Il nostro voto(4/5)
PayPlug è un sistema di pagamento per vendere online.
Sistema per la ricezione di pagamenti con carta online e a distanza, conveniente per medie e grandi imprese.
  • Pro: Tariffe trasparenti. Adatto a incassi medio-alti. Compatibile con piattaforme e-commerce.

  • Contro: Abbonamento obbligatorio. Conveniente solo per volumi medio-alti di incassi.

  • Scegli se: Incassi alcune migliaia di euro ogni mese e cerchi una soluzione completa.

Cos’è PayPlug?

PayPlug è una società francese nata nel 2012, con sedi a Parigi e Milano. È attualmente di proprietà di Natixis, filiale del grande gruppo bancario BPCE. La sua attività è controllata e regolamentata dalle autorità finanziarie della Banca di Francia, dunque è una soluzione affidabile e sicura.

In termini pratici, PayPlug è una soluzione per ricevere pagamenti online tramite carta di credito, di debito o prepagata. Le vendite possono avvenire in diverse modalità, ad esempio tramite un negozio online oppure via telefono o e-mail.

È compatibile con i conti correnti aziendali e professionali (associati ad una partita IVA).

Non esiste un’applicazione mobile, dunque la gestione del servizio avviene tramite piattaforma web, accessibile da computer ma anche da cellulare (con Chrome, Safari, Opera, ecc.)

Sono disponibili tre piani tariffari con canone mensile e commissione sul transato. Approfondiamo le tariffe nella sezione Costi e commissioni.

Immagine: PayPlug

Elenco dei pagamenti ricevuti

Dal portale web si controllano in tempo reale transazioni e stato delle richieste di pagamento.

Le richieste di pagamento tramite link sono disponibili dal piano Starter e possono essere inviate ai clienti via e-mail o SMS; non occorre necessariamente un negozio online.

I pulsanti di pagamento permettono invece di inserire la vendita online in un semplice sito web (es. blog).

I proprietari di un sito ecommerce hanno invece la possibilità di implementare il sistema di pagamento tramite plugin (sulle piattaforme compatibili) oppure tramite API (procedura per esperti).

Le carte accettate

PayPlug permette di accettare carte Visa, MasterCard e Maestro; inoltre vengono accettati anche i Bancomat associati ad uno dei suddetti circuiti, purché abilitati al sistema di sicurezza 3D Secure.

Carte accettate

Visa

Non è invece possibile ricevere pagamenti da American Express, Diners, UnionPay e JCB.

Anche se PayPlug è in grado di elaborare transazioni in qualsiasi moneta, non si può dire che sia una soluzione pensata per vendere online in tutto il mondo. Le pagine di pagamento (check-out) sono disponibili solo in italiano, francese, inglese e spagnolo.

Chi intende effettuare vendite internazionali dovrebbe forse optare per il concorrente Stripe, oppure per PayPal (quest’ultimo più costoso).


Costi e commissioni

PayPlug richiede un canone mensile, variabile a seconda del transato, ed una commissione su ogni pagamento ricevuto – a sua volta variabile in base all’abbonamento sottoscritto:

Starter Pro Premium
Sito PayPlug
Transato annuo
da 0 €
a 50.000 €
da 50.000 €
a 500.000 €
da 500.000 €
Canone mensile
10 € 30 € 80 €
Commissioni sul transato
Carte europee
1,2 % + 0,25 €
Carte business
1,9 % + 0,25 €
Carte non EUR
2,5 % + 0,25 €
Carte europee
1 % + 0,15 €
Carte business
1,9 % + 0,15 €
Carte non EUR
2,5 % + 0,25 €
Carte europee
0,6 % + 0,15 €
Carte business
1,9 % + 0,15 €
Carte non EUR
2,5 % + 0,25 €
Starter Pro Premium
Sito PayPlug
Transato annuo
da 0 €
a 50.000 €
da 50.000 €
a 500.000 €
da 500.000 €
Canone mensile
10 € 30 € 80 €
Commissioni sul transato
Carte europee
1,2 % + 0,25 €
Carte business
1,9 % + 0,25 €
Carte non EUR
2,5 % + 0,25 €
Carte europee
1 % + 0,15 €
Carte business
1,9 % + 0,15 €
Carte non EUR
2,5 % + 0,25 €
Carte europee
0,6 % + 0,15 €
Carte business
1,9 % + 0,15 €
Carte non EUR
2,5 % + 0,25 €

I piani Pro e Premium includono funzioni avanzate, come pagamento in un clic e pagamento a rate.

Per ogni transazione elaborata (cioè per ogni pagamento ricevuto) si applica una commissione, variabile a seconda dell’abbonamento o della carta usata dal cliente. Le carte emesse in Italia e in Europa godono della tariffa più bassa, mentre le carte business (es. carta aziendale) e quelle emesse fuori dalla Zona Euro implicano costi maggiori.

Le tariffe sono ragionevoli con il piano Starter, buone con Pro e ottime con Premium, tuttavia la convenienza decade se il volume annuo di transazioni elaborate è basso. Di seguito una stima dei costi complessivi in base al transato online dell’attività:

Cerchi un’alternativa? Dai un’occhiata al nostro
Confronto dei Migliori Sistemi di Pagamento Online

Stima delle spese

Per ottenere una stima attendibile della spesa occorre considerare nel loro insieme costi fissi (canone mensile) e costi variabili (commissione sul transato).

Nella tabella seguente abbiamo applicato la tariffa Pro a partire da un incasso mensile di 10.000 euro, e la tariffa Premium a partire da 100.000 euro. Inoltre, abbiamo preso in considerazione unicamente la commissione prevista per le carte europee, cioè quelle più utilizzate:

Esempio: spesa su un paniere di 50 €
Transato mensile Spesa totale Tasso reale
1.000 € (Starter) 27 € 2,7 %
5.000 € (Starter) 95 € 1,9 %
10.000 € (Pro) 140 € 1,4 %
50.000 € (Pro) 580 € 1,16 %
100.000 € (Premium) 880 € 0,88 %
Esempio: spesa su un paniere di 50 €
Transato mensile Spesa totale Tasso reale
1.000 € (Starter) 27 € 2,7 %
5.000 € (Starter) 95 € 1,9 %
10.000 € (Pro) 140 € 1,4 %
50.000 € (Pro) 580 € 1,16 %
100.000 € (Premium) 880 € 0,88 %

Mettendo a confronto il piano Starter con le soluzioni offerte dai principali concorrenti, si osserva che al di sotto dei 5.000 € d’incasso mensile PayPlug risulta più caro di Stripe ma più conveniente di PayPal.

Nel complesso, possiamo dire che lo schema tariffario di PayPlug è conveniente per volumi medio-alti di transazioni mensili, dunque per attività che ricevono prevalentemente pagamenti con carta, a prescindere dal canale di vendita (negozio online, ordini telefonici, ecc.)

Implementare PayPlug in un negozio online

È possibile integrare il sistema di pagamento ad un negozio online tramite API oppure con plugin. Il primo metodo richiede l’intervento di uno sviluppatore web esperto, mentre il secondo è piuttosto semplice – pur essendo disponibile solo alcune piattaforme ecommerce.

Il plugin PayPlug è compatibile con Shopify, Sylius, Prestashop e Magento.

Immagine: PayPlug

Il plugin è compatibile con le piattaforme ecommerce

I plugin sviluppati da PayPlug permettono di implementare facilmente il sistema di pagamento.

Si parla delle piattaforme e-commerce più diffuse al mondo, tuttavia si fa notare l’assenza di un plugin compatibile con Wix.

Alcune funzionalità non sono presenti per tutte le piattaforme: l’offerta Premium manca all’appello su Shopify, mentre le funzioni dei piani Premium e Pro non sono disponibili con WooCommerce.

PrestaShop, invece, offre le funzionalità associate a tutti i piani di abbonamento.

Funzioni disponibili su PrestaShop, Magento e Shopify:

Funzioni
PRO e PREMIUM
PrestaShop Magento Shopify
Pagamento
in un clic
Funzioni
PREMIUM
PrestaShop Magento Shopify
Pagamento
rateizzato
Pagamento rateizzato
non garantito
Funzioni
PRO e PREMIUM
PrestaShop Magento Shopify
Pagamento
in un clic
Funzioni
PREMIUM
PrestaShop Magento Shopify
Pagamento
rateizzato
Pagamento rateizzato
non garantito

Sono disponibili ulteriori plugin sviluppati da terzi, tra cui WooCommerce e NewCart.

Le funzioni avanzate del sistema di pagamento

Sono riservate ai piani Pro e Premium (rispettivamente con canone di 30 e 80 euro mensili).

Pro e Premium

Pagamento in un clic – Disponibile su PrestaShop. Il cliente registra i dati della sua carta di credito, del bancomat o della prepagata. In questo modo, anche per gli acquisti futuri basterà cliccare sull’apposito pulsante per pagare in maniera istantanea, senza un ulteriore inserimento del numero della carta.

Smart 3D Secure – Il 3D Secure rende i pagamenti più sicuri grazie alla doppia autenticazione. La versione smart consiste in un uso più “intelligente” della procedura, la quale si attiva unicamente per transazioni che superano una determinata somma (fissata dal venditore). Ciò permette di ridurre i tempi del check-out per gli acquisti di importo modesto.

Bonifici automatici – Possono essere giornalieri, settimanali o mensili. Scegliendo il bonifico automatico, l’intero saldo presente sul conto PayPlug sarà accreditato sul conto corrente del venditore.

Personalizzazione avanzata – Oltre al nome della società e alla classica personalizzazione del logo si potrà scegliere lo stile, il colore e un’immagine di sfondo.

Immagine: PayPlug

Personalizzazione della pagina di checkout

Con Pro e Premium si può personalizzare la pagina di pagamento.

Premium

Pagina di checkout integrata – Il cliente non esce dal tuo negozio online per effettuare il pagamento (nelle versioni inferiori, viene rediretto ad una pagina PayPlug esterna). Questa funzione è disponibile solo nel plugin Prestashop e Magento.

Pagamento rateizzato non garantito in 2, 3 o 4 rate su PrestaShop e Magento, oppure via API.

Pagamento differito – Disponibile su Prestashop e Shopify. Consiste nel non addebitare istantaneamente la somma al cliente. PayPlug registra i dati della sua carta di credito, blocca la somma e la addebita in un secondo momento (la somma può essere bloccata per non più di sette giorni).

Per chiarire la disponibilità delle varie funzioni in base alla piattaforma ecommerce e piani di abbonamento è stato necessario esaminare la documentazione. PayPlug dovrebbe curare maggiormente le informazioni che appaiono in chiaro sul sito web, rendendole più accessibili.

Le richieste di pagamento a distanza

L’offerta include un’altra soluzione di pagamento online, indipendente dall’esistenza o meno di un sito ecommerce: le richieste di pagamento tramite link.

Non essendoci un’app per smartphone, l’invio della richiesta deve essere effettuata necessariamente sul portale web del servizio, dopo aver effettuato il login.

Il cliente riceve un link, via e-mail o SMS, che porta ad una pagina di pagamento (check-out) dove potrà inserire i dati della sua carta per regolare il conto.

Questa funzione può essere utile per le attività che effettuano vendite in modalità Click and Collect (cioè l’ordine online o telefonico con ritiro in negozio), per le consegne a domicilio e in situazioni di emergenza, ad esempio quando il cliente dimentica la sua carta e non ha contanti.

Il link di pagamento può costituire anche un’interessante alternativa al bonifico.

Assistenza clienti

Il servizio clienti è raggiungibile via e-mail nei giorni feriali (da lunedì a venerdì), e il supporto risponde generalmente entro due ore.

In Italia non è ancora disponibile un numero telefonico, mentre in Francia viene messo a disposizione per gli utenti Pro e Premium.

Le informazioni disponibile online, nella pagina Assistenza, sono esaustive e rispondono alla maggior parte delle domande più frequenti.

È inoltre online una pagina di stato, attraverso la quale PayPlug mette al corrente in tempo reale di eventuali disservizi in corso.

La nostra opinione

PayPlug si rivolge ad un target ben preciso, cioè le attività commerciali con un volume medio-alto di incassi online o a distanza,dal momento che si devono sostenere costi fissi (canone mensile) e varibili (in funzione del transato).

Secondo le nostre stime, le spese diventano ragionevoli a partire da un transato di almeno 5.000 euro al mese, mentre si trasforma in una soluzione conveniente – anche al confronto con la concorrenza – a partire da 10.000 euro al mese di incassi.

Dal punto di vista pratico, PayPlug offre un sistema completo per ricevere pagamenti con carta. Può essere implementato facilmente alle maggiori piattaforme ecommerce, con una pagina di checkout – personalizzabile solo con i piani Pro e Premium.

La funzione dei link di pagamento inclusa nell’offerta può essere utilizzata per ricevere pagamenti a distanza, ad esempio nel caso di ordini telefonici con consegna a domicilio o ritiro in negozio.

Name of Reviewed Item: PayPlug IT Rating Value: 4 Review Author:Review Date: