Revolut e N26 sono banche native digitali perfette per risparmiare in viaggio.
  • Qual è la carta più economica?

  • Quale offre maggiori funzioni?

Nella presente recensione mettiamo a confronto tariffe, funzionalità, vantaggi e svantaggi dei due conti online.

Revolut
Carta Revolut
N26
Carta N26
Attivazione Online Online
Servizio Conto di pagamento con carta prepagata Conto corrente bancario con carta di debito
IBAN Lituano (LT) Italiano (IT)
P2P
Versamento contanti
Ricompense Cashback Offerte partner
Ricarica cellulare
Bollettini
Accredito stipendio
Domiciliazione utenze
F24
Criptovaluta
Apple Pay / Google Pay
Circuito Visa MasterCard
Logo Revolut 2021 Logo N26

Revolut
Carta Revolut
N26
Carta N26
Attivazione Online Online
Servizio Conto di pagamento con carta prepagata Conto corrente bancario con carta di debito
IBAN Lituano (LT) Italiano (IT)
P2P
Versamento contanti
Ricompense Cashback Offerte partner
Ricarica cellulare
Bollettini
Accredito stipendio
Domiciliazione utenze
F24
Criptovaluta
Apple Pay / Google Pay
Circuito Visa MasterCard
Logo Revolut 2021 Logo N26

Caratteristiche e differenze tra Revolut e N26

Se è vero che entrambe le soluzioni sono pensate per risparmiare in viaggio, Revolut e N26 presentano molteplici e significative differenze. Le elenchiamo di seguito.

Tipo di servizio – C’è chi le chiama carte prepagate e chi le chiama conti online, ma cosa sono esattamente? Sebbene abbia ottenuto la licenza bancaria in Lituania, nel resto d’Europa Revolut opera (almeno per il momento) come “semplice” conto di pagamento, meglio noto come carta prepagata.

N26 è invece un istituto bancario tedesco che opera nel nostro paese attraverso una succursale italiana. In teoria, trattandosi di una banca potrebbe offrire servizi come carta di credito, prestiti e investimenti, tuttavia al momento preferisce non sfruttare le sue potenzialità.

In entrambi i casi sono autorizzati, controllati e regolamentati da autorità finanziarie europee, dunque sono sicure ed affidabili.

Con Revolut si conservano fino a 28 valute.

N26 offre funzioni basilari, con pochi extra.

IBAN – Grazie alla succursale locale, N26 fornisce agli utenti un IBAN italiano. Il codice bancario associato al conto Revolut è invece lituano.

Sia chiaro, la differenza solo formale: tutti gli IBAN emessi nell’area SEPA sono uguali (fatta eccezione per la sigla iniziale) e possono essere utilizzati per accredito stipendio, domiciliazione utenze e così via in tutti i paesi della suddetta area.

Bonifico – Revolut consente invio e ricezione di bonifici europei (SEPA) e bonifici esteri (SWIFT), mentre N26 supporta solo quelli europei.

La banca tedesca si serve tuttavia della collaborazione con il servizio Wise per l’invio (ma non per la ricezione) di bonifici in tutto il mondo con tariffe convenienti, molto più economiche rispetto alle banche tradizionali. Anche Revolut, trattandosi di un conto multivaluta, risulta molto economico per questo tipo di operazione.

Revolut offre una polizza viaggio economica.

Solo N26 permette di pagare bollettini.

Operazioni disponibili – Un vantaggio del conto N26 rispetto al concorrente riguarda la possibilità di eseguire operazioni molto comuni in Italia, ma inesistenti all’estero: pagamento dei bollettini postali, bollo auto e moto, PagoPA, MAV e RAV.

In compenso, Revolut permette di stipulare un’assicurazione viaggio a basso costo, di fare trading online con tasso di cambio non soggetto a commissioni.

Manca all’appello (in entrambi i casi) il pagamento dei tributi tramite modello F24. Questa carenza si può tuttavia risolvere eseguendo l’operazione sul sito Poste.it con la carta N26 o quella di Revolut.

Adempimenti fiscali – La succursale in Italia della banca tedesca porta un ulteriore vantaggio, cioè quello di liberare dagli adempimenti fiscali sui conti esteri. Al contrario, con Revolut è necessario comunicare il saldo del conto qualora la giacenza media annua (da calcolare manualmente, dato che non viene fornita) superi 5.000 euro.


Costi e commissioni

Sono disponibili diverse opzioni di abbonamento con entrambe le soluzioni.

In questa recensione mettiamo a confronto i due principali piani tariffari: Standard e Premium di Revolut, Standard e You di N26.

Revolut N26
Link
Apertura GRATIS GRATIS
Canone mensile Standard
GRATIS
Premium
7,99 €
Standard
GRATIS
You
9,90 €
Spedizione carta
Standard
5,99 €
Premium
GRATIS
Standard
10,00
You
GRATIS
Bonifico SEPA GRATIS GRATIS
Bonifico SWIFT max. 5,00€
+ 0,05%
Tariffe Wise
P2P GRATIS GRATIS
Prelievi in Euro Gratis fino a…
Standard: 200 €
Premium: 400 €
(poi 2% a prelievo)
Standard
3 gratis, poi 2€
You
GRATIS
Addebito diretto (SDD) GRATIS GRATIS
Accredito stipendio GRATIS GRATIS
Ricarica cellulare Non disponibile GRATIS
Bollettini postali Non disponibile 1,80 €
Logo Revolut 2021 Logo N26
Revolut N26
Link
Apertura GRATIS GRATIS
Canone mensile Standard
GRATIS
Premium
7,99 €
Standard
GRATIS
You
9,90 €
Spedizione carta
Standard
5,99 €
Premium
GRATIS
Standard
10,00
You
GRATIS
Bonifico SEPA GRATIS GRATIS
Bonifico SWIFT max. 5,00€
+ 0,05%
Tariffe Wise
P2P GRATIS GRATIS
Prelievi in Euro Gratis fino a…
Standard: 200 €
Premium: 400 €
(poi 2% a prelievo)
Standard
3 gratis, poi 2€
You
GRATIS
Addebito diretto (SDD) GRATIS GRATIS
Accredito stipendio GRATIS GRATIS
Ricarica cellulare Non disponibile GRATIS
Bollettini postali Non disponibile 1,80 €
Logo Revolut 2021 Logo N26

Come si può notare dalla tabella, le differenze sussistono più nelle funzionalità che nelle tariffe addebitate.

Sia Revolut che N26 hanno un piano denominato Standard, in entrambi i casi gratuito (senza canone). Per avere la carta fisica è necessario sborsare una quota una tantum; in caso contrario dovremo accontentarci delle rispettive carte virtuali, utilizzabili anche con Apple Pay e Google Pay per pagare in negozio con smartphone.

I piani avanzati, Revolut Premium e N26 You, includono una polizza viaggio che rimborsa le spese mediche d’urgenza all’estero e gli infortuni dovuti a sport invernali. Con il piano gratuito di Revolut, l’assicurazione può essere sottoscritta ad un solo euro al giorno – da pagare nei soli giorni di viaggio.

Nella sezione successiva approfondiamo i costi per l’uso all’estero delle rispettive carte.

Uso all’estero e tasso di cambio

È stato anticipato che entrambe le soluzioni sono consigliate a chi viaggia all’estero, indipendentemente dalla frequenza e dalla durata della trasferta. Il motivo è l’assenza di maggiorazioni (cioè di commissioni) sul cambio valuta.

All’estero Revolut N26
Conversione valuta Gratis nei giorni feriali. 0,5% oltre il limite gratuito. 1% nel weekend. Non applica maggiorazioni
Prelievo contante Stesse condizioni dei prelievi in EUR + conversione valuta (vedi sopra). Standard
1,7%
You
Nessuna commissione
All’estero Revolut N26
Conversione valuta Gratis nei giorni feriali. 0,5% oltre il limite gratuito. 1% nel weekend. Non applica maggiorazioni
Prelievo contante Stesse condizioni dei prelievi in EUR + conversione valuta (vedi sopra). Standard
1,7%
You
Nessuna commissione

Se è vero che nel fine settimana (cioè durante la chiusura del mercato interbancario) Revolut addebita una ragionevole commissione sul cambio, è altrettanto vero che – trattandosi di un conto multivaluta – l’utente può convertire gratuitamente nel corso della settimana e giungere a destinazione con la moneta locale, quindi senza necessità di conversione.

Ogni mese gli utenti Revolut Standard possono convertire senza commissioni fino a 1.000 euro (al superamento della soglia mensile si applica lo 0,5% di maggiorazione), mentre per gli utenti Revolut Premium il cambio gratuito è illimitato.

N26 non applica tariffe aggiuntive sulla conversione, tuttavia il conto N26 Standard comporta una commissione dell’1,7% sui prelievi. Al contrario, acquisti e prelievi in divisa estera sono sempre gratuiti con il piano You.

Come ricaricare?

Diamo un’occhiata ai metodi di ricarica dei due conti online con carta prepagata:

Metodo Revolut N26
Bonifico bancario
Accredito stipendio
Carta di credito, di debito, prepagata
Contanti
Apple Pay
ATM

Accredito dello stipendio e bonifico bancario sono le due modalità di ricarica completamente gratuite.

La ricarica con carta di pagamento si esegue direttamente da app, è istantanea ed ha un costo variabile ma ragionevole con Revolut, mentre è fin troppo dispendiosa con N26 (3% dell’importo). Nel caso di Revolut può essere effettuata anche tramite Apple Pay alle stesse condizioni della carta (la tariffa viene comunicata all’utente prima di confermare dell’operazione).

Solo N26 permette di ricaricare il conto in contanti presso le casse dei supermercati Carrefour, Pam e Penny Market. La tariffa applicata è dell’1,5% dell’importo.

Revolut o N26? La nostra opinione

Alle domande «Qual è il miglior conto?» o «Qual è la migliore carta?» non possiamo rispondere, perché entrambe le soluzioni si mostrano economiche, efficienti e pratiche – a seconda delle esigenze dell’utente.

N26 è un semplice conto corrente online, facile da usare, con carta di debito MasterCard da usare in tutto il mondo e senza maggiorazione sul tasso di cambio (fatta eccezione per il prelievo di contanti con il piano Standard).

Revolut è un servizio molto più avanzato, pensato non solo per i viaggiatori ma anche per chi fa trading online (azioni statunitensi e criptovalute) e vuole approfittare della conversione di valuta non maggiorata durante la settimana (nel weekend si applica invece una piccola tariffa, pur sempre conveniente rispetto alla concorrenza).

Se non necessitiamo di queste funzionalità aggiuntive, N26 è una soluzione all’altezza.