axerve a commissioni.

Il canone mensile è all inclusive, vale a dire che non ci sono spese aggiuntive.

Immagine: Emmanuel Charpentier, Mobile Transaction

Il POS Axerve si può usare ovunque, per incassare in negozio o in mobilità.

Il canone mensile dipende dal volume complessivo di transazioni elettroniche elaborate in un anno:

  • 17 € al mese (IVA escl.) per un transato annuo fino a 10.000 €;
  • 22 € al mese (IVA escl.) per un transato annuo fino a 30.000 €.

Include tutti i servizi necessari al funzionamento del terminale: noleggio, SIM dati con traffico incluso, elaborazione dei pagamenti.

Superando la soglia massima di transato annuo viene applicata una tariffa aggiuntiva dell’1,5%. In quest’ultimo caso non può ritenersi un’opzione conveniente: è consigliata solo a piccoli negozi e attività che incassano tramite POS fino a 2.500 euro al mese.

Carte accettate

VisaPagoSamsung Pay

Registrazione e richiesta del terminale si effettuano sul sito ufficiale di Axerve.

Viene fornito ancora una volta il terminale Pax A920 con sistema Android e possibilità di estendere funzioni e servizi tramite app. A differenza dell’offerta precedente (Axerve senza canone), essendo in comodato d’uso dovrà essere restituito in caso di disdetta.

Gli incassi vengono trasferiti in 1 giorno lavorativo sul conto corrente indicato dall’esercente.

Accetta carte contactless, con chip o banda magnetica dei circuiti PagoBancomat, Visa, VPay, MasterCard e Maestro (le più utilizzate in Italia).

COUPON 3 MESI GRATIS

Inserisci il codice SOLIDARIETADIGITALE
nel campo “coupon” del modulo di registrazione
per ottenere i primi 3 mesi senza canone.

Promozione valida fino al 30/06/2021.

SumUp 3G

Logo SumUp
Voto
  • Senza canone

  • Commissione fissa

  • Con qualsiasi conto corrente

  • Paghi solo se lo usi

  • Senza vincoli di tempo

  • Disponibile con stampante

SumUp 3G è una soluzione più light per molti aspetti. È un dispositivo leggero e maneggevole, ideale per il lavoro in mobilità, e molto facile da usare.

Allo stesso tempo, però, dispone di una batteria meno potente rispetto ai terminali visti sopra: può elaborare poco più di 50 transazioni con una carica della batteria.

Invia ricevute digitali via e-mail o SMS, tuttavia è disponibile per l’acquisto una stampante compatibile per fornire ai clienti scontrini cartacei.

Foto: Emmanuel Charpentier, Mobile Transaction

SumUp 3G con stampante

Il terminale può essere acquistato da solo o insieme alla stampante compatibile.

Il POS 3G senza stampante si compra ad un prezzo di 99 € (IVA escl.) – oppure di 199 € (IVA escl.) con stampante – e in seguito si paga solo quando si usa.

La commissione sulle transazioni è dell’1,95% su tutte le carte: Visa, VPay, MasterCard, Maestro, American Express, Diners, Discover. I Bancomat italiani vengono ugualmente accettati in quanto associati al circuito Maestro.

Mettendo a confronto SumUp con le due offerte precedenti (oltre che con quelle successive), può definirsi una soluzione vantaggiosa per esercizi commerciali e professionisti che accettano pochi pagamenti con carta, o meglio per chi incassa fino a 1.000 euro al mese tramite terminale.

Carte accettate

VisaDiners ClubDiscover

Gli accrediti del transato vengono eseguiti in 2 giorni lavorativi sul conto corrente indicato dal titolare dell’attività.

Scegliendo invece come metodo di pagamento la SumUp Card, i fondi saranno disponibili in un solo giorno – anche durante i fine settimana.

Si tratta di una prepagata gratuita da usare per acquisti in negozio, pagamenti online e prelievi di contante. I fondi presenti sulla carta potranno comunque essere trasferiti (in qualunque momento e senza commissioni) sul proprio conto bancario.

myPOS Go

Logo myPOS
Voto
  • Accrediti istantanei

  • Funziona in tutta Europa

  • Include pagamenti a distanza

  • Commissione su bonifici

myPOS Go si presenta agli imprenditori con una caratteristica da non sottovalutare, cioè quella di accreditare istantaneamente le transazioni elaborate dal suo terminale. Nonostante ciò, c’è qualche problema significativo in questa soluzione.

Il saldo delle transazioni è sì disponibile all’istante, ma sul conto di moneta elettronica fornito da myPOS. Quest’ultimo può essere usato come qualsiasi conto corrente, anche grazie alla carta aziendale inclusa nell’offerta, ma a pesare sono le tariffe sulle operazioni.

Foto: myPOS

Go è il lettore di carta più economico della gamma myPOS.

Non ci sono costi fissi e la commissione sul transato è vantaggiosa. Sulle principali carte di credito e di debito europee (MasterCard, Visa, Maestro, VPay) la tariffa è dell’1,55%.

Sui circuiti secondari (American Express, Union Pay, JCB) e sulle carte di credito emesse fuori UE viene invece trattenuta una commissione dell’2,85%, piuttosto elevata.

Conveniente è la tariffa sulla ricezione di pagamenti a distanza tramite terminale virtuale, pari al 2,25% (una delle più basse per piccole imprese). Questo tipo di servizio può essere impiegato nelle attività che effettuano consegne a domicilio e prenotazioni telefoniche.

Carte accettate

Visa

Il dispositivo Go è di piccole dimensioni e leggero (170 g); con una carica della batteria è in grado di elaborare circa 50 transazioni consecutive. Costa solo 29 € + IVA (il terminale più economico della gamma), tuttavia è prevista una spesa di 10 euro per la spedizione.

Oltre a Go, nella gamma myPOS sono disponibili i seguenti terminali:

  • Mini Ice (POS 3G) al prezzo di 99 €
  • Combo (POS portatile tradizionale) al prezzo di 249 €
  • Smart (smart POS) al prezzo di 349 €

Uno sconto esclusivo del 10% è riservato ai lettori di Mobile Transaction.

I bonifici in uscita hanno infatti un costo di 3 euro, siano essi per pagare un fornitore o trasferire i ricavi sul proprio conto corrente.

La carta di debito aziendale Visa è gratuita e può essere utilizzata per pagare in negozio oppure per prelevare contanti da qualsiasi ATM. Il prelievo di contanti comporta però una commissione di 2 euro (per importi inferiori o uguali a 300 euro) e di 4 euro (per importi superiori a 300 euro).

UniCredit – L’offerta del grande gruppo bancario

UniCredit logo
Voto
  • Commissioni negoziabili

  • Scelta del dispositivo

  • Richiede conto corrente UniCredit

  • Conveniente per incassi medio-alti

Molto diverse sono le condizioni economiche proposte per il POS portatile UniCredit.

Il gruppo bancario italiano è infatti legato ad una vecchio schema tariffario che prevede sia canone fisso sia commissioni sulle transazioni.

Le banche offrono commissioni migliori per le attività con transato mensile medio-alto

Il noleggio del terminale fornito da UniCredit ha un costo mensile di circa 50 €, sebbene ogni filiale potrebbe variare lievemente la somma in base al transato dell’attività. Questa politica favorisce generalmente gli esercizi commerciali medio-grandi.

Le commissioni sulle transazioni sono basse ma, aggiungendo l’elevato canone fisso da pagare ogni mese, la spesa complessiva si rivela poco appetibile per esercizi che operano molto con il contante.

Carte accettate

VisaContactless

Le soluzioni della banca sono destinate solo ai correntisti, dunque se non si è già titolari di un conto business sarà necessario aprirne uno.

Punto a favore del POS Unicredit è l’ampia gamma di circuiti accettati. Oltre ai principali Visa e MasterCard e PagoBancomat, si aggiungono anche UnionPay e JCB, mentre la convenzione con American Express è attivata su richiesta.

Vai al confronto

UniCredit vs Axerve

Qual è il miglior POS portatile?
Vai al confronto

Riepilogo

POS Voto Link
Axerve
senza canone
(4.5/5)
Axerve
senza commissioni
(4.5/5)
SumUp 3G (4/5)
myPOS (3.7/5)
UniCredit (3.5/5)
POS Link
Axerve
senza canone

(4.5/5)
Axerve
senza commissioni

(4.5/5)
SumUp
3G

(4/5)
myPOS
Go

(3.7/5)
UniCredit
terminale

(3.5/5)