Tinaba e Hype stanno cambiando il modo di gestire le finanze personali – con un approccio per alcuni versi condiviso, per altri discordante.

Quali sono le differenze?
Qual è quello più economico?
Come scegliere?

Nel presente articolo mettiamo a confronto funzioni, costi, pro e contro dei due servizi made in Italy.

Tabella comparativa

Logo Tinaba Logo Hype
Link
Servizio Conto corrente con carta prepagata Conto di pagamento con carta prepagata
Modalità di attivazione Online Online
IBAN
Bonifici SEPA SEPA
Istantanei
Trasferimenti tra utenti (P2P)
Offerte e cashback
Risparmio automatico
Investimenti
Ricarica cellulare
Pagamento bollettini
F24
Prestiti
Apple Pay
Google Pay
Circuito
Logo Tinaba Logo Hype
Logo Tinaba Logo Hype
Servizio
Conto corrente con carta prepagata Conto di pagamento con carta prepagata
Modalità di
attivazione
Online Online
IBAN
Bonifici
SEPA SEPA
Istantanei
Trasferimento
tra utenti (P2P)
Offerte e cashback
Risparmio automatico
Investimenti
Ricarica cellulare
Pagamento bollettini
F24
Prestiti
Apple Pay
Google Pay
Circuito
Logo Tinaba Logo Hype

Le principali caratteristiche e differenze

Di seguito elenchiamo le caratteristiche che rendono diversi i due servizi, poi diamo un’occhiata a costi e commissioni.

Conto corrente o conto di pagamento? – Se da un lato le differenze tra i due tipi di servizio tendono a diventare sempre più sottili, in determinate circostanze si rivelano invece fondamentali. In teoria, il conto corrente bancario consente di operare in ambiti preclusi ad un cosiddetto conto di pagamento (cioè ad una prepagata).

Tinaba è un conto corrente a tutti gli effetti: è gestito da Banca Profilo ed include una carta prepagata (emessa da Nexi). Hype è una carta prepagata associata ad un conto di pagamento.

In entrambi i casi ci troviamo di fronte a due servizi affidabili, la cui sicurezza è fuori discussione. Di seguito cerchiamo di capire in cosa si distinguono, nei fatti.

Immagine: Mobile Transaction

Schermata principale dell’app Tinaba.

Immagine: Mobile Transaction

Schermata principale dell’app Hype.

App – L’applicazione per smartphone non è solo importante, bensì fondamentale. È da qui che si gestisce il proprio conto, eseguendo operazioni e consultando saldo e movimenti. Entrambi sono disponibili per dispositivi Android e iOS (Apple), ma solo Hype mette a disposizione la versione per telefoni Huawei nell’AppGallery.

Gli aggiornamenti si verificano con frequenza; le segnalazioni di bug e disservizi vengono corretti prontamente in seguito alle segnalazioni.

L’interfaccia è in entrambi casi intuitiva, tuttavia Hype dispone di una grafica più curata che rende il suo utilizzo più piacevole. Parliamo comunque di dettagli trascurabili.

Immagine: Mobile Transaction

Schermata operazioni nell'app Tinaba

Menu operazioni Tinaba.

Immagine: Mobile Transaction

Menu operazione dell'app Hype

Menu operazioni Hype.

P2P e conti condivisi – La funzionalità dei trasferimenti P2P è presente in entrambe le offerte e permette lo scambio istantaneo di somme tra utenti, oltre che la divisione automatica di spese comuni. Hype presenta sicuramente il vantaggio di un’utenza molto più estesa: in Italia ci sono ad oggi oltre 1 milione di hypers con cui scambiarsi denaro o dividere una spesa di gruppo.

Oltre alle funzioni già citate, Tinaba permette di creare in pochi clic conti condivisi e casse comuni, molto utili per collette e obiettivi da raggiungere insieme ad amici e familiari.

Pagamenti – Possono avvenire in negozio oppure online, sia tramite carta prepagata sia con smartphone tramite Apple Pay e Google Pay. Tinaba aggiunge inoltre la funzione del pagamento con codice QR all’interno degli esercizi commerciali convenzionati. Entrambe le soluzioni consentono l’uso all’estero grazie al circuito internazionale MasterCard.

Pur essendo un vero e proprio conto corrente bancario, Tinaba presenta attualmente alcune carenze: non è ancora possibile pagare modelli F24 né domiciliare utenze tramite addebito diretto. Hype mette a disposizione l’addebito diretto solo con il piano Hype Plus.

Costi e commissioni

Logo Tinaba Logo Hype
Sito
Attivazione
GRATIS GRATIS
Canone mensile
GRATIS Piano base
GRATIS
You
1,00 €
Prelievo contanti
GRATIS
(24 all’anno)
GRATIS
Bonifico SEPA
GRATIS GRATIS
Bonifico istantaneo
Non disponibile 2,00 €
Bonifico estero
(extra-SEPA)
Non disponibile Non disponibile
Trasferimento
P2P
GRATIS GRATIS
Addebito diretto
(SDD)
Non disponibile GRATIS
(disponibile
con Hype Plus)
Bollettino postale 2,00 € Start
2,15 €
Plus
1,99 €
MAV 2,00 € GRATIS
RAV 2,00 € 1,00 €
Ricarica telefonica GRATIS
GRATIS
Conversione valuta 2,00 % 3,00 %
Logo Tinaba Logo Hype
Logo Tinaba Logo Hype
Attivazione
GRATIS GRATIS
Canone mensile
GRATIS Start
GRATIS
Plus
1,00 €
Prelievo contanti
GRATIS
(24 all’anno)
GRATIS
Bonifico SEPA
GRATIS GRATIS
Bonifico instantaneo
Non disponibile 2,00 €
Bonifico estero
(extra-SEPA)
Non disponibile
Non disponibile
Trasferimenti
P2P
GRATIS GRATIS
Addebito diretto
(SDD)
Non disponibile
GRATIS
(disponibile
con Hype Plus)
Bollettino postale
2,00 € Start
2,15 €
Plus
1,99 €
MAV
2,00 €
GRATIS
RAV
2,00 €
1,00 €
Ricarica telefonica
GRATIS GRATIS
Conversione moneta
2,00 % 3,00 %
Logo Tinaba Logo Hype

Tinaba propone un’unica versione, senza canone.

Con Hype si può scegliere tra due opzioni, Start (gratuita) e Plus (con canone):

Hype Plus

Rispetto al piano base (senza costi mensili), Plus addebita 1 € al mese ma in compenso presenta caratteristiche decisamente migliori:

  • Limite di ricarica annuo di 50.000 € (Start si ferma a 2.500 €);
  • Addebito diretto (SDD) per domiciliazioni di utenze (es. abbonamento telefonico, Amazon Prime, Spotify, Netflix, ecc.);
  • Prestiti istantanei fino a 2.000 € (Credit Boost);
  • Accredito dello stipendio.

Per quanto riguarda Hype, dunque, l’opzione Plus è nella maggior parte dei casi l’unica realmente praticabile, mentre la versione base (Start) è adatta a malapena ai giovani – non a caso è disponibile anche per minorenni.

In linea generale, entrambi i conti presentano commissioni ragionevoli, con pregi e difetti.

Tinaba

Conto corrente senza canone. Ricarica con carta sempre gratuita.

Hype

Prelievo contanti, domiciliazione utenze e MAV gratuiti.

Tinaba

MAV e RAV costano 2 euro.

Hype

Maggiorazione del 3% sull’uso della carta nei paesi non Euro. Piano senza canone con molti limiti.

Risparmi e investimenti

All’inizio di questa recensione abbiamo sottolineato che Tinaba è un conto corrente bancario a tutti gli effetti, ed è in ambito di risparmio e investimenti che emergono i vantaggi di questa soluzione.

Mentre Hype si limita alla funzione di salvadanaio digitale (all’interno del quale l’utente può scegliere di far confluire delle somme in modo automatico), il conto di Banca Profilo dà la possibilità di investire in strumenti finanziari come fondi comuni, ETF, ETN e ETC.

La gestione viene gestita dai consulenti della banca in base alla classe di rischio scelta dall’utente. Quest’ultima si imposta rispondendo a qualche semplice domanda sullo stile di vita preferito.

Immagine: Mobile Transaction

Schermata investimenti app Tinaba

Salvadanaio e investimenti (Tinaba).

Immagine: Mobile Transaction

Risparmio e obiettivi nell'app Hype

Impostazione risparmio automatico (Hype).

La somma minima da investire è di 2.000 €, alla quale è possibile aggiungere fondi manualmente oppure con frequenza periodica. È inoltre possibile cambiare la classe di rischio, mettere in pausa gli investimenti e disinvestire in qualsiasi momento.

Ogni trimestre, l’investitore viene aggiornato sulla situazione e sugli eventuali movimenti effettuati all’interno del portafoglio titoli; inoltre si può richiedere di ricevere notifiche con una maggiore frequenza.

Fino a 19.999 € di investimenti il costo di gestione è dell’1%, mentre per somme più elevate viene applicata una commissione più bassa.

Come ricaricare i conti

Quali sono le modalità di ricarica?

Logo Tinaba Logo Hype
Bonifico bancario
GRATIS
(1-2 giorni lavorativi)
GRATIS
(1-2 giorni lavorativi)
Contanti
Non disponibile Start
2,50 €
Plus
2,00 €
Con carta
GRATIS Start
0,90 €
Plus
Gratis 3 al mese,
poi 90 cent

Tinaba si ricarica con bonifico o con carta di pagamento. Nessuna delle due modalità prevede costi.

Hype aggiunge, ai due metodi già menzionati, la ricarica in contanti. L’operazione può avvenire presso le tabaccherie convenzionate con Banca 5 oppure alle casse dei supermercati Carrefour, Penny Market e Pam.

Con entrambi i conti il bonifico è il metodo più lento, dato che richiede 1-2 giorni lavorativi per l’accredito. La ricarica con carta di credito o di debito è immediata, così come la ricarica in contanti con Hype.

Come aprire un conto?

Entrambe prevedono una sola modalità di apertura del conto, vale a dire online. Non è possibile richiedere la carta presso punti di vendita fisici.

Per registrarsi occorre visitare i rispettivi siti ufficiali (tinaba.bancaprofilo.it ; hype.it) e compilare il modulo di iscrizione.

Saranno richiesti:

  • documento d’identità (carta d’identità, patente o passaporto);
  • tessera sanitaria.

Si consiglia di fotografare i suddetti documenti prima di iniziare la procedura, in modo da poterli caricare rapidamente sia da computer che da smartphone.

Essendo Tinaba un conto corrente bancario, la registrazione richiede qualche passaggio e dichiarazione in più, nel rispetto della normativa europea antiriciclaggio.

Se è in corso un enorme carico di iscrizioni, l’apertura può richiedere qualche giorno lavorativo. La conferma si riceve via mail e la carta associata al conto sarà spedita automaticamente all’indirizzo indicato in fase di registrazione.

Tinaba o Hype – Quale scegliere?

Entrambe italiane, moderne e affidabili, non è un caso che siano proprio queste le soluzioni di pagamento più in voga al momento.

Partiamo dal fatto che Hype è una prepagata, la cui versione gratuita (cioè senza canone) è talmente limitata da non valerne la pena. Hype Plus costa invece un euro al mese ed è molto simile ad un conto corrente – pur restando una ricaricabile.

Hype Plus è un’ottima prepagata, mentre Tinaba è un conto corrente a costo zero.

Se puntiamo su questo servizio, meglio scegliere l’opzione Plus.

Pur trattandosi di un servizio relativamente giovane, Tinaba è destinato ad un’utenza più “matura”. L’utente ideale si approccia al mondo degli investimenti e del risparmio.

Il conto online di Banca Profilo è una soluzione emergente che si sta facendo strada un passo alla volta, migliorandosi con operazioni e funzionalità che prestao la porteranno a competere – allo stesso tempo – con le moderne fintech e le banche tradizionali.