Quando si ha la necessità di trasferire somme di denaro con immediatezza, uno degli strumenti a nostra disposizione è il bonifico istantaneo.

Rispetto al normale bonifico presenta alcune importanti differenze, da cui scaturiscono pro e contro.

Nel presente articolo scopriamo cos’è e come funziona il trasferimento bancario immediato, quali sono i costi con le diverse banche e carte prepagate, vantaggi e svantaggi, alternative migliori.

Cos’è il bonifico istantaneo?

Lanciato nel 2017 dall’European Payments Council (EPC), il bonifico istantaneo è un metodo per trasferire da un conto corrente all’altro somme di denaro in pochi istanti e a qualsiasi ora o giorno, vale a dire anche di sera o di notte, durante il fine settimana e nei festivi.

In inglese è conosciuto come SEPA Instant Credit Transfer o semplicemente come SCT Inst.

Una volta confermato l’invio, il beneficiario riceverà l’accredito sul suo conto in meno di dieci secondi, praticamente in tempo reale.

Questa operazione è disponibile in tutta l’area SEPA, cioè negli stati membri dell’Unione Europea ai quali si aggiungono Regno Unito, Svizzera, Norvegia, San Marino, Città del Vaticano, Andorra, Liechtenstein e Principato di Monaco.

Può essere utilizzato, comeil bonifico ordinario, per trasferimenti a carattere personale o commerciale, dunque per scambiarsi denaro oppure per pagare un bene o un servizio.

Pro e contro

Principale vantaggio del SCT Inst è la velocità di esecuzione, grazie alla quale è possibile trasferire diverse migliaia di euro in pochi istanti. L’importo massimo è stabilito dai singoli istituti (ne parliamo più avanti).

Quando è utile? Oltre all’invio di denaro per motivi personali, ad esempio per fornire liquidità immediata a un familiare in una situazione di emergenza, è di aiuto anche nelle transazioni commerciali. Si pensi a un acquisto di importo elevato che non possiamo pagare con carta di credito per superamento del plafond o con carta di debito a causa dei limiti giornalieri o mensili.

È tuttavia consigliabile servirsene con cautela, considerati gli svantaggi. L’aspetto negativo del bonifico istantaneo è indubbiamente l’irrevocabilità dell’operazione. In altre parole, non può essere annullato in caso di errore nella compilazione.

Mentre con il bonifico ordinario possiamo revocare l’operazione fino al momento in cui il trasferimento non viene eseguito (orario di cut-off della banca), il SEPA Instant Credit Transfer è – per ovvi motivi – irrevocabile.

Se commettiamo errori nella scrittura dell’importo o addirittura del codice IBAN saremo costretti a contattare il beneficiario per rimediare amichevolmente e, in caso di inconvenienti, passare alle vie legali.

Ulteriore svantaggio è rappresentato dai costi, giacché questa operazione comporta commissioni più elevate (salvo rari casi) rispetto a un normale bonifico bancario.

Come funziona? Invio e ricezione

La procedura per eseguire un trasferimento istantaneo è pressoché identica a quella prevista per l’invio del bonifico ordinario; bisogna solo accertarsi che sia effettivamente disponibile nella propria banca (non tutti gli istituti finanziari hanno implementato questo metodo).

Si accede con le credenziali personali all’home banking, si seleziona l’operazione di bonifico e si compila il modulo con le seguenti informazioni:

  • Nome del beneficiario
  • IBAN
  • Importo
  • Causale

L’inserimento della causale è facoltativo, mentre gli altri elementi sono obbligatori.

A questo punto è necessario spuntare la casella relativa al bonifico istantaneo; in caso contrario sarà effettuato un bonifico ordinario.

Invitiamo ancora una volta a prestare molta attenzione nel compilare i campi dell’importo e dell’IBAN, dato che non avremo modo di revocare l’operazione. Sarebbe opportuno, qualora possibile, fare copia e incolla del codice bancario così da evitare errori.

Per ricevere un bonifico istantaneo basta comunicare l’IBAN del proprio conto corrente e indicare il beneficiario, come per un normale trasferimento bancario.

Costi e commissioni del SCT Inst

Raramente un bonifico ordinario costa più di un euro, e le banche online lo concedono quasi sempre senza commissioni. Non si può dire lo stesso per il SCT Inst, le cui tariffe – variabili a seconda dell’istituto – sono più elevate.

Di seguito un elenco delle commissioni applicate dalle principali banche in Italia:

Istituto Commissione
Banca Sella 2,30 €
BPER min. 0,90 €
max. 20,00 €
BPM Non disponibile
Deutsche Bank Non disponibile
Hype 2,00 €
Illimity bank Gratis
Intesa Sanpaolo min. 0,60 €
max. 20,00 €
Isybank 2,00 €
Mediolanum min. 0,80 €
max. 3,00 €
Postepay 1,00 € in aggiunta alla commissione sul bonifico ordinario
Unicredit 3,00 €
Widiba 1,50 €
Istituto Commissione
Banca Sella 2,30 €
BPER min. 0,90 €
max. 20,00 €
BPM Non disponibile
Deutsche Bank Non disponibile
Hype 2,00 €
Illimity bank Gratis
Intesa Sanpaolo min. 0,60 €
max. 20,00 €
Isybank 2,00 €
Mediolanum min. 0,80 €
max. 3,00 €
Postepay 1,00 € in aggiunta alla commissione sul bonifico ordinario
Unicredit 3,00 €
Widiba 1,50 €

Dalle tariffe riportate in tabella emerge che gli istituti finanziari dispongono di un ampio margine di ritocco delle commissioni. C’è infatti chi lo rende disponibile senza commissioni (Illimity) e chi invece applica una percentuale sull’importo inviato, fino a un massimo di 20 euro (BPER, Intesa Sanpaolo).

Diverse le banche che applicano una tariffa fissa di 2 euro indipendentemente dall’importo dell’operazione, o Widiba che propone la commissione 1,50 euro. In modo simile, Postepay Evolution applica una tariffa di 1 euro ma in aggiunta alla commissione prevista per il bonifico ordinario.

Limiti massimi. Quanto si può trasferire?

Più allineati risultano i limiti massimi di invio del SCT Inst, che riassumiamo in tabella:

Istituto Limite
Banca Sella 100.000 €
BPER Non comunicato
Hype 10.000 €
Illimity bank 15.000 €
Intesa Sanpaolo 15.000 €
Isybank 15.000 €
Mediolanum 10.000 €
Postepay 15.000 €
Unicredit 15.000 €
Widiba Non comunicato
Istituto Limite
Banca Sella 100.000 €
BPER Non comunicato
Hype 10.000 €
Illimity bank 15.000 €
Intesa Sanpaolo 15.000 €
Isybank 15.000 €
Mediolanum 10.000 €
Postepay 15.000 €
Unicredit 15.000 €
Widiba Non comunicato

Fatta eccezione per Banca Sella – che fissa il suo limite massimo sui bonifici istantanei in uscita e in entrata a 100.000 euro – le altre banche concordano nel limitare questo il trasferimento in tempo reale a 10-15.000 euro.

La generosità del limite di Banca Sella non è necessariamente un aspetto positivo, dato che – è bene ribadirlo ancora una volta – si tratta di un trasferimento irrevocabile; rimediare a eventuali errori potrebbe riverlarsi più impegnativo del previsto.

Ci sono alternative?

Un’ottima alternativa è rappresentata dai pagamenti account-to-account, anche detti A2A. Si tratta di trasferimenti bancari tra un conto e l’altro, indipendentemente dalla banca dell’ordinante e quella del beneficiario.

Anche i pagamenti A2A sono diretti, veloci e perfino più comodi del bonifico istantaneo.

È un metodo già presente da anni in Italia e in Europa, soprattutto in ambito commerciale. Quando facciamo acquisti online, non di rado capita di incontrare tra i metodi di pagamento opzioni come myBank, Sofort e iDeal, le principali aziende europee che gestiscono transazioni account to account.

Selezionando questo metodo in un negozio online basterà inserire le credenziali per accedere al proprio conto corrente e confermare l’operazione. Non servirà IBAN, beneficiario e importo, bensì la sola autorizzazione al pagamento.

Altra soluzione viene offerta da Bancomat Pay, sebbene funzioni solo tra conti italiani aderenti alla rete Bancomat/PagoBancomat.

Può essere usato sia per trasferimenti di tipo personale sia per operazioni commerciali. Nel primo caso è sufficiente avere il numero del beneficiario registrato nella rubrica del telefono, nel secondo caso si potrà scansionare il codice QR del negoziante o selezionare il negozio nell’elenco delle attività convenzionate più vicine

Scopri la nostra selezione dei Migliori Conti Correnti Online