La nostra valutazione(3.5/5)
Il POS mobile UniCredit è un servizio per accettare pagamenti con smartphone
Dedicato ai clienti della principale banca italiana, il POS mobile Unicredit è una soluzione adatta alle attività dinamiche che offrono servizi in mobilità.

Il POS mobile UniCredit è destinato ad aziende e professionisti che opera in mobilità. Si collega al tuo smartphone e si gestisce tramite un’applicazione.

Come funziona il POS mobile UniCredit? È più conveniente rispetto ai terminali tradizionali? Ci sono alternative più economiche?

Nella presente recensione rispondiamo alle domande più frequenti sul funzionamento di questo lettore di carte di credito per cellulare, passiamo in rassegna costi fissi e tariffe, diamo uno sguardo alle opinioni degli utenti per capire pro e contro dell’offerta UniCredit.

Cos’è e come funziona

Il POS mobile è un terminale di piccole dimensioni per accettare pagamenti con carta ovunque.

Non è dotato di una scheda dati integrata, per questo motivo si collega via Bluetooth ad un comune smartphone e – servendosi di un’apposita applicazione – elabora i pagamenti attraverso la connessione del telefono.

Sono compatibili con questo lettore di carte di credito tutti i dispositivi iOS-Apple e Android, ad esempio iPhone, Huawei, Xiaomi, Honor, ecc.

Affinché la transazione possa essere eseguita è necessario dunque collegare POS mobile e telefono via bluetooth, mentre il telefono deve disporre di una connessione a internet.

Dopo aver digitato l’importo nell’applicazione si procede all’inserimento della carta del cliente.

Una ricevuta digitale non fiscale potrà essere inviata al cliente via SMS o e-mail. Per ulteriori informazioni si rimanda alla sezione dedicata all’app.

Il servizio richiede un conto corrente aziendale presso un istituto del gruppo bancario UniCredit. Chi non è già correntista sarà costretto ad aprire un nuovo conto.

Il contratto è a tempo indeterminato ma il cliente può recedere in qualsiasi momento con preavviso di almeno un mese. In tal caso dovrà restituire il terminale e gli altri eventuali strumenti forniti dalla banca.

Il terminale

Chi sottoscrive il servizio riceverà il lettore di carte di credito Ingenico iCMP. Il medesimo dispositivo viene fornito da buona parte degli istituti bancari italiani nell’ambito delle offerte POS mobile.

Dal punto di vista estetico, il modello iCMP si presenta piccolo e compatto, sobrio ma forse dall’aspetto un po’ datato – nonostante un recente aggiornamento ne abbia migliorato performance e design.

È in grado di elaborare transazioni attraverso carte con chip o contactless. In quest’ultimo caso basterà avvicinare la carta al lettore per ricevere il pagamento.

I pagamenti contactless non richiedono l’inserimento del PIN qualora la spesa non superi 25 euro.

Il lettore di carte di credito Ingenico iCMP

È abilitato a ricevere pagamenti anche dai sistemi Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay. UniCredit mette inoltre a disposizione il servizio AliPay, molto popolare tra i consumatori cinesi. Viene attivato gratuitamente su richiesta.

Tutti i principali circuiti italiani e internazionali vengono accettati: PagoBancomat, Maestro, Visa, VPay, Visa Electron, MasterCard, JCB e UnionPay.

Per aggiungere American Express e Diners è necessario farne richiesta.

Le commissioni variano a seconda del circuito e della tipologia di carta. Per maggiori informazioni è possibile consultare la sezione dedicata ai costi.

Costi e tariffe

Costi fissi e variabili sono previsti nelle condizioni contrattuali del servizio POS mobile UniCredit. In aggiunta, spese una tantum devono essere corrisposte per l’installazione e l’eventuale disinstallazione del dispositivo.

Spese una tantum

OperazioneCosto
Installazione€ 100
Disinstallazione€ 80

Senza mezzi termini occorre dire che le spese di installazione e disinstallazione appaiono fuori luogo. La configurazione consiste nel collegamento bluetooth con il proprio smartphone e il login nell’applicazione.


Costi fissi

Costo
Commissione mensile per POS fornito dalla banca€ 28.50
Commissione mensile per collegamento (POS di proprietà)€ 15

Il canone mensile pieno include noleggio POS e collegamento al sistema di acquiring. Se l’esercente possiede già un terminale, dovrà corrispondere solo le spese per il collegamento.

Commissioni per transazione

Nella seguente tabella vengono riportate le commissioni massime indicate sui fogli informativi. Queste tariffe vengono rinegoziate in banca a seconda del volume di entrate mensili o annue.

CircuitoCommissione (max.)
PagoBancomat2.30%
Carte di debito Maestro, Visa, VPay, MasterCard, Visa Electron3.80%
Carte di credito Visa, MasterCard3.90%
UnionPay e AliPay4%
JCB5%

Se la carta di pagamento è emessa da UniCredit, le commissioni per l’esercente saranno più basse.

La tariffe minima è di 17 euro, che dovranno essere corrisposti anche in assenza di transazioni o di una quantità minima di transato.

I pagamenti ricevuti con carte del circuito PagoBancomat beneficiano di una riduzione dello 0.5% per importi pari o inferiori a 30 euro.

L’estratto conto cartaceo costa 60 centesimi al mese, mentre quello online è gratuito.

L’app per smartphone

Mobile POS è l’applicazione che UniCredit fornisce ai propri utenti per la gestione e l’uso del suo lettore di carte. È disponibile gratuitamente su App Store per utenti Apple e su Google Play per utenti Android.

Il terminale non può essere usato senza app, e per questo motivo la sua valutazione è fondamentale nella scelta di un POS mobile.

Purtroppo questa app risulta essere obsoleta.

Mentre la concorrenza offre funzioni come catalogo dei prodotti, gestione del negozio e statistiche dettagliate, l’app di UniCredit permette unicamente di attivare il dispositivo per ricevere il pagamento.

Non è possibile, dunque, selezionare i prodotti acquistati per il calcolo automatico del totale. L’esercente dovrà inserire manualmente l’importo dovuto.

L’app Mobile POS UniCredit permette solo di accettare pagamenti, non offre funzioni aggiuntive.

Neanche la grafica è di grande aiuto: datata e poco pratica. La versione per tablet risulta ancor meno efficiente; manca perfino la rotazione della schermata.

Dopo aver concluso la transazione, l’esercente inserisce nell’app numero di cellulare o indirizzo mail del cliente per inviare una ricevuta che appare alquanto striminzita.

Le opinioni degli utenti iOS e Android confermano una valutazione insufficiente dell’app.

La nostra opinione

UniCredit conferma la tendenza degli altri istituti bancari italiani, che sui lettori di carte di credito per smartphone sembrano non voler puntare.

Cura e creatività dovrebbero essere costantemente dedicati ad un’applicazione che, al contrario, risulta antiquata e abbandonata. Trattandosi di uno strumento indispensabile, il servizio non può godere del nostro appoggio.

Il piano tariffario proposto dall’istituto di credito italiano costituisce un ulteriore fallimento dell’offerta. Un canone elevato, una commissione mensile minima sulle transazioni che fa lievitare le spese fisse per l’utente anche in mancanza di introiti tramite POS mobile.

Le stesse commissioni per transazione – da negoziare in filiale in base al volume di ricavi – appaiono disorganiche in una suddivisione tra circuiti, tipologia di carta ed ente emittente (se la carta del cliente è emessa da UniCredit, la tariffa sarà inferiore).

Incomprensibili poi sono i costi di installazione e disinstallazione per un dispositivo che può essere facilmente configurato dallo stesso utente.

In poche parole, sembra la stessa UniCredit voglia scoraggiare i suoi clienti (o potenziali clienti) nella scelta del POS mobile. Soluzioni più efficienti ed economiche possono essere trovate altrove.

Rating Value: 3.5 Review Author:Review Date: