Intesa Sanpaolo e Banca Sella si distinguono soprattutto sul piano dei costi, ma non solo.
  • Qual è il più economico?

  • Qual è quello più efficiente?

In questo confronto scopriamo quali sono le principali differenze rispetto a spese, gestione del conto e funzioni disponibili.

Intesa Sanpaolo Banca Sella
Link
Servizio Conto corrente Conto corrente
Modalità di attivazione Online o filiale Online o filiale
Carta di debito inclusa
PagoBancomat
Mastercard
PagoBancomat
Mastercard
Risparmio Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Carta di credito Opzionale Opzionale
Prestiti e mutui
Investimenti
P2P Bancomat Pay Bancomat Pay
Ricariche telefoniche
Bollettini, utenze, F24
Pagamento con smartphone
Google Pay
Apple Pay
Google Pay
Apple Pay
Intesa Sanpaolo Banca Sella
Link
Servizio Conto corrente Conto corrente
Modalità di attivazione Online o filiale Online o filiale
Carta di debito inclusa
PagoBancomat
Mastercard
PagoBancomat
Mastercard
Risparmio Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Carta di credito Opzionale Opzionale
Prestiti e mutui
Investimenti
P2P Bancomat Pay Bancomat Pay
Ricariche telefoniche
Bollettini, utenze, F24
Pagamento con smartphone
Google Pay
Apple Pay
Google Pay
Apple Pay

Le differenze tra Intesa Sanpaolo e Banca Sella

Nella presente recensione prendiamo in esame le offerte di punta delle due banche: XME Conto di Intesa Sanpaolo e Conto Start di Banca Sella.

Di seguito scopriamo le principali differenze prima di passare all’analisi dei costi.

Apertura del conto – In entrambi i casi il conto può essere aperto online oppure in una filiale fisica della banca. La procedura di Intesa Sanpaolo risulta meno scorrevole, un po’ macchinosa. Banca Sella offre un’esperienza più moderna e piacevole.

La verifica dell’identità può avvenire, per entrambi i conti, tramite bonifico bancario oppure in filiale. Un’ulteriore modalità implica il riconosciemento via video: Intesa Sanpaolo richiede una registrazione, mentre con Banca Sella si effettua una rapida videochiamata con l’operatore.

Scegliendo il bonifico si dovrà attendere qualche giorno lavorativo per l’apertura del conto, mentre gli altri metodi richiedono minore tempo.

Immagine: Intesa Sanpaolo

Il sito Intesa Sanpaolo risulta un po' caotico

La piattaforma web di Intesa Sanpaolo risulta caotica alla vista.

Carte di pagamento – In seguito all’apertura del conto, qualora richiesta, si riceverà via posta una carta di debito (comunemente nota come Bancomat). Grazie all’abbinamento tra i circuiti PagoBancomat e Mastercard, le carte vengono accettate sia in Italia che all’estero per effettuare pagamenti in negozio o prelievi di contante.

Tra le carte opzionali che è possibile richiedere direttamente online, da sito web o app, compaiono carte di credito e carte prepagate.

Tutte le carte sono compatibili con le app Apple Pay e Google Pay, dunque si potrà pagare in negozio anche con smartphone, senza necessità di estrarre la carta fisica, sia con Banca Sella che con Intesa Sanpaolo.

Immagine: Banca Sella

L'app di Sella è intuitiva e moderna

Gli strumenti online di Banca Sella sono facili e piacevoli da usare.

Risparmio, investimenti, prestiti – Anche aprendo i conti online si accede all’intera offerta dei due istituti di credito. In quanto banche tradizionali, vengono messi a disposizione dei clienti tutti gli strumenti per investire, risparmiare ed accedere a prestiti e mutui.

Le operazioni più semplici (es. vincoli a breve termine) si gestiscono in piena autonomia, mentre per chi è interessao ad investire somme più importanti oppure ad ottenere un credito viene messa a disposizione assistenza e consulenza da parte di esperti, tramite telefono, canali online oppure prendendo appuntamento in filiale.

Nel Conto Start di Banca Sella è incluso il salvadanaio digitale, grazie al quale si mettono da parte somme di denaro in maniera automatica oppure con trasferimenti manuali. Anche XME Conto di Intesa Sanpaolo offre la stessa funzione, tuttavia è opzionale e dunque comporta un costo.

Costi e commissioni

Se dalla panoramica dei servizi e delle funzioni i conti di Intesa e Sella sembrano essere equivalenti, non si può dire lo stesso dei costi: le differenze si notano fin da subito.

Nella tabella seguente mettiamo a confronto le tariffe legate alla tenuta e all’uso dei due conti correnti.

Intesa Sanpaolo
Conto XME
Banca Sella
Conto Start
Link
Apertura GRATIS Online
GRATIS

In filiale
35,00 €
Canone annuo 72,00 €
(6,00 € / mese)
18,00 €
(1,50 € / mese)
Carta di debito
1,50 € al mese Gratis se richiesta al momento dell’apertura, altrimenti 1,50 € al mese
Prelievo contanti ATM Intesa
GRATIS
Altre banche
2,00 €
ATM Sella
GRATIS
Altre banche
4 GRATIS al mese, poi 2,00 €
Versamento contanti GRATIS GRATIS
Bonifico SEPA 1,00 € GRATIS
Carta di credito Classic (opzionale)
60,00 € / anno 41,00 € / anno
Domiciliazioni bancarie
0,80 € GRATIS
Bollettini postali
Premarcati
1,00 €
Bianchi
2,00 €
2,15 €
F24 / MAV
GRATIS GRATIS
PagoPA
1,30 € 1,00 €
Ricarica telefonica GRATIS GRATIS
Intesa Sanpaolo
Conto XME
Banca Sella
Conto Start
Link
Apertura GRATIS Online
GRATIS

In filiale
35,00 €
Canone annuo 72,00 €
(6,00 € / mese)
18,00 €
(1,50 € / mese)
Carta di debito
1,50 € al mese Gratis se richiesta al momento dell’apertura, altrimenti 1,50 € al mese
Prelievo contanti ATM Intesa
GRATIS
Altre banche
2,00 €
ATM Sella
GRATIS
Altre banche
4 GRATIS al mese, poi 2,00 €
Versamento contanti GRATIS GRATIS
Bonifico SEPA 1,00 € GRATIS
Carta di credito Classic (opzionale)
60,00 € / anno 41,00 € / anno
Domiciliazioni bancarie
0,80 € GRATIS
Bollettini postali
Premarcati
1,00 €
Bianchi
2,00 €
2,15 €
F24 / MAV
GRATIS GRATIS
PagoPA
1,30 € 1,00 €
Ricarica telefonica GRATIS GRATIS

Il canone annuo costituisce la prima grande differenza tra le due banche: 6 euro al mese per XME Conto di Intesa San Paolo, solo 1,50 euro al mese per Conto Start di Banca Sella.

Intesa concede uno sconto ai clienti che accreditano lo stipendio nonché agli under 35, tuttavia si dovrà pagare la quota mensile della carta di debito. Il Bancomat di Banca Sella prevede di base lo stesso canone, ma viene offerta a costo zero se la richiesta viene effettuata in fase di apertura del conto.

Prelevare contante è gratuito presso le rispettive casse automatiche, ma Sella concede quattro prelievi al mese anche sugli sportelli automatici di qualsiasi altra banca. Operazioni utili come bonifico e domiciliazione delle utenze sono gratuite con Conto Start di Sella, mentre viene addebitata una commissione dalla banca concorrente.

Nel complesso, il conto di Intesa Sanpaolo è visibilmente più costoso rispetto a quello di Sella.

In cerca di alternative? Dai un’occhiata alla nostra Top 5 dei Conti Online

Gestione del conto da app e piattaforma web

Quanto affermato per l’apertura del conto, si ripete in ambito di gestione tramite applicazione per smartphone e piattaforma web.

L’impatto che si ha con Intesa Sanpaolo è un po’ caotico. Funziona bene ma, a causa della confusione suscitata dai tanti elementi grafici è necessario farci l’abitudine prima di poterla usare in modo fluido.

In Intesa, un altro aspetto da notare sono i continui richiami a servizi e prodotti aggiuntivi (polizze e assicurazioni, salvadanai, investimenti, ecc.) che hanno il sapore di pubblicità più che di utilità.

Sella offre un salvadanaio digitale incluso nel conto corrente

Salvadanaio digitale di Banca Sella.

Banca Sella offre invece un’esperienza molto più semplice e veloce. L’interfaccia grafica non crea scompiglio visivo, il design agevola l’utilizzo e lo rende gradevole. Gli elementi nel menu sono pensati in un’ottima di praticità e non nella speranza che l’utente sottoscriva ulteriori servizi.

Su entrambe le piattaforme vi è la possibilità di gestire tutti i propri conti correnti (anche quelli presenti in istituti diversi) grazie all’open banking. Ancora una volta, si segnala una maggiore propensione alla praticità del servizio di Banca Sella.

Anche nell’aspetto pratico, dunque, Conto Start di Sella trova un punto di vantaggio rispetto al concorrente più famoso.

Assistenza clienti e recensioni degli utenti

Sia Intesa San Paolo che Banca Sella sembrano mettere a disposizione un buon servizio di assistenza clienti tramite diversi canali: e-mail, chat e telefono. Sella suggerisce inoltre gli orari meno affollati per ottenere il supporto telefonico nel tempo più breve possibile.

Dello stesso parere non sono i clienti Intesa Sanpaolo, che su internet lasciano un numero non trascurabile di recensioni negative: tempi di attesa lunghi per una risposta, aumento dei costi, riduzione di filiali fisiche e dunque di casse automatiche, con conseguente necessità di prelevare presso sportelli di altre banche dietro pagamento della commissione di 2 euro.

Quale scegliere? La nostra opinione

I conti correnti di Intesa Sanpaolo e Banca Sella si equivalgono in quanto a varietà di servizi e di prodotti, ma dall’esame emergono due importanti differenze capaci di determinare la scelta: tariffe e praticità d’uso.

Come abbiamo visto nella tabella dei costi, Intesa applica commissioni più elevate sia in ambito di costi fissi (canone) che variabili (operazioni). Alcune di queste sono particolarmente fastidiose – ad esempio la tariffa sulle domiciliazioni e sui bonifici – in quanto assenti nella maggior parte delle offerte bancarie. Sella è più economico, a partire dal canone di 1,50 euro al mese.

Anche l’aspetto pratico vede un vantaggio netto di Banca Sella, con strumenti d’uso e di gestione più ordinati, grazie ai quali si ha un’esperienza fluida e piacevole.