Confronto tra i migliori conti correnti online per imprese e lavoratori autonomi

È possibile aprire un conto corrente online per aziende e professionisti, tuttavia la varietà dei servizi disponibili potrebbe disorientare.

Esistono conti business a costo zero? Ci sono differenze tra conto aziendale e professionale? Quali sono le soluzioni migliori?

In questo articolo mettiamo a confronto i migliori conti business online, proponendo una panoramica su costi, commissioni e funzionalità.

ContoVotoCostiOfferta
Revolut
BusinessLogo Revolut
Canone
a partire da 0 €
Disponibile per
aziende e professionisti
Conto multivaluta
N26
Business
Canone
GRATIS
o 9,90 € / mese
Solo professionisti
Cashback 0,1%
Bunq
BusinessLogo bunq
Canone
9,99 € / mese
Disponibile per
aziende
3 carte incluse
QontoLogo QontoCanone
a partire da 9 €
Disponibile per
aziende e professionisti
Polizza viaggio inclusa
PentaCanone
GRATIS
o 19 € / mese
Solo per aziende
Finanziamenti
Revolut
Business
Logo RevolutCanone
a partire da 0 €

Disponibile per
aziende e professionisti
Conto multivaluta
N26
Business
Canone
GRATIS
o 9,90 € / mese
Solo professionisti
Cashback 0,1%
Bunq
Business
Logo bunqCanone
9,99 € / mese
Disponibile per
solo aziende
3 carte incluse
Qonto

Logo Qonto
Canone
a partire da 9 €
Disponibile per
aziende e professionisti
Polizza viaggio inclusa
Penta
Canone
GRATIS

o 19 € / mese
Disponibile per
solo aziende

Revolut Business

Logo Revolut
Il nostro voto
  • Conto business multivaluta

  • Bonifici SEPA e SWIFT

  • Prestiti e scoperti (in arrivo)

  • Conversione moneta gratuita

  • Piano gratuito (con molti limiti)

  • Assistenza in inglese

Revolut Business è il conto corrente per aziende e professionisti dell’omonima società britannica, già nota per la sua carta prepagata che fa risparmiare sulla conversione di valuta.

La caratteristica distintiva di questo brand, cioè l’assenza di maggiorazione sul tasso di cambio, viene meno con i conti gratuiti. Si può dunque intuire che i piani senza canone mensile sono limitati e rischiano di essere pagati a caro prezzo a causa delle operazioni non incluse che prevedono una commissione aggiuntiva.

Le condizioni migliorano con il pagamento di un canone mensile.

Sul conto multivaluta Revolut Business è possibile conservare 28 valute diverse.

I freelance pagano 7 € al mese per ottenere 20 bonifici europei gratuiti e 5 extra-SEPA.

La conversione di moneta è gratuita fino a 5.000 € al mese, superati i quali si applica una ragionevole maggiorazione dello 0,4% sugli importi in moneta estera.

Più scelta e vantaggi per le aziende, con canone a partire da 25 € al mese. Oltre ad includere numerose operazioni gratuite, possono accedere al conto diversi membri del team – con possibilità per l’amministratore di regolare permessi e impostare limiti d’uso.

Il tasso di cambio si controlla in tempo reale da app, anche grazie a notifiche personalizzate.

Si può convertire valuta in qualsiasi momento per approfittare del cambio favorevole.

Presto saranno introdotte – sui conti aziendali con canone – nuove interessanti funzionalità relative alla gestione delle finanze: fatturazione semplificata, prestiti e scoperti, migliore amministrazione degli stipendi dei dipendenti.

Gli sviluppi in corso fanno ben sperare per il futuro di questo conto professionale, che già allo stato attuale può essere annoverato tra i migliori conti business online

Tra le note positive vi è l’integrazione rapida con app di terze parti, tra cui Slack, Xero, FreeAgente e Zapier; mentre si segnala la mancanza di versamento contanti e deposito assegni.

N26 Business

Il nostro voto
  • Conto professionale gratuito

  • Disponibile piano con assicurazione viaggio

  • IBAN italiano

  • Solo per professionisti (no aziende)

N26 offre due piani tariffari: un conto business a costo zero, l’altro con canone mensile qualche vantaggio in più.

È disponibile esclusivamente per lavoratori autonomi e liberi professionisti; al momento non vi sono proposte per aziende.

In Italia ha riscosso molto successo con il suo conto online personale, tanto da spingere la banca tedesca ad aprire una succursale nel nostro paese con lo scopo di fornire un IBAN italiano.

Gli “spazi” aiutano a separare le finanze in base alla loro destinazione.

I bonifici SEPA in entrata e in uscita sono completamente gratuiti, così come i prelievi di contante presso gli sportelli di qualsiasi banca in Italia e in Europa. I bonifici esteri (extra-SEPA) sono disponibili solo in uscita.

Con il conto gratuito (denominato N26 Business), i prelievi esteri in moneta diversa dall’euro prevedono una commissione pari all’1,7% dell’importo prelevato. Il tasso di cambio utilizzato è quello MasterCard, senza maggiorazioni.

Foto: N26

Ai clienti italiani, la banca tedesca offre un IBAN locale (IT).

N26 Business You è il piano a pagamento, con un canone di 9,90 € al mese.

È inclusa nell’offerta un’assicurazione di viaggio con copertura delle spese mediche d’urgenza e degli inconvenienti causati dal trasporto aereo e consegna bagagli. In aggiunta, viene eliminata la commissione sui prelievi in valuta estera.

Entrambi i piani tariffari prevedono un cashback dello 0,1% su tutte le spese effettuate con la carta N26.

Quest’ultima può essere usata anche attraverso Apple Pay e Google Pay.

È possibile aggiungere fondi tramite bonifico o con versamento di contanti presso i supermercati Pam Panorama e Penny Market. Attualmente è in fase di test la ricarica con carta, che potrebbe essere implementata in un prossimo futuro.

Nel complesso è un conto corrente business semplice, efficiente e affidabile, assolutamente consigliato a chi è in cerca di una soluzione senza costi fissi.

Bunq Business

Logo bunq
Il nostro voto
  • 25 sottoconti inclusi

  • Associazione automatica fattura-pagamento

  • Risparmio automatico dell’IVA

  • Solo per aziende

Bunq è un’istituto bancario con sede ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, ma offre le sue soluzioni in tutta Europa.

Oltre ad un conto personale e a un’ottima carta di credito prepagata, con il piano Bunq Business mette in campo un promettente conto corrente aziendale online.

Si hanno a disposizione fino a 25 sottoconti gratuiti per amministrare al meglio le proprie finanze. Questo sistema di conti secondari aiuta a separare i budget con diverse destinazioni, a gestire in modo sicuro l’accesso dei dipendenti alle disponibilità, ecc..

Nel canone mensile di 9,99 € sono incluse tre carte fisiche e cinque carte virtuali, da usare online o tramite Apple Pay e Google Pay.

Foto: Bunq

Grazie alla collaborazione con TransferWise, si risparmia sulle commissioni dei bonifici esteri.

Si può scegliere tra carte di debito Mastercard e Maestro, e Travel Card. Quest’ultima – pur funzionando sul circuito credit (viene accettata senza problemi anche per noleggio auto e strutture alberghiere) – è di fatto una prepagata, vale a dire che attinge istantanemente dal conto.

La gestione delle fatture è semplificata dall’associazione automatica con i relativi pagamenti. Inoltre, se si ricevono fatture via e-mail è possibile importarle rapidamente in Bunq attraverso l’app.

Notifiche istantanee sullo smartphone avvisano di tutti i movimenti in tempo reale, inclusi quelli effettuati dai dipendenti che hanno accesso al conto o ad un conto secondario.

Gli addebiti diretti vengono notificati in anticipo, con possibilità di accettare o rifiutare il pagamento.

Foto: Bunq

Carta bunq

Bunq Business include 3 carte fisiche e 5 virtuali, per sé o per i propri dipendenti.

Sono diverse le modalità per aggiungere nuovi fondi al conto, anche in modo istantaneo (con carta di pagamento, Sofort, iDeal). I versamenti di contanti possono essere effettuati tramite ViaCash alle casse dei supermercati Penny Market e Pam Panorama.

Su tutti i conti secondari viene emesso ogni mese un tasso di interesse dello 0,27% sulle somme presenti.

Il canone mensile non include tutti i servizi: i bonifici SEPA in entrata ed uscita hanno un costo di 10 cent; i prelievi (in tutto il mondo e in qualsiasi valuta) sono gratuiti per 10 operazioni al mese, poi si applica la commissione di 0,99 €. Un altro aspetto da sottolineare è l’impossibilità di depositare assegni e di ottenere crediti e prestiti.

Qonto

Logo Qonto
Il nostro voto
  • Per lavoratori autonomi e aziende

  • Include assicurazione viaggio

  • Bonifici gratuiti

  • Maggiorazione su tasso di cambio

Qonto è una piattaforma specializzata in conti correnti aziendali online, con un piano dedicato anche ai freelance. È una società francese ma fornisce IBAN italiano ai clienti locali.

Si può scegliere tra le seguenti offerte:

Solo – dedicato ai professionisti (9 € al mese)

Standard – per piccole imprese (29 € al mese)

Premium – per aziende che gestiscono un team numeroso (99 € al mese).

Ai costi indicati tra parentesi deve essere aggiunta l’IVA (non detraibile per il regime forfettario).

Foto: Qonto

Gestione del conto da web

Qonto mette a disposizione una piattaforma web e un’app mobile.

I diversi piani tariffari si distinguono principalmente per il numero di operazioni mensili gratuite. Ad esempio, per quanto riguarda i bonifici in entrata e in uscita – i piani Solo, Standard e Premium offrono rispettivamente 20, 50 e 100 trasferimenti gratuiti.

Il conto dedicato ai professionisti consente l’accesso di un solo utente, mentre le versioni più costose del servizio permettono l’accesso di soci e collaboratori (Standard fino a 5 utenti, Premium utenti illimitati).

Sono incluse carte di debito MasterCard, con possibilità di richiedere carte aggiuntive da consegnare ai dipendenti. Notifiche in tempo reale e assegnazione di un budget alle singole carte consentono un’amministrazione semplice e fluida.

È maggiormente consigliato alle aziende, in quanto gli autonomi hanno la possibilità di avere un conto professionale gratuito con N26 Business.

Penta

Il nostro voto
  • Piano gratuito disponibile

  • Bonifici e prelievi gratuiti

  • Richiesta finanziamenti

  • Solo per aziende (no autonomi)

Penta è una società tedesca che propone, in collaborazione con SolarisBank, conti aziendali per imprese – anche con un piano gratuito, senza costi fissi. Purtroppo non è presente un’offerta per freelance e professionisti, unico vero inconveniente di questa soluzione.

Si tratta di un servizio moderno, con piattaforma web e applicazione per smartphone che permettono di gestire facilmente e in modo intuitivo le proprie finanze aziendali.

Si può scegliere tra due piani tariffari:

Basic – gratuito, senza canone

Premium – 19 € al mese

Penta offre un conto aziendale gratuito, ma non è accessibile ai lavoratori autonomi.

Basic consente l’accesso di un solo utente alla piattaforma, include una sola carta aziendale. Ogni mese sono previsti 50 bonifici europei gratuiti, perfetti per una piccola azienda o startup con un carico minimo di lavoro.

Premium apre le porte del conto a cinque utenti diversi, ognuno dei quali può ottenere la sua carta di debito gratuita. Gli amministratori possono inoltre richiedere carte per i dipendenti e gestirne budget e limiti di spesa.

I trasferimenti in uscita inclusi sono 300 al mese, mentre sono sempre gratuiti in entrata. Si aggiunge con il presente piano la contabilità integrata, accesso dedicato al commercialista, gestione dei ruoli e dei permessi per gli utenti.

Grazie alla collaborazione con la società italiana Credimi, vengono offerti su richiesta – con procedura 100% online – finanziamenti a 5 anni per la realizzazione di progetti imprenditoriali.

Quale scegliere?

Lavoratori autonomi, freelance e liberi professionisti possono innanzitutto considerare il conto business gratuito di N26. In tutta evidenza – viste le enormi restrizioni dei conti base di Revolut Business – quella della banca tedesca (ma con IBAN italiano) è la proposta più economica. Unica pecca è l’impossibilità di ricevere bonifici SWIFT: a tal proposito, si può optare per il conto personale dello stesso brand, con il quale si ricevono bonifici da tutto il mondo.

Chi invece è alla ricerca di maggiori funzioni relative alla gestione dell’attività (contabilità, fatture, ecc.) deve necessariamente valutare tra Revolut Professional (7 € al mese) e Qonto Solo (9 € al mese). Tra i due, la proposta di Revolut Business offre maggiori vantaggi pratici ed economici, ma solo Qonto fornisce un IBAN italiano.

Società, aziende e imprese hanno a disposizione maggiori opzioni di scelta. Bunq e Revolut vantano le piattaforme più avanzate, con funzioni interessanti per la gestione di dipendenti, carte aziendali, fatture e così via.

Solo il conto britannico è multivaluta, vale a dire che si possono ricevere e conservare pagamenti in 28 monete diverse, senza necessità di conversione. Revolut Business è perfetto per le aziende che lavorano in tutto il mondo. Ricordiamo però che il piano gratuito prevede una serie di restrizioni che lo rendono praticamente inutile. Meglio optare per i piani con canone mensile.

Infine, i titolari di piccole imprese che non necessitano di una gestione complessa possono prendere in considerazione il conto online per aziende di Penta, disponibile anche in versione gratuita.

Tabella di riepilogo

ServizioVotoLink
Revolut Business
N26 Business
Bunq Business
Qonto
Penta
ContoLink
Revolut Business
N26 Business
Bunq Business
Qonto
Penta