Voto(4/5)
SumUp Cassa è un’app che trasforma l’iPad in un gestionale per piccole attività.
Un sistema di cassa modulare, da configurare a seconda delle esigenze. Include funzioni dedicate al settore della ristorazione.
  • Pro: Configurazione modulare con numerose funzionalità. Resoconti dettagliati. Integrazioni per delivery e click and collect.

  • Contro: Per la demo è necessaria videochiamata con operatore. Solo su Apple iPad. Assistenza solo via chat o e-mail.

  • Scegli se: Cerchi un sistema di cassa flessibile. Ideale nel settore della ristorazione.

Panoramica su SumUp Cassa

SumUp è un brand ormai noto per i suoi POS senza canone pensati per piccole imprese e professionisti. Nella gamma di servizi del marchio è recentemente arrivato SumUp Cassa, una soluzione completa ma modulare, sotto forma di app gestionale e materiale hardware.

Abbiamo provato di persona l’app SumUp Cassa per fornire ai lettori di Mobile Transaction una recensione attendibile, esaminando il prodotto tramite criteri di valutazione predeterminati.

Importanza fondamentale nella valutazione di un sistema cassa è attribuita alla presenza di funzioni adatte alle piccole attività, nonché di funzioni dedicate a specifiche aree di commercio, ad esempio la ristorazione e il retail.

Per riassumere, osserviamo i seguenti aspetti:

  • Gamma e qualità delle funzioni
  • Costi fissi variabili
  • Trasparenza in fase di registrazione, facilità della procedura
  • Servizi a valore aggiunto (es. pagamenti a distanza)
  • Canali di assistenza clienti, efficienza del servizio e recensioni degli utenti

È previsto un canone mensile fisso per accedere a tutte le funzionalità dell’applicazione, ed una spesa una tantum per acquistare la parte hardware: quella base include un iPad con supporto da tavolo, cassetto contanti, lettore di carte di credito e stampante fiscale. Approfondiamo i costi nella sezione successiva della presente recensione.

Foto: SumUp

La configurazione base di SumUp Cassa include iPad, cassetto contanti, stampante fiscale e POS

L’applicazione permette di gestire l’inventario, calcolare automaticamente i profitti, gestire vendite e ordini in modo semplice, da un unico dispositivo.

Sono poi disponibili funzionalità dedicate al settore della ristorazione, tra cui gestione del piano di sala e delle comande, divisione del conto, menù digitale e altro ancora. Scopriamo i dettagli più avanti.

Costi e commissioni

Il canone mensile per accedere a tutte le funzioni dell’app SumUp Cassa è di 69 euro con piano annuale.

Si tratta dunque di una tariffa chiara, senza ulteriori spese fisse, adatta alle piccole imprese che cercano una soluzione adattabile alla propria attività.

Si dovrà affrontare però una spesa iniziale di diverse centinaia di euro per ottenere la configurazione base del materiale hardware: un iPad con supporto da tavolo, una stampante fiscale e un cassetto contanti; a seconda delle necessità è possibile aggiungere ulteriori accessori.

Si può inoltre scegliere di ricevere pagamenti con carta tramite POS SumUp. Questo terminale non prevede alcun canone mensile né vincoli contrattuali, bensì una commissione (1,95%) per ogni transazione elaborata.

Si è comunque liberi di utilizzare qualsiasi altra soluzione per ricevere pagamenti con carta: alcune interessanti opzioni possono essere consultate nel nostro articolo Confronto tra i migliori POS per piccole attività.

Le funzioni dell’app SumUp Cassa

L’app SumUp Cassa può essere installata su qualunque iPad aggiornato alla versione più recente del sistema operativo. Per ogni licenza è possibile collegare fino a quattro dispositivi.

Non è disponibile per dispositivi con con sistema Android.

Il canone mensile, come si è detto, include tutte le funzionalità presenti nell’applicazione. Alcune sono destinate a qualsiasi tipo di attività (catalogo prodotti, inventario, statistiche e analisi delle vendite), altre sono pensate appositamente per il settore della ristorazione (piano di sala, divisione conto, comande).

Non tutte le funzionalità sono attive fin dall’inizio. L’applicazione consente infatti di configurare attivando e disattivando moduli: ogni utente potrà in tal modo “costruire” la propria versione del sistema di cassa SumUp per adattarlo al proprio business.

Catalogo dei prodotti e inventario

Aggiungendo un ordine si accede automaticamente al catalogo dei prodotti, attraverso il quale l’utente può selezionare in maniera rapida gli articoli scelti dal cliente ed ottenere l’importo totale.

I prodotti che appaiono nel catalogo devono essere aggiunti preventivamente dalla sezione Back Office, della quale parleremo più avanti.

Immagine: Mobile Transaction

Come si osserva dall’immagine, i prodotti registrati nel catalogo possono essere divisi per categorie. Non appariranno dunque in un’unica schermata, bensì saranno divisi tra categorie create dallo stesso utente.

Le categorie permettono di catalogare al meglio i prodotti in vendita. Ad esempio, nel nostro test abbiamo allestito un menù da ristorante dividendo gli articoli del catalogo nelle categorie primi, secondi e così via.

Ciò consente di navigare rapidamente ed individuare in pochi istanti i prodotti da inserire nell’ordine; naturalmente si potrà anche cercare un articolo cliccando sull’apposita icona (lente di ingrandimento, collocata sempre nel menù sulla sinistra), e digitare i primi caratteri per ottenere i risultati in un elenco.

Immagine: Mobile Transaction

Aggiungere un prodotto è molto semplice. All’interno del Back Office (pannello di amministrazione) si clicca sulla voce Prodotti nel menù a sinistra, quindi si va su Aggiungi per inserire nome, eventualmente una descrizione e codice SKU, quest’ultimo utile per tracciare le scorte in magazzino e gestire l’inventario.

Dal menù a tendina si può selezionare (qualora creata in precedenza) la categoria in cui inserire il prodotto – ad esempio antipasti, primi ecc. Si consiglia dunque di partire dalla creazione delle categorie e poi passare all’inserimento dei prodotti, i quali potranno essere in questo modo smistati fin da subito nelle diverse categorie.

È possibile inserire anche un’immagine del prodotto scegliendola dalla libreria immagini o dal computer (il back office, come vedremo, si può aprire anche da web).

Menù digitale con codice QR

Il menù digitale è collegato al catalogo prodotti ed è una delle funzionalità dedicate alla ristorazione. Può essere usato in loco oppure allo scopo di fornire un menù ai clienti che ordinano a distanza per la consegna a domicilio o ritiro sul posto.

Quando si aggiunge un prodotto al catalogo è possibile riempire i campi destinati al menù digitale. In modo automatico saranno mostrati su una pagina web.

Immagine: Mobile Transaction

Immagine: Mobile Transaction

Il ristoratore può stampare il codice QR che appare in app ed esporre quest’ultimo sui tavoli – oppure inviare il link tramite app di messaggistica per eventuali ordini a distanza.

Quando si siede, il cliente non dovrà attendere l’arrivo del cameriere per ricevere il menù: con la fotocamera del suo telefono inquadra il codice esposto sul tavolo per consultare il menù.

Diversi i vantaggi del menù digitale, peraltro ormai ampiamente diffuso anche nelle piccole attività: il servizio risulta più rapido, l’esperienza del cliente più piacevole e, ultimo ma non per importanza, si evita il passaggio del menù cartaceo da un cliente all’altro, così da incrementare anche il livello di igiene.

Piano di sala

Il piano di sala è destinato a bar, ristoranti, pizzerie e altre attività del settore food and beverage. È possibile allestire dal Back Office lo schema dei tavoli presenti in una o più sale.

Nel nostro test abbiamo allestito ad esempio una sala interna e una sala giardino.

Immagine: Mobile Transaction

Si passa da una sala all’altra oppure alla pagina degli ordini cliccando sulle relative schede nella barra che compare nella parte superiore dello schermo.

Ogni tavolo può essere numerato o personalizzato con un nome, sempre dal Back Office dell’applicazione. Nel caso fosse necessario apportare modifiche è sufficiente fare login nel pannello di amministrazione del sistema cassa per aggiungere, modificare o eliminare tavoli.

Comande

Toccando il tavolo si accede automaticamente al catalogo prodotti e all’apertura di un ordine. Se non si vuole associare una comanda ad un tavolo – ad esempio in caso di asporto o consegna a domicilio – basta cliccare sul simbolo “+

Si naviga tra le categorie per la selezione rapida dei piatti. È anche possibile creare un menù fisso – ad esempio il menù del giorno o menù bambini – per includere determinate portate in un unico ordine.

Immagine: Mobile Transaction

La comanda appare sulla destra. Una volta selezionato un articolo, tenendo premuto sulla voce in elenco è possibile modificare la quantità e aggiungere commenti. Si possono inoltre aggiungere opzioni per ogni piatto, ad esempio il tipo di cottura oppure supplementi con relativo prezzo.

Se il cliente cambia idea o in caso di errore, eliminare un piatto è molto semplice: basta toccare il prodotto e scorrere con il dito verso sinistra , poi confermare cliccando su Cancella.

Per trasmettere la comanda si clicca su Invia. Sarà naturalmente possibile aggiungere nuovi ordini per lo stesso tavolo cliccando su Aggiungi ordine e inviando nuovamente.

Gli ordini aperti sono contraddistinti dal colore blu; vi è inoltre indicazione del tempo trascorso dall’apertura dell’ordine.

In cucina terranno traccia delle comande dalla scheda Ordini. È infatti possibile collegare fino a quattro iPad ad un solo account SumUp Cassa. Gli ordini potranno essere filtrati per tipo (es. in loco, delivery, ecc.)

Chiusura del conto e pagamento

Per chiudere un conto e procedere alla ricezione del pagamento si clicca sull’ordine e poi su Pagare.

Sulla sinistra apparirà la comanda, mentre in evidenza sul display comparirà una calcolatrice che potrà essere utilizzata in caso di divisione del conto tra più persone o tra diversi metodi di pagamento.

Immagine: Mobile Transaction

I tasti /2 e /3 permettono di dividere automaticamente l’importo totale per due o per tre (operazione che può essere svolta anche manualmente con la tastiera numerica).

Per ricevere il pagamento si seleziona il metodo dall’elenco che compare a destra; in caso di divisione del conto sarà possibile selezionare un metodo diverso per ogni quota.

Confermato il pagamento, la comanda sarà trasferita automaticamente all’elenco degli ordini chiusi.

Prenotazioni

Questo modulo può essere attivato dal Back Office dell’app poiché non è attivo di di base. Come si è scritto prima, SumUp consente di personalizzare i moduli in base alle proprie esigenze.

Per prendere una prenotazione si seleziona il tavolo nel piano di sala e si procede inserendo l’ora prevista per l’arrivo dei clienti. Il tavolo sarà contrassegnato dal colore rosso in modo automatico, dunque non ci sarà il rischio di occuparlo con altri clienti.

Sono poi disponibili integrazioni tramite servizi di terze parti, grazie alle quali si potrà disporre di una migliore gestione per altri tipi di prenotazioni e ordini, ad esempio delivery e click and collect.

Back office: il pannello di amministrazione di SumUp Cassa

Dal Back Office si configura il piano di sala e si modifica il catalogo prodotti, ma non solo. Si può accedere da app cliccando sull’icona dell’ingranaggio in alto a destra oppure collegandosi da web. Dovranno essere immesse le stesse credenziali utilizzate per l’app SumUp Cassa.

È in questa sezione che si amministrano tutti gli aspetti del sistema di cassa, si consultano i resoconti delle vendite, si tiene traccia dell’inventario e così via.

Diamo un’occhiata ad alcune delle sezioni presenti:

Statistiche e resoconti

Già nella Dashboard, cioè nella schermata iniziale, troviamo un riepilogo dei principali dati di vendita. Cliccando su Visualizza rapporto si accede alla pagina con i dettagli.

Le entrate possono essere filtrate per periodo (giorno, settimana, mese, anno, periodo personalizzato).

Nel rapporto contabile si può consultare anche il resoconto IVA con importi suddivisi per aliquota (10%, 22%, ecc.). Qui si consultano anche le entrate divise per metodi di pagamento (contanti, carta, buoni pasto e così via).

Immagine: Mobile Transaction

È altresì disponibile la classifica dei prodotti più venduti, aggiornata in tempo reale, per conoscere in qualsiasi momento i prodotti di tendenza e quelli invece meno graditi dai clienti.

Nel rapporto sugli ordini si accede all’elcon completo degli ordini ricevuti e al relativo stato (aperto, chiuso, annullato). Per ogni riga è indicata la data e l’ora di apertura, il nome dell’ordine (nome personalizzato o numero tavolo), durata dell’ordine dall’apertura alla chiusura, il nome dell’utente (ad esempio il cameriere che ha gestito l’ordine o il commesso che si è occupato del cliente) e infine il relativo incasso (“fatturato”).

Immagine: Mobile Transaction

Tutte le statistiche e i resoconti possono essere esportati in formato CSV sul tablet o su qualsiasi altro dispositivo usato per accedere al back office con le proprie credenziali.

Gestione del personale

Ogni membro del personale può avere un proprio profilo all’interno dell’app SumUp Cassa, in modo che ogni ordine venga associato al lavoratore che lo ha gestito.

È l’amministratore dell’applicazione a scegliere i permessi da attribuire ad ogni profilo: apertura del cassetto contanti, storni, chiusura cassa e così via. Non tutti i profili avranno dunque piena operatività.

Con questa funzionalità l’esercente può verificare chi ha gestito l’ordine e il volume di entrate generato da un determinato dipendente, dunque può essere utilizzato per monitorare la produttività del personale.

App market e integrazioni di servizi terzi

Dal pannello di amministrazione si può accedere all’App Market, una sorta di App Store o Google Play dedicato a SumUp Cassa.

Fatta eccezione per quelle sviluppate dalla stessa SumUp, si parla di integrazioni non incluse nel canone mensile. Per utilizzare un servizio di terze parti si dovrà sottoscrivere e pagare il relativo abbonamento.

Al momento non sono presenti molte applicazioni, poiché – ricordiamo – si tratta di un servizio lanciato in Italia solo di recente, tuttavia le poche app si rivelano molto utili soprattutto per il settore food and beverage:

  • Deliverect
  • Click and Collect by Flipdish
  • GetYourBill

Le prime due sono pensate per ottimizzare la gestione degli ordini a distanza, per la consegna a domicilio o il ritiro sul posto. La compatibilità fa sì che gli ordini compaiano direttamente in SumUp Cassa; inoltre possono essere collegate a servizi di delivery come Glovo, Uber Eats, Just Eat e Deliveroo.

La terza integrazione serve invece a semplificare la gestione delle fatture e degli altri documenti fiscali.

Guida alla registrazione

Al contrario dei POS SumUp, per i quali è possibile registrarsi in pochi minuti ed altrettanto rapidamente acquistare un terminale, il sistema di cassa prevede una procedura molto diversa.

Trattandosi di una scelta fondamentale per la propria attività, oltre che un impegno economico non indifferente, SumUp preferisce guidare l’utente passo per passo durante la dimostrazione d’uso del sistema cassa.

Come funziona? Sul sito SumUp.it si clicca su Prenota una demo, si immettono i propri dati (nome, cognome, indirizzo e-mail e numero di telefono) e si conferma la richiesta.

L’assistenza contatterà in breve tempo per fissare un appuntamento.

La dimostrazione d’uso si svolgerà attraverso videochiamata con un operatore SumUp, che mostrerà all’utente l’uso del software e ne spiegherà man mano i vari aspetti.

Una scelta comprensibile poiché, nonostante l’uso dell’app sia davvero semplice ed intuitivo, la configurazione iniziale potrebbe risultare complessa alle persone che hanno scarsa familiarità con questo di tipo di software.

Nella presente recensione abbiamo infatti riportato solo alcune delle funzioni ed opzioni disponibili, ben più numerose, a disposizione dell’utente nel pannello di amministrazione. Attivarle è davvero semplice, ma un aiuto da parte dell’assistenza permette indubbiamente di avere una visione più chiara delle tante funziolità e dei moduli.

Assistenza clienti

Gli utenti SumUp Cassa hanno a disposizione i seguenti canali di assistenza:

  • Live chat
  • E-mail

La live chat è raggiungibile direttamente dall’applicazione, cliccando su Assistenza nel menù che compare sulla sinistra.

Gli operatori risponderanno:

  • il lunedì dalle ore 9:00 alle 19:00
  • dal martedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 21:00
  • il sabato dalle ore 11:00 alle 20:00

SumUp promette tempi di attesa molto brevi per ottenere una risposta in chat, in media 40 secondi.

Probabilmente i quaranta secondi annunciati non saranno garantiti con un elevato numero di richieste in corso, ma pur dovendo attendere qualche minuto può considerarsi un servizio di supporto clienti assolutamente efficiente, fermo restando che non sarà possibile ricevere assistenza per telefono.

Recensioni degli utenti

Giudicare dalle recensioni degli utenti italiani è al momento difficile; come si è già detto, il servizio è stato lanciato in Italia solo recentemente e non ha ancora avuto modo di svilupparsi al meglio. Possiamo però esaminare quanto scrivono gli utenti all’estero sull’esperienza con Tiller – di recente ribattezzato SumUp Cassa.

Nell’App Store di Apple (ricordiamo che non è disponibile una versione per dispositivi Android), l’applicazione presenta un voto medio di 4 su 5.

Si segnalano numerosi bug, apparentemente risolti da aggiornamenti tempestivi. I pochi commenti disponibili in Italia alternano opinioni negative e opinioni positive, tuttavia ad oggi è praticamente impossibile farsi un’idea chiara.

La nostra opinione

Mobile Transaction ha avuto modo di provare SumUp Cassa; ne è risultata un’esperienza fluida e piacevole, pur riscontrando qualche imperfezione nella traduzione della versione italiana dell’app.

Nel nostro test abbiamo simulato un sistema di cassa per un ristorante con due sale, riscontrando facilità d’uso ed un’efficienza generale dell’applicazione.

La configurazione, come si è anticipato, risulta invece più complessa e per questo motivo si comprende la scelta del brand di accompagnare l’utente nella prova iniziale del servizio che precede l’eventuale sottoscrizione.

Criteri valutazione Voto
Prodotto 4,2
Costi e commissioni 3,7
Trasparenza e registrazione 3,7
Servizi a valore aggiunto 4,5
Assistenza e recensioni 3,8
Voto complessivo 4

Il gestionale di cassa funziona in modo efficiente, la gamma di funzionalità è estesa e il suo uso intuitivo, tuttavia la configurazione iniziale può risultare un po’ complessa – ma questo aspetto è tipico di tutti i sistemi di cassa, vista l’ampio raggio di funzioni che devono necessariamente includere.

Abbiamo verificato i costi di alcuni prodotti della concorrenza e riscontrato, dal confronto puramente economico e senza considerare l’aspetto pratico, che SumUp Cassa comporta un costo più elevato rispetto ad altri sistemi che partono con un prezzo base molto inferiore, ma che tuttavia lievitano man mano che l’utente aggiunge funzioni talvolta indispensabili.

Inoltre va sottolineato che SumUp va visto come un ecosistema all’interno del quale sono presenti numerosi servizi a valore aggiunto, tra cui metodi di pagamento a distanza, negozio online, ecc.

Pro

  • Sistema modulare, permette di adattare il sistema di cassa alle esigenze della propria attività

  • Fornisce statistiche e resoconti dettagliati che aiutano a comprendere le tendenze e stabilire una strategia di vendita

  • Particolarmente adatto alla ristorazione, con funzioni dedicate al settore

Contro

  • Il canone mensile è elevato per micro-attività del settore retail

  • Nell’app market non sono ancora presenti molte integrazioni con servizi di terze parti

  • Non è possibile provare in autonomia l’app, bensì osservare una dimostrazione tramite videochiamata con un operatore