Il nostro voto(4/5)
Un plugin gratuito per realizzare negozi online su piattaforma WordPress.
Si integra alla perfezione al CMS WordPress per offrire un alto grado di personalizzazione.

WooCommerce è una delle soluzioni più utilizzate per la creazione di siti ecommerce, eppure non è sempre la migliore.

È realmente gratuito? È adatto agli utenti meno esperti? Quali sono i suoi aspetti negativi?

In questa recensione diamo un’occhiata alle caratteristiche che rendono questo plugin popolare, scopriamo quali sono i costi da sostenere per l’apertura di un negozio online, valutiamo pro e contro della piattaforma.

Le caratteristiche di WooCommerce

WooCommerce è un plugin gratuito per permette di allestire un negozio online sui siti che utilizzano WordPress.

Evidenti motivi lo portano sul podio delle piattaforme e-commerce più utilizzate, ma allo stesso tempo – e per ragioni meno lampanti – può costituire per i neofiti una considerevole causa di stress nonché di rinunce precoci.

Iniziamo con un elenco delle sue principali caratteristiche prima di approfondirne i singoli aspetti.

Immagine: Mobile Transaction

Scelta del tipo di attività nella configurazione iniziale

All’inizio viene proposta una configurazione guidata per inserire le informazioni generali sull’attività commerciale.

Livello di personalizzazione – Come anticipato, WooCommerce non è altro che un plugin da installare sulla nota piattaforma per la gestione dei contenuti WordPress, alla quale aggiunge le funzionalità tipiche degli shop online.

Caratteristica principale di entrambi i sistemi è l’elevata customizzazione. Vale a dire che all’utente viene fornito lo “scheletro” di un sito web, che potrà vestire come meglio crede attraverso la personalizzione di ogni suo elemento grafico e funzionale.

Se hai esperienza nella costruzione di siti web, probabilmente questa informazione ti ha già portato ad una scelta. Per scaricare gratuitamente il plugin visita il sito web ufficiale di WooCommerce.

Se invece sei alle prime armi, ti consigliamo di proseguire nella lettura per conoscerne pro e contro.

Scelta di temi gratuiti e premium per WooCommerce

Temi gratuiti o a pagamento possono essere scaricati nel marketplace di WooCommerce.com

Temi e framework – Un altro significativo vantaggio di WooCommerce è l’infinita varietà di temi disponibili, grazie ai quali il negozio può assumere le sembianze che più rispecchiano le sue finalità.

Numerosi sono sia i temi gratuiti (free) che quelli a pagamento (premium).

Prima di gioire bisogna tuttavia ponderare sulle conseguenze della gratuità: l’unica strada per ottenere un aspetto professionale, curato e con un tocco maggiormente personale è la scelta di un tema premium.

Scegliendo un framework – anch’essi gratuiti o a pagamento – si dispone invece di uno strumento per costruire e modellare un tema a proprio piacimento, partendo da zero oppure modificando un modello pre-impostato. Per contro, il suo uso è più complesso e forse non adatto agli utenti che sono alle prime armi.

Immagine: Mobile Transaction

Configurazione iniziale di WooCommerce

Scelta del tipo di prodotti nella configurazione guidata.

Lingua e traduzioni – Il plugin è disponibile anche in italiano. All’installazione viene rilevata la lingua di WordPress e impostata automaticamente sulla piattaforma ecommerce.

Le traduzioni sono eseguite su base volontaria e non professionale, dunque potrebbero mostrare qualche lacuna.

Come si può notare dalle immagini qui pubblicate, alcune parti del plugin mancano del tutto della traduzione in italiano. Chi non ha familiarità con l’inglese potrebbe incontrare qualche difficoltà.

Dominio e hosting

La personalizzazione, si è detto, è la peculiarità di questa piattaforma ecommerce – e il peso delle responsabilità che ne derivano si fa sentire fin da subito.

Innanzitutto serve uno spazio virtuale dove installare prima WordPress, poi il plugin per l’allestimento del negozio. Lo spazio web viene fornito dai cosiddetti servizi hosting. Sebbene alcune soluzioni vengano suggerite da WooCommerce (vedi sezione dedicata ai costi) l’utente potrà scegliere liberamente il fornitore più adatto.

Per semplificare la prima fase (soprattutto se non hai molta esperienza) assicurati di sottoscrivere un hosting WordPress, sul quale troverai pre-installata la piattaforma CMS.

Molti host offrono pacchetti con una combinazione di dominio e spazio web. In questo modo si può approfittare di prezzi più vantaggiosi (ad esempio, Namecheap è noto per i suoi pacchetti economici) e inoltre si evita la configurazione per il collegamento tra queste due componenti del sito.

Se tutto ciò ti risulta indecifrabile, forse dovresti virare su un’alternativa all-in-one che include tutti i servizi necessari e rende molto più semplice e rapido l’allestimento del negozio online, ad esempio Wix:

Tra i servizi aggiuntivi ma indispensabili vi è il protocollo TLS/SSL, talvolta incluso nella registrazione del dominio. Un negozio online avrà inoltre bisogno di un indirizzo e-mail professionale e di altri eventuali “potenziamenti” per rendere lo store più veloce e sicuro.

Tutto ciò può rappresentare un’ulteriore spesa ma anche e soprattutto una preoccupazione in più, dal momento che ogni servizio va rinnovato con frequenza minima annuale.

Il plugin ecommerce è gratuito, ma alcuni costi sono inevitabili

WooCommerce non fornisce un servizio hosting ma collabora con alcune aziende per fornire soluzioni che si adattano a diverse esigenze:

Getting Started Growing Stores Enterprise Stores
Host
SiteGround
Bluehost
WordPress.com
Nexcess
WordPress Vip
Nexcess
Costo (a partire da…)
3,55 € al mese 45 $ al mese 75 $ al mese
Getting
Started
Growing
Stores
Enterprise
Stores
Host
SiteGround
Bluehost
WordPress.com
Nexcess
WordPress Vip
Nexcess
Costo (a partire da…)
3,55 € al mese 45 $ al mese 75 $ al mese

Guardando ai brand più popolari in rete, si può avere un’idea generale dei costi complessivi:

  • Namecheap – da 26 a 90 € all’anno
  • Aruba – da 30 a 250 € all’anno
  • ChemiCloud – da 95 a 265 $ all’anno
  • GoDaddy – da 102 a 340 € all’anno
  • SiteGround – da 155 a 420 € all’anno

I prezzi qui riportati non prendono in considerazione le promozioni temporanee.

Installazione plugin e personalizzazione

Il plugin gratuito può essere scaricato registrandosi alla pagina WooCommerce (disponibile solo in lingua inglese), dove si ha altresì accesso a temi, estensioni, framework e soluzioni hosting.

In alternativa si può scaricare nella sezione dedicata ai plugin nel back-end del proprio sito WordPress.

Si può approfittare della configurazione guidata per impostare le informazioni generali sul negozio, oppure saltare questo passaggio e completare in seguito nella schermata Impostazioni, dove troveremo tutte le altre opzioni per personalizzazione dell’ecommerce.

Impostazioni generali in WooCommerce

Schermata delle impostazioni.

Design, aspetto e lingua del negozio dipendono dal tema scelto, dunque assicurati che sia disponibile anche in italiano.

Temi professionali possono essere acquistati anche su siti come ThemeForest oppure nel corso della configurazione guidata del negozio online.

Una volta installato il tema si procede alla personalizzazione nella sezione Aspetto, dove si potranno modificare colori, intestazione, menu, caratteri, inserire widget e così via. Nell’Editor del tema i più esperti hanno la possibilità di intervenire sul codice.

Aggiungere prodotti al catalogo

Nel menu sul lato sinistro dello schermo appare la voce Prodotti. Qui si aggiungono nuovi articoli da mettere in vendita, si visualizza l’elenco di quelli esistenti, si gestiscono tag, categorie e attributi.

Immagine: Mobile Transaction

Come aggiungere prodotti su WooCommerce

La scheda del prodotto può essere arricchita con testo, immagini e video.

Cliccando su Aggiungi nuovo si apre una comune pagina WordPress, all’interno della quale si inseriscono:

  • Nome prodotto
  • Descrizione e immagini
  • Prezzo di listino
  • Prezzo in offerta
  • Dati relativi all’inventario (SKU, stato)
  • Dati di spedizione (peso, misure)
  • Articoli collegati
  • Categorie e tag

Il pulsante Anteprima permette di visualizzare il risultato delle proprie modifiche nel front-end, ossia come apparirà la pagina ai visitatori del sito.

Immagine: Mobile Transaction

Importazione di un elenco di prodotti in WooCommerce

Si può usare un file .csv per aggiungere in pochi istanti un elenco di prodotti.

Se il numero dei prodotti da aggiungere è elevato, il metodo più rapido è l’importazione di un elenco tramite file .csv

WooCommerce fornisce un modello da compilare con le informazioni principali sul prodotto (nome, prezzi, varianti, SKU, attributi relativi al post e alla gestione dell’inventario) per semplificare ulteriormente il caricamento

Ulteriori modifiche, come inserimento di immagini e descrizioni, potranno essere apportate dopo aver importato sulla piattaforma l’elenco di articoli.

Integrazioni per estendere le funzionalità del sito

Alle funzioni già presenti si uniscono i cosiddetti addon, app che estendono le potenzialità del negozio. Sul sito, nella sezione dedicata alle estensioni si può esplorare tra le categorie o cercare un plugin specifico.

Il download può altresì avvenire dal back-end del proprio sito WordPress, sacrificando però la comodità e la maggiore chiarezza di informazioni reperibili sul portale WooCommerce.

Acquisto di estensioni del plugin WooCommerce

Marketplace degli addon per WooCommerce.

Tra le centinaia di estensioni disponibili, molte delle quali gratuite, compaiono app per migliore la contabilità, gestire le prenotazioni, creare un canale di comunicazione diretto con le pagine social dell’attività, ottimizzare il proprio negozio per i motori di ricerca.

Pochi istanti sono necessari per installare una live chat dedicata al supporto clienti, alla creazione di codici sconto, gift card e così via.

Sebbene tutte le app possano essere scaricate e installate nel proprio ecommerce, occorre assicurarsi che i servizi di nostro interesse siano disponibili e attivi anche in Italia.

Ricevere pagamenti nel negozio online

Nella pagina Impostazioni del plugin si accede alla sezione relativa ai pagamenti, dove è possibile abilitare i seguenti metodi:

  • Bonifico bancario
  • Pagamento con assegno
  • Pagamento alla consegna
  • PayPal

Oltre a quelli elencati, ulteriori metodi possono essere aggiunti installando plugin o configurando un gateway di pagamento, ad esempio Axerve, Nexi o Axepta.

Immagine: Mobile Transaction

Metodi di pagamento disponibili con WooCommerce

Schermata Pagamenti nelle impostazioni della piattaforma.

Le opzioni più popolari per accettare pagamenti con carta tramite WooCommerce rimangono PayPal, Stripe e Amazon Pay, più immediati nella sottoscrizione e nell’utilizzo.

Si noterà poi la presenza del plugin WooCommerce Payments, sviluppato appositamente da e per l’omonima piattaforma, dunque perfettamente integrato ad essa. Per quanto possa essere invitante, al momento il servizio è disponibile solo negli Stati Uniti.

Assistenza clienti

Pur trattandosi di una soluzione open source, gli utenti hanno accesso ad un sistema di supporto su più livelli, a partire da una documentazione estesa e dettagliata che guida passo per passo nella configurazione.

Per ottenere un’assistenza su un tema specifico non coperto dalla documentazione si può visitare la pagina Help Desk di WooCommerce.com e aprire un ticket oppure una live chat. È inoltre possibile porre domande attraverso le pagine ufficiali della piattaforma su Facebook e Twitter.

Al momento non è disponibile alcun contatto telefonico.

Si segnala poi la presenza dei cosiddetti WooExperts, esperti riconosciuti e certificati dagli sviluppatori WooCommerce, che offrono i loro servizi professionali (dunque non a titolo gratuito) di personalizzazione e integrazione di funzionalità.

Qualora vi fosse intenzione di affidare lo sviluppo del negozio online ad un professionista, scegliendo un WooExpert si avrà la certezza di ricevere una prestazione di alta qualità.

La nostra opinione

A seconda del livello di esperienza, WooCommerce può rivelarsi la peggiore o la migliore piattaforma ecommerce.

Chi è pratico di sviluppo web trae vantaggio dall’elevata customizzazione del sito in ogni sua parte, mentre la medesima caratteristica può segnare in modo negativo i principianti con conoscenze basilari.

Ideale per utenti esperti, WooCommerce può dare filo da torcere agli utenti alle prime armi.

Per ottenere risultati più immediati e raggiungibili senza troppi sforzi si può invece fare affidamento ad una piattaforma all-in-one.

Anche in questo caso bisogna distinguere tra servizi pensati principalmente per neofiti (es. Wix) e soluzioni complete, più professionali che lasciano all’utente un buon grado di personalizzazione (es. Shopify).

Per quanto riguarda i costi di WooCommerce occorre dire che, pur risparmiando sull’acquisto del plugin, la necessaria sottoscrizione dei servizi esterni indispensabili (hosting, dominio) nonché l’inevitabile acquisto di temi e addons professionali fa vacillare quell’aura di gratuità che inizialmente attrae verso questo prodotto.

Name of Reviewed Item: WooCommerce Rating Value: 4 Review Author:Review Date: