Qual è il miglior POS portatile per esercenti, professionisti e artigiani?

Con l’arrivo delle sanzioni nei confronti di commercianti e lavoratori autonomi che rifiutano pagamenti con carta, per molti è giunta l’ora di procurarsi un terminale.

I costi, però, destano preoccupazione tra le piccole imprese. Per trovare un POS conveniente è fondamentale partire dalle esigenze (soprattutto economiche) della propria attività.

In questo articolo mettiamo a confronto le migliori offerte, differenziandole per costi e funzionalità.

POS portatileVotoCostiLink
Axerve
POS Axerve
(4.5/5)Canone
15 – 20 € / mese
SENZA
COMMISSIONI

Con qualsiasi c/c

SumUp 3G

(4/5)Prezzo
Solo POS: 99 €
Con stampante: 199 €
SENZA CANONE
Commissione
1,95%
Con qualsiasi c/c
myPOS Go
(3.7/5)Prezzo
29 €
SENZA CANONE
Commissione
1,75%
Accrediti istantanei
UniCredit
(3.5/5)Canone
50 € al mese
Commissione
negoziabile
Richiede c/c UniCredit
Poste Italiane
(3.5/5)Canone
25 € al mese
Commissioni
negoziabili
Richiede c/c BancoPosta
Axerve
(4.5/5)Canone
15-20 € al mese
SENZA COMMISSIONI
Con qualsiasi c/c
SumUp 3G
(4/5)
Recensione completa
Costo
Solo POS: 99 €
Con stampante: 199 €
SENZA CANONE
Commissione
1,95%
myPOS Go
(3.7/5)
Recensione completa
Prezzo
29 €
Commissione
1,75%
SENZA CANONE
UniCredit
(3.5/5)Canone
€ 50 al mese
Commissioni
negoziabili
Richiede c/c UniCredit
Poste Italiane
(3.5/5)Canone
25 € al mese
Commissioni
negoziabili
Richiede c/c BancoPosta

Axerve – Il POS senza commissioni

Axerve logo
Il nostro voto
  • Canone mensile fisso

  • Senza commissioni

  • Richiesta online

  • Con qualsiasi conto corrente

  • Adatto a piccoli negozi e professionisti

  • Canone mensile fisso

  • Senza commissioni per transazione

  • Con qualsiasi conto corrente

  • Adatto a piccoli negozi e professionisti

  • Richiesta online

Axerve Easy è un’offerta POS per esercenti e lavoratori autonomi che incassano con carta fino a 30.000 € all’anno.

La società è affidabile e gode di buone opinioni da parte dei clienti. Fa parte del Gruppo Sella, è indipendente da istituti bancari e permette di ricevere accrediti su qualsiasi conto corrente aziendale o professionale.

Foto: Axerve

POS Axerve Easy

Il POS Axerve si può usare ovunque, per incassare in negozio o in mobilità.

È tra le poche offerte – se non l’unica – senza commissioni sulle transazioni. Si paga un canone mensile fisso e non vengono applicati costi aggiuntivi:

  • 15 € al mese per un fatturato annuo fino a 10.000 €
  • 20 € al mese per un fatturato annuo fino a 30.000 €

Il canone – al quale deve essere aggiunta IVA – include tutti i servizi necessari al funzionamento del terminale (noleggio terminale, scheda dati, elaborazione dei pagamenti).

Superati i 30.000 € annui di transato viene applicata una tariffa dell’1%. Riteniamo però che questa terza opzione non sia particolarmente vantaggiosa, mentre è conveniente per chi rientra nelle prime due fasce tariffarie.

Carte accettate

PagoSamsung Pay

Per richiedere il terminale è necessario visitare il sito ufficiale di Axerve, compilare i moduli (si consiglia di tenere a portata di mano i dati relativi alla propria azienda o professione) e attendere qualche giorno per ricevere il POS a domicilio.

È già configurato e pronto all’uso. Gli incassi vengono trasferiti in 1 giorno lavorativo sul conto corrente indicato dall’esercente.

Accetta carte contactless, con chip o banda magnetica dei circuiti PagoBancomat, Visa, VPay, MasterCard e Maestro (le più utilizzate in Italia).

Recensione: Axerve Easy, il POS senza commissioni con piano “tutto incluso”

SumUp 3G – Il POS portatile senza canone

Logo SumUp
Il nostro voto
  • Funziona con qualsiasi banca

  • Senza canone mensile

  • Commissione fissa

  • Senza vincoli

  • Disponibile con stampante

  • Paghi solo se lo usi

  • Funziona con qualsiasi banca

  • Senza canone mensile

  • Commissione fissa

  • Senza vincoli contrattuali

  • Paghi solo se lo usi

  • Richiesta online in 10 minuti

SumUp 3G è più leggero rispetto al dispositivo precedente e presenta una politica tariffaria opposta a quella precedente: nessun canone mensile ma con commissioni sul transato.

È disponibile senza stampante (include solo il lettore di carte che invia ricevute digitali) oppure nel pacchetto con stampante, dal design modulare.

Foto: Emmanuel Charpentier, Mobile Transaction

SumUp 3G con stampante

Si può acquistare il solo lettore di carte oppure il Pack 3G con stampante inclusa.

L’offerta SumUp è maggiormente consigliata a chi riceve pochi pagamenti con carta, in particolare a chi non supera 1.000 € al mese di transazioni elettroniche.

È senza canone mensile ma applica una commissione sulle transazioni, pari all’1,95% dell’importo incassato. Vale a dire che meno si usa, meno si paga.

Carte accettate

Diners ClubDiscover

Date dimensioni e leggerezza, può considerarsi un’ottima soluzione per chi effettua servizi o consegne a domicilio. Per ricevere un pagamento basta digitare l’importo sulla tastiera e confermare con il tasto verde prima di avvicinare la carta o lo smartphone del cliente.

È disponibile in due versioni:

Gli accrediti degli incassi avvengono in 2-3 giorni lavorativi su qualsiasi conto corrente aziendale, professionale o personale.

Prepagata SumUp

Sulla SumUp Card, gli accrediti avvengono il giorno successivo – anche nei weekend.

Scegliendo la SumUp Card si può invece accedere ai fondi il giorno successivo (incluso fine settimana).

La SumUp Card è una prepagata gratuita che può essere usata per pagamenti su POS, online oppure per prelevare denaro contante presso qualsiasi sportello automatico. Inoltre permette di trasferire il saldo sul proprio conto corrente a costo zero.

Per approfondire: Recensione SumUp 3G, il POS portatile senza canone

myPOS Go – incassi disponibili all’istante

Il nostro voto
  • Accrediti istantanei

  • Funziona in tutta Europa

  • Include pagamenti a distanza

  • Commissione su bonifici

myPOS Go è l’unica soluzione che accredita istantaneamente i pagamenti ricevuti con il terminale.

L’accredito si verifica sul conto myPOS, dal quale è possibile trasferire i ricavi tramite bonifico o usufruirne tramite piattaforma online e carta aziendale inclusa nel servizio.

Questa soluzione prevede l’acquisto del lettore di carte e non comporta alcun costo fisso. Come il concorrente SumUp, applica una commissione su ogni transazione elaborata.

Foto: myPOS

Go è il lettore di carta più economico della gamma myPOS.

Sulle principali carte di pagamento europee (MasterCard, Visa, Maestro, VPay) la commissione è dell’1,75% per ogni transazione, attualmente in promozione all’1,20% fino al 30 luglio 2020.

Sui circuiti secondari (American Express, Union Pay, JCB) e sulle carte di credito emesse fuori UE aumenta al 2,85%.

Ottima è la tariffa sulla ricezione di pagamenti a distanza tramite terminale virtuale, pari al 2,25% (una delle più basse per piccole imprese). Questo tipo di servizio può essere impiegato nelle attività che effettuano consegne a domicilio e prenotazioni telefoniche.

Carte accettate

Il dispositivo Go è di piccole dimensioni e leggero (170 g); con una carica della batteria è in grado di elaborare circa 50 transazioni consecutive. Costa solo 29 € + IVA (il terminale più economico della gamma), tuttavia è prevista una spesa di 10 € per la spedizione.

Oltre a Go, nella gamma myPOS sono disponibili i seguenti terminali:

  • Mini Ice (POS 3G) al prezzo di 99 €
  • Combo (POS portatile tradizionale) al prezzo di 249 €
  • Smart (smart POS) al prezzo di 349 €

Uno sconto esclusivo del 10% è riservato ai lettori di Mobile Transaction.

L’inconveniente principale è rappresentato dalle commissioni sull’operatività del conto myPOS, sul quale si ricevono istantaneamente gli accrediti degli incassi.

myPOS include conto esercente, terminale e carta aziendale

Il servizio include una carta aziendale.

I bonifici in uscita hanno infatti un costo di 3 euro, siano essi per pagare un fornitore o trasferire i ricavi sul proprio conto corrente personale o aziendale.

La carta di debito aziendale Visa è gratuita e può essere utilizzata per pagare in negozio oppure per prelevare contanti da qualsiasi ATM.

Il prelievo di contanti comporta tuttavia una commissione di 2 euro (per importi inferiori o uguali a 300 euro) e di 4 euro (per importi superiori a 300 euro).

Nonostante le tariffe sull’operatività di carta e conto, rimane l’unica soluzione ad accreditare immediatamente gli incassi. Inoltre permette di elaborare transazioni in tutta Europa, senza autorizzazioni preventive.

Può essere un’opzione interessante per i commercianti che necessitano di liquidità nel tempo più breve possibile, per chi opera in tutta Europa in occasione di fiere ed eventi, per chi vuole integrare il pagamento a distanza nella propria attività.

UniCredit – L’offerta del grande gruppo bancario

UniCredit logo
Il nostro voto
  • Commissioni negoziabili

  • Scelta del dispositivo

  • Richiede conto corrente UniCredit

  • Conveniente per incassi medio-alti

Molto diverse sono le condizioni economiche proposte per il POS portatile UniCredit.

Il gruppo bancario italiano è infatti legato ad una vecchio schema tariffario che prevede sia canone fisso sia commissioni sulle transazioni.

Le banche offrono commissioni migliori per le attività con transato mensile medio-alto

Il noleggio del terminale fornito da UniCredit ha un costo mensile di circa 50 €, sebbene ogni filiale potrebbe variare lievemente la somma in base al transato dell’attività. Questa politica favorisce generalmente gli esercizi commerciali medio-grandi.

Le commissioni sulle transazioni sono basse ma, aggiungendo l’elevato canone fisso da pagare ogni mese, la spesa complessiva si rivela poco appetibile per esercizi che operano molto con il contante.

Carte accettate

Contactless

Le soluzioni della banca sono destinate solo ai correntisti, dunque se non si è già titolari di un conto business sarà necessario aprirne uno.

Punto a favore del POS Unicredit è l’ampia gamma di circuiti accettati. Oltre ai principali Visa e MasterCard e PagoBancomat, si aggiungono anche UnionPay e JCB, mentre la convenzione con American Express è attivata su richiesta.

Vai al confronto

UniCredit vs Axerve

Qual è il miglior POS portatile?
Vai al confronto

Poste Italiane – per clienti BancoPosta

PosteItaliane logo
Il nostro voto
  • Commissioni negoziabili

  • Richiede conto corrente BancoPosta

  • Conveniente per incassi medio-alti

  • Necessario appuntamento alle Poste

Poste Italiane offre, attraverso i servizi bancari BancoPosta, una soluzione per accettare pagamenti con carta nella propria attività. Si tratta di un’offerta dedicata ai soli correntisti del marchio con conto di tipo aziendale.

POS GPRS in negozio

L’offerta POS Poste Italiane comporta canone mensile e commissioni da negoziare

Per ottenere informazioni più accurate rispetto ai costi è necessario prendere appuntamento con un consulente presso un ufficio postale. Le tariffe indicate nei fogli informativi sono da considerarsi indicative.

Canone mensile e commissioni variano in base al transato mensile della propria attività.

Il POS portatile Poste Italiane accetta PagoBancomat, Visa, VPay, Visa Electron, MasterCard e Maestro.

Carte accettate

PagoContactless

Sul sito ufficiale non vengono fornite indicazioni precise rispetto al modello di terminale, sebbene Poste Italiane si serva generalmente di dispositivi Ingenico.

Come per le proposte bancarie, quest’offerta tende a favorire le attività con incassi medio-alti offrendo commissioni più convenienti, mentre riserva ai piccoli commercianti un trattamento meno vantaggioso.

Per sottoscrivere il servizio è necessario fissare un appuntamento presso l’ufficio postale, dove si potrà ascoltare la proposta di un consulente ed eventualmente negoziare le tariffe.

Vai al confronto

Poste vs Axerve

Qual è il POS più economico per la tua attività?
Vai al confronto

Riepilogo

POS portatileVotoLink
Axerve
(4.5/5)
SumUp 3G(4/5)
myPOS(3.7/5)
UniCredit(3.5/5)
Poste Italiane(3.5/5)
Pos mobileLink
Axerve
(4.5/5)
SumUp 3G
(4/5)
myPOS
(3.7/5)
UniCredit
(3.5/5)
PosteItaliane
(3.5/5)