Quali sono le opzioni per stampare ricevute cartacee della transazione?

Nel presente articolo si elencano le migliori soluzioni POS con stampante integrata o compatibile, analizzandone funzioni e costi.

Prima di tutto, però, facciamo un po’ di chiarezza sul terminali di pagamento e scontrini.

Differenza tra scontrino e ricevuta della transazione

Ancora oggi si fa un po’ di confusione in tema di scontrini e ricevute.

Lo scontrino fiscale è un documento che certifica un incasso da parte dell’attività commerciale, e riguarda strettamente il rapporto tra impresa e fisco. Lo scontrino fiscale viene emesso oggi in forma elettronica – tramite registratori di cassa telematici conformi alla normativa vigente – ed è destinato all’Agenzia delle Entrate, non ai clienti della propria attività.

Quando si parla di scontrino per il cliente, si parla in realtà di documento commerciale senza valore fiscale. Quest’ultimo fa da prova d’acquisto (per eventuali cambi o rimborsi del bene acquistato) e riguarda il rapporto tra esercizio commerciale e cliente. Oggi non esistono scontrini fiscali cartacei.

Diversa è la ricevuta emessa dal POS. Quest’ultima attesta l’esito della transazione tramite terminale (rifiuto della carta oppure esito positivo). Spesso gli esercenti chiedono al cliente se desidera o meno questa ricevuta: nella maggior parte dei casi si accontentano del documento commerciale (vedi paragrafo precedente), altre volte viene richiesta per prevenire eventuali controversie con l’issuer della carta, o ancora in ambito di spese con carte aziendali.

Ricapitolando…

  • Lo scontrino fiscale o scontrino elettronico viene prodotto dal registratore di cassa telematico e inviato automaticamente all’Agenzia delle Entrate. Non deve essere consegnata copia al cliente.

  • Il documento commerciale è la prova d’acquisto da consegnare al cliente. Viene prodotto, nella maggior parte dei casi, dallo stesso registratore di cassa.

  • La ricevuta della transazione è prodotta dal terminale di pagamento e certifica l’esito dell’operazione. Può essere cartaceo o digitale.

Quale tipo di terminale ha la stampante per ricevute?

Appurato che alcuni clienti necessitano della ricevuta emessa dal POS, vediamo ora i tipi di dispositivo che permettono di stampare copia cartacea della suddetta ricevuta.

POS fisso (da banco)

Questo tipo di dispositivo richiede il collegamento tramite cavi alla rete elettrica, mentre la connessione ad internet può essere fornita sia tramite cavo Ethernet (che collega fisicamente un router al terminale) oppure tramite WiFi. La tecnologia wireless è ormai presente in tutti i dispositivi prodotti negli anni recenti, mentre in passato non vi era alternativa al cavo.

Il POS da banco è generalmente dotato di stampante termica integrata. Ciò detto, fatta eccezione per gli esercizi commerciali con un flusso continuo di transazioni (es. supermercati e grande distribuzione), la scelta di questo modello diventa sempre meno popolare nei piccoli negozi.

Simile è il POS cordless, con base fissa collegata tramite cavo e dispositivo in grado di funzionare entro pochi metri dalla suddetta base.

POS portatile

Come si può intuire, a differenza del precedente, il POS portatile è in grado di muoversi liberamente. Tale possibilità è data da due fattori: batteria integrata ricaricabile e SIM dati multi-operatore che fornisce la connessione internet.

Non solo è possibile spostarlo in qualunque punto del locale, ma può essere utilizzato ovunque – ad esempio per le consegne a domicilio oppure per le attività itineranti. Essendo più pratico del terminale fisso, oggi i piccoli negozi lo preferiscono sempre di più alla versione da banco.

I modelli più comuni sono dotati di stampante integrata, tuttavia esistono POS portatili molto più economici e meno ingombranti (grazie all’assenza di stampante).

POS mobile

Questo terminale è molto diverso dal precedente, in quanto non può funzionare autonomamente. Si tratta di un lettore di carte che funziona solo se collegato ad uno smartphone, del quale usa la connessione dati. La stessa gestione del dispositivo si verifica da un applicazione installata sul cellulare.

Il POS mobile non è provvisto di stampante integrata, invia ricevute digitali via SMS o e-mail. Per alcuni modelli si possono tuttavia trovare stampanti compatibili.

È in grado di accettare pagamenti ovunque (in negozio o in mobilità), purché collegato ad un telefono.

Le migliori soluzioni per POS con scontrino

Di seguito elenchiamo le diverse opzioni per l’acquisto o noleggio di un terminale di pagamento con stampante per ricevute cartacee.

I terminali fissi sono poco adatti alle piccole imprese

Per quanto riguarda i terminali fissi con stampante integrata, l’opzione più comoda – ma forse non la più economica – è la richiesta presso filiali bancarie. Essendo usati prevalentemente da attività con un transato elettronico elevato, il costo potrebbe rivelarsi poco favorevole a piccole imprese e professionisti.

I dispositivi fissi sono consigliati per volumi elevati di pagamenti con carta.

In genere viene richiesto una canone fisso mensile (30-50 euro) e commissioni sul transato che variano a seconda della carta usata dal cliente (0,5 – 3,0 %). I gruppi bancari più rilevanti in tal senso sono Intesa Sanpaolo (azionista di Nexi, società specializzata nei servizi di pagamento) e UniCredit, che dispone di una propria infrastruttura.

Ottime offerte sui terminali portatili

Più opzioni per piccole imprese e professionisti sono disponibili con i POS portatili. L’offerta del momento è sicuramente Axerve a commissioni (senza canone), che addebita solo l’1% dell’importo incassato con il terminale.

Smart POS di Axerve

SmartPOS di Axerve con stampante integrata.

Oltre ad avere la stampante, lo smartPOS di Axerve – che tuttavia occorre acquistare alla sottoscrizione del servizio – tramite il download di app gratuite o a pagamento.

Sempre da Axerve arriva la proposta di un POS portatile classico, con stampante integrata.

A differenza della precedente, Axerve a canone (senza commissioni) comporta un canone mensile fisso di 17 o 22 € a seconda del volume annuo di transazioni elaborate, ma non applica alcuna commissione.

È consigliato alle attività che accettano pagamenti con carta tra 25.000 e 30.000 euro all’anno.

Per somme inferiori o superiori (fino a 100.000 annui) è invece più economico Axerve a commissioni.

I lettori di carte sono meno pratici, ma convenienti

Non sono molti i dispositivi mobile compatibili con stampanti per scontrini, ma i pochi che lo fanno sono più che validi.

Si segnalano principalmente SumUp Air e iZettle. Questi due lettori di carte di credito permettono di collegare via Bluetooth alcune stampanti fisse o portatili dei marchi Bixolon e Star Micronics, oppure di sfruttare AirPrint (dispositivi iOS).

Foto: Emmanuel Charpentier, Mobile Transaction

SumUp vs iZettle

SumUp Air (a sinistra) e iZettle Reader 2 (destra).

Entrambi i dispositivi possono essere acquistati ad un prezzo irrisorio e sono senza canone.

SumUp Air comporta una tariffa dell’1,95% sulle transazioni, mentre iZettle propone una commissione flessibile che parte dal 2,75% fino ad arrivare all’1% con l’aumento del volume transato.

Quale scegliere?

A meno che non si tratti di un’attività con un flusso elevato di transazioni elettroniche, è sconsigliata la soluzione del POS da banco (fisso). Questa opzione fa venire meno la comodità nell’uso pratico ma soprattutto potrebbe presentare condizioni economiche non adatte a piccoli negozi e lavoratori autonomi.

Allo stesso modo, meglio mettere da parte la scelta del POS mobile. L’acquisto di una stampante esterna costituisce una spesa aggiuntiva tra 100 e 200 euro, inoltre si tratterebbe di un dispositivo extra (oltre allo smartphone, indispensabile) da collegare via via Bluetooth. Viene meno anche la praticità.

Senza ombra di dubbio la soluzione più consigliata è il noleggio oppure l’acquisto di un POS portatile, tradizionale o in versione smart. Questo tipo di terminale è versatile, si adatta perfettamente sia all’uso in negozio che all’uso in mobilità. Inoltre si può approfittare delle offerte vantaggiose segnalate nella sezione precendente.

Hai scelto il POS portatile?
Dai un’occhiata alla nostra Top 5 per Confrontare le Migliori Offerte