Quella del registratore di cassa è una scelta molto importante per un’attività commerciale, alla quale occorre dedicare un po’ di attenzione.

I sistemi moderni non si limitano infatti a registrare le transazioni e ad inviarle tramite Sistema di Interscambio all’Agenzia delle Entrate (così come previsto dalla legge italiana), sono bensì il centro di controllo dell’attività.

Oggi il software per il punto cassa raccoglie tutte le funzioni necessarie a gestire qualsiasi aspetto del commercio – ma non per questo sono tutti equiparabili.

Proponiamo una selezione dei migliori registratori di cassa per piccole imprese con l’esigenza di gestione del magazzino, del piano di sala e del personale, dunque con un occhio sempre rivolto al settore della ristorazione.

I sistemi di cassa presenti in questa recensione vengono esaminati secondo criteri prefissati.

Importanza fondamentale nella valutazione di un sistema cassa è attribuita alla presenza di funzioni adatte alle piccole attività, nonché di funzioni dedicati a specifici settori del commercio, ad esempio la ristorazione e il retail.

Per riassumere, osserviamo i seguenti aspetti:

  • Gamma e qualità delle funzioni
  • Costi fissi variabili
  • Trasparenza in fase di registrazione, facilità della procedura
  • Servizi a valore aggiunto (es. pagamenti a distanza)
  • Canali di assistenza clienti, efficienza del servizio e recensioni degli utenti

Si prende in esame anche la compatibilità con servizi di terze parti, vale a dire le integrazioni, a scopo di contabilità, elaborazione di pagamenti e gestione di ordini e vendite a distanza.

Sistema Spesa Link
SumUp Canone
69 € / mese
Spesa iniziale
variabile (hardware)
Prezzo
1.000 € ca.
Canone
Non previsto
EasyCassa Canone
69 € / mese
Spesa iniziale
499 €
Tilby A partire da
34-44 € / mese
Spesa iniziale
499 €
Cassa in Cloud by Cassanova A partire da
15-35 € / mese
Spesa iniziale
variabile (hardware)
Sistema Spesa Link
SumUp Canone
69 € / mese
Spesa iniziale
variabile (hardware)
Prezzo
1.000 € ca.
Canone
Non previsto
EasyCassa Canone
69 € / mese
Spesa iniziale
499 €
Tilby A partire da
34-44 € / mese
Spesa iniziale
499 €
Cassa in Cloud by Cassanova A partire da
15-35 € / mese
Spesa iniziale
variabile (hardware)

Lì dove Mobile Transaction non ha avuto modo di provare il software, per valutarne la stabilità e l’efficienza abbiamo esaminato le recensioni e le opinioni pubblicate sugli app store o sul web.

SumUp Cassa

SumUp
Prezzo
69 € / mese
(include tutte le funzioni)
Spesa iniziale per acquisto della parte hardware
(il costo dipende dalla configurazione scelta)
(4/5)

Pro

  • Il canone include tutte le funzioni

  • Configurazione modulare

  • Interfaccia grafica intuitiva

Contro

  • Demo tramite videochiamata

  • Funziona solo su Apple iPad

SumUp Cassa è un software gestionale con funzione di registratore di cassa telematico. È accessibile a qualsiasi tipo di attività, tuttavia le sue caratteristiche ci portano a consigliarlo soprattutto alle imprese nel settore della ristorazione.

Al momento è disponibile un unico piano di abbonamento con canone di 69 € al mese.

È prevista una spesa iniziale per l’acquisto dei materiali hardware. Il prezzo dipende molto dalla configurazione scelta, cioè dagli accessori che l’utente vuole aggiungere, ma è da mettere in conto una spesa di diverse centinaia di euro: si pensi al fatto che la configurazione base include anche un iPad.

A tal proposito, SumUp Cassa è un’app compatibile unicamente con iPadOS. Non può essere utilizzato né su computer (neanche su Mac), né su tablet con sistema operativo Android. Il pannello di controllo è tuttavia accessibile anche da web, dunque da qualunque dispositivo.

Immagine: Mobile Transaction

Il canone dà accesso a tutte le funzioni dell’applicazione, tuttavia è ben organizzata e non bisogna temere il caos. Prima di rendere operativo il gestionale occorre infatti configurarlo dal pannello di controllo (Back Office).

Questa operazione – che richiede un po’ di pazienza e di attenzione perché da ciò dipende l’efficienza d’uso del sistema – è necessaria per far apparire in app solo le funzioni di cui si ha realmente bisogno. Al Back Office si può accedere direttamente dall’app SumUp Cassa oppure tramite web, per chi predilige il computer.

È prevista una prova gratuita? Un operatore esperto guiderà nella presentazione del sistema di cassa. Si può richiedere la demo sul sito SumUp.

Dallo stesso pannello di controllo possiamo impostare il catalogo dei prodotti e i menù, inserire i codici SKU per tenere traccia in tempo reale delle scorte in magazzino, gestire il personale e verificarne la produttività e così via.

Immagine: Mobile Transaction

I ristoratori potranno impostare il piano di sala, aggiungere varianti, supplementi, livelli di cottura del piatto e così via.

SumUp Cassa è in effetti un’app gestionale destinata principalmente al settore della ristorazione.

Considerati prezzi e funzioni, riteniamo che una piccola attività di retail possa puntare su alternative più basilari ma allo stesso tempo più economiche.

Vuoi approfondire? Consulta la nostra Recensione SumUp Cassa

Olivetti Form500

Olivetti
Prezzo
Acquisto: circa 1.000 €
(dipende dal rivenditore)
Non è previsto abbonamento
(4/5)

Pro

  • Dispositivo all-in-one

  • Nessun abbonamento

Contro

  • Prezzo elevato

Proponiamo in ultimo Form500 di Olivetti, una soluzione diversa dalle altre sia nell’aspetto economico sia in quello pratico.

Innanzittutto, il prezzo. Mentre con gli altri sistemi di cassa è necessaria una spesa iniziale per l’acquisto del materiale hardware o per l’attivazione, e successivamente un canone mensile o annuo, Olivetti permette di acquistare i suoi registratori di cassa telematici con una spesa una tantum.

Il costo è dunque più elevato all’inizio: il modello Form500 ha un prezzo di circa 1.000 euro, variabile a seconda del rivenditore a cui si rivolge.

Per avere un’idea chiara dei costi successivi, l’esercente dovrà visionare le condizioni contrattuali su garanzia dei materiali, periodo di aggiornamenti inclusi del sistema operativo, verifica periodica del misuratore fiscale e assistenza tecnica.

Immagine: Olivetti

Registratore telematico Form500 di Olivetti

Come si può notare dalla foto, il software gestionale non viene installato su un comune tablet né su un computer, bensì su un dispositivo realizzato appositamente da Olivetti.

Il design dell’apparecchio richiama un po’ ai vecchi misutatori di cassa, ma è tutt’altro che arcaico. Si tratta infatti di un registratore di cassa telematico con funzionalità di gestione (proprio come tutti gli altri) basato su sistema operativo Android.

È l’applicazione MyShopApp – ovviamente già installata – a fornire tutte le funzioni di registratore di cassa.

Immagine: Olivetti

L'interfaccia del RT Olivetti è simile a quella di un computer

L’app consente di gestire vendita al banco, al tavolo, asporto e delivery, fornisce statistiche e analisi sulle vendite, permette di gestire inventario e programmi di fidelizzazione clienti. In altre parole, il suo funzionamento non è dissimile dalle altre soluzioni presentate in questo confronto.

Ha il vantaggio di raccogliere in unico dispositivo tutti gli strumenti essenziali, vale a dire display touchscreen, stampante termica per scontrini cartacei, display cliente. L’esercente avrà la possibilità di acquistare strumenti accessori (es. lettori di codici a barre, cassetti portasoldi, ecc.) da abbinare al Form500.

Questo registratore telematico è compatibile con i terminali SumUp, i quali permettono di ricevere pagamenti in presenza ma anche a distanza, creare un basilare negozio online, generare gift cards e altro ancora.

È prevista una prova gratuita? È possibile provare le soluzioni Olivetti solo tramite rivenditori ufficiali.

EasyCassa by Mooney

EasyCassa
Prezzo
69 € / mese
Attivazione 499 €
(hardware in comodato d’uso)
(4/5)

Pro

  • Sistema all-in-one

  • Assistenza anche nei festivi

  • Garanzia su hardware

Contro

  • Hardware in comodato d’uso

  • Canone extra per stampante comande

EasyCassa di Mooney è registratore di cassa telematico all-in-one. Si paga un canone fisso mensile per una soluzione completa di software e hardware.

Nonostante vi sia una spesa di attivazione pari a 499 euro una tantum, l’esercente riceve i dispositivi hardware in comodato d’uso e dovrà restituirli in caso di risoluzione del contratto.

Finché utilizza EasyCassa varà però accesso a manutenzione e aggionarmenti, verifiche periodiche del misuratore fiscale, assistenza anche nei giorni festivi, garanzia in caso di disservizi e problemi di altro tipo.

Immagine: Mooney

Sistema RT di EasyCassa

Il materiale fornito alla sottoscrizione del contratto include:

  • Tablet 15 pollici con supporto da banco
  • Display cliente
  • Stampante fiscale telematica
  • Lettore di codici a barre
  • Cassetto portasoldi
  • Tastiera

Sono opzionali invece le stampanti per comande destinate al settore della ristorazione, con un canone aggiuntivo di 10 euro per stampante e 50 euro di attivazione.

Immagine: EasyCassa

EasyCassa fornisce un sistema software e hardware

Insieme al software principale si avrà accesso anche ad un’app Android per la gestione degli ordini.

I dipendenti potranno accedere con il proprio profilo e inserire le comande sullo smartphone, inviandole poi al sistema di cassa con un clic. Dall’applicazione si potranno gestire anche i tavoli e seguire l’andamento del servizio.

Anche la soluzione EasyCassa di Mooney è particolarmente indicata per la gestione di ristoranti, pizzerie e bar. Come con SumUp, anche EasyCassa prevede un unico canone che dà accesso a tutte le funzionalità del sistema.

È prevista una prova gratuita? Si può richiedere una presentazione sul sito EasyCassa; sarà un operatore a guidare l’utente nella dimostrazione d’uso.

Tilby (ex Scloby)

Tilby
Prezzo
A partire da
34 € / mese (retail)
44 € / mese (risto)
Attivazione 499 €
+ spesa per acquisto hardware
(4/5)

Pro

  • Disponibile per iPad e Android

  • 4 ore di formazione incluse

Pro

  • Attivazione non include hardware

  • Utenti segnalano disservizi

Tilby, prima chiamato Scloby, è un registratore di cassa in cloud offerto dal gruppo Zucchetti.

Ci sono due versioni del software, una per il retail e una per la ristorazione. La prima presenta funzioni generiche necessarie a tutti i tipi di attività (es. negozi, saloni di bellezza), la seconda aggiunge la mappa dei tavoli, la gestione delle comande e delle modalità di vendita in asporto o delivery.

Si parte da un canone mensile di 34 o 44 euro al mese (rispettivamente per il retail e per la ristorazione), tuttavia il costo aumenta aggiungedo funzioni opzionali all’offerta base. Per conoscere la quota mensile effettiva occorre chiedere un preventivo sul sito ufficiale del servizio: in breve tempo un operatore vi contatterà prima via e-mail, poi via telefono.

Immagine: Tilby

È prevista inoltre una spesa iniziale per l’attivazione – ma attenzione, perché non include la parte hardware. L’utente può utilizzare un proprio tablet (Android o Apple), oppure utilizzare il registratore di cassa telematico da computer, tramite Chrome.

Il resto del materiale dovrà essere acquistato tra i dispositivi compatibili, direttamente da Tilby o da rivenditori terzi (l’aspetto di cui tenere conto è unicamente la compatibilità con il software).

Immagine: Tilby

Offre le funzioni tipiche dei software registratori di cassa, mentre tra le caratteristiche che distinguono questo sistema di cassa dai concorrenti notiamo una buona gamma di servizi e dispositivi compatibili.

Si fa notare ad esempio la possibilità di abbinare una cassa automatica: l’esercente mette a disposizione dei clienti una postazione con tablet o computer permettendo loro di ordinare e pagare in autonomia con carta o altri metodi di pagamento compatibili.

A tal proposito, al registratore telematico possono essere associati i terminali Nexi per il pagamento con carta, Stripe per il pagamento online e Satispay per il pagamento con codice QR. Si aggiunge la possibilità di collegare app come Delivero, Glovo, Just Eat e Uber Eats per la gestione degli ordini a distanza.

L’interfaccia grafica è chiara e intuitiva. Gli utenti attribuiscono un buon voto medio all’app Tilby su Google Play, dunque per dispositivi Android, mentre una valutazione decisamente inferiore – con segnalazione di disservizi – si rinviene sull’App Store di Apple.

È prevista una prova gratuita? Occorre compilare un breve modulo sul sito Tilby per essere contattati telefonicamente da un operatore.

Cassa in Cloud by Cassanova

Cassa in Cloud
Prezzo
da 15 € / mese (retail)
da 35 € / mese (ristoranti)
Spesa iniziale per acquisto della parte hardware
(il costo dipende dalla configurazione scelta)
(3.7/5)

Pro

  • Costo di partenza economico

  • Diversi piani retail e risto

  • Per tablet Android e iPad

Contro

  • Interfaccia poco intuitiva

  • Utenti segnalano disservizi

Cassa in Cloud è un gestionale fornito da Cassanova, compatibile su tablet Android e Apple (iPad).

Sono disponibili due offerte: una per il settore retail (vendita al dettaglio) e l’altra per la ristorazione, con funzioni dedicate alla gestione di attività food and drink.

Ognuna di queste offerte è suddivisa in diversi tipi di abbonamento. Il piano base per il settore retail costa 15 euro al mese ma presenta solo funzioni basilari; in modo simile, il piano base per la ristorazione è economico (35 euro al mese) ma le funzionalità incluse non trovano degno confronto con i sistemi visti in precedenza.

Immagine: Mobile Transaction

Schermata comande app Cassanova

Ci siamo scontrati fin da subito con un’interfaccia grafica poco intuitiva se messa a confronto gli altri servizi. Tale impressione purtroppo non è migliorata nel proseguire il nostro test.

La schermata principale risulta disordinata e confusionaria, caratteristica a nostro avviso compromettente per un’applicazione il cui scopo è quello di semplificare e velocizzare le operazioni quotidiane degli esercizi commerciali.

È possibile effettuare la configurazione iniziale sia da app Cassa in Cloud sia da sito web. Considerata la varietà di aspetti da definire e le numerose opzioni disponibili, meglio mettersi comodi al computer.

Immagine: Mobile Transaction

Non mancano le funzioni utili ad ogni tipo di negozio: inventario, listini e catalogo prodotti, carte fedeltà, database dei clienti e dei fornitori, statistiche, gestione tavoli e sale, ecc.

È poi presente una buona gamma di funzionalità per gestire gli ordini a distanza, con possibilità di far inoltrare l’ordine al cliente in piena autonomia tramite menù digitale (self order menu) o app (self order app).

Rimane però il problema dell’efficienza: oltre alla grafica da noi ritenuta poco intuitiva, si aggiungono svariate segnalazioni e opinioni negative degli utenti – che talvolta lamentano importanti disservizi. Tale situazione può tuttavia migliorare con aggiornamenti dell’applicazione, dunque va valutata di volta in volta verificando le recensioni rilasciate negli app store di Google e Apple.

Le imprese interessate hanno del resto a disposizione una prova gratuita di 15 giorni, durante la quale potranno testare l’app Cassa in Cloud in piena autonomia.

È prevista una prova gratuita? Sì, sul sito del servizio si può richiedere una prova dell’app per 15 giorni.

Quale scegliere?

Se hai un’attività nel settore della ristorazione dovresti puntare su un sistema che includa una vasta gamma di funzionalità specializzate, ad esempio menù e carte, dipendenti, piani di sala, menù digitale e canali di vendita.

Tra le soluzioni presenti in questo confronto, SumUp Cassa e EasyCassa sono quelle più complete poiché includono nel canone mensile tutte le funzioni. Entrambe hanno però un’alta capacità di personalizzazione, grazie alla quale il ristoratore potrà configurare il proprio sistema inserendo solo i moduli necessari all’attività.

La differenza tra queste due proposte sta nelle condizioni contrattuali: pur avendo lo stessa canone mensile (69 euro), con SumUp la spesa iniziale serve ad acquistare la parte hardware, mentre con EasyCassa solo ad attivare il servizio e ad accedere alla fornitura del materiale in comodato d’uso.

Tilby e Cassa in Cloud sono più economici solo in apparenza, poiché i prezzi indicati in tabella sono “a partire da”, ossia fanno riferimento ad un’offerta base che potrebbe richiedere l’aggiunta di funzioni extra ad un costo mensile aggiuntivo. Per conoscere il costo reale occorre dunque chiedere un preventivo.

I due registratori di cassa potrebbero comunque essere la soluzione migliore per le piccole attività che necessitano di funzioni semplici come gestione delle scorte in magazzino, catalogo prodotti e invio dei corrispettivi elettronici. Attenzione però alla stabilità dei sistemi: nel momento in cui scriviamo questa recensione, Cassa in Cloud di Cassanova riceve alcuni commenti negativi da non sottovalutare; inoltre abbiamo constatato in prima persona che l’interfaccia grafica della sua applicazione non è molto intuitiva.

Il modello Form500 di Olivetti concilia i vecchi registratori di cassa con i sistemi più moderni, mettendo a disposizione un dispositivo all-in-one senza abbonamento. Per ottenerlo è necessario sostenere una spesa iniziale più elevata, dunque non è la scelta migliore per le nuove attività con un futuro ancora incerto (in questo caso meglio avere un iPad oppure un dispositivo in comodato d’uso). È dunque consigliato ad esercizi commerciali con un’attività consolidata nel tempo.

Sistema di cassa Link
SumUp Cassa
Olivetti
EasyCassa by Mooney
Tilby
Cassa in Cloud