Il nostro voto(4/5)
Axepta BNP Paribas offre soluzioni POS per ogni tipo di impresa.
La tariffa Start è indicata a piccole aziende e professionisti, per ridurre i costi fissi mensili.
  • Pro: Senza canone. Scelta del POS in comodato d’uso. Accrediti su qualsiasi conto corrente aziendale.

  • Contro: Esistono alternative migliori per chi usa poco il terminale.

  • Scegli se: Ogni mese ricevi almeno 500 € di pagamenti con carta.

In questa recensione esaminiamo costi e commissioni, funzionalità, caratteristiche, vantaggi e svantaggi dell’offerta.

Cos’è e come funziona il POS Axepta con tariffa Start?

Axepta BNP Paribas si occupa di pagamenti elettronici per piccole e medie imprese, professionisti e grandi retailer. Le sue soluzioni includono terminali per negozi fisici, gateway per negozi online e terminale virtuale per pagamenti a distanza.

Start è il piano tariffario di Axepta rivolto a piccole imprese e lavoratori autonomi che elaborano un volume medio-basso di transazioni con carta, dunque cercano una soluzione poco impegnativa dal punto di vista economico.

Carte accettate

PagoVisaV PayMastercardMaestro

Quali sono le caratteristiche di Axepta Start?

  • Non comporta costi fissi
  • Non sono previsti costi di installazione
  • Permette la scelta del dispositivo
  • Non vincola nel tempo

Con i suoi POS si possono accettare pagamenti da tutte le principali carte di credito, di debito e prepagate: Bancomat, Visa, VPay, MasterCard e Maestro, tuttavia nel pacchetto base non sono inclusi circuiti come American Express, UnionPay e JCB.

Immagine: Axepta

Piattaforma esercenti Axepta

Byond è la piattaforma che permette di controllare i pagamenti ricevuti con il terminale.

Non è necessario aprire un nuovo conto corrente presso una banca specifica: basta comunicare l’IBAN del proprio conto aziendale e gli accrediti saranno effettuati entro 24-48 ore lavorative.

Il contratto non vincola nel tempo e può essere disdetto in qualsiasi momento, senza rischio di penali.

Incluso nell’offerta è il portale esercenti Byond, attraverso il quale si controllano le statistiche di vendita aggiornate in tempo reale.

Costi e commissioni

Nella tabella elenchiamo i costi previsti dalla tariffa Start, quindi proponiamo una previsione della spesa mensile complessiva in base al transato dell’attività:

Costo
Commissione mensile GRATIS
Commissione su carte europee 1,25%
Commissione su carte emesse all’estero 1,95%
DCC Attivazione
GRATIS
Remunerazione
1%
Storno GRATIS
Commissione di gestione*
79 € / anno

*La commissione di gestione si applica se il transato annuo è inferiore a 6.000 euro.

Costo
Canone mensile GRATIS
Commissione su carte europee 1,25%
Commissione su carte emesse all’estero 1,95%
DCC Attivazione
GRATIS
Remunerazione
1%
Storno GRATIS
Commissione di gestione*
79 € / anno

*La commissione di gestione si applica se il transato annuo è inferiore a 6.000 euro.

Il terminale viene concesso in comodato d’uso, quindi gratuito.

Con il servizio DCC (Dynamic Currency Conversion) si riceve una remunerazione pari all’1% sui pagamenti con carte emesse all’estero, dunque la commissione sulle carte extra-SEPA finisce per essere vantaggiosa.

L’assenza di canone mensile rende il POS Axepta con la tariffa Start conveniente per chi ha bassi volumi di transato ma, allo stesso tempo, un incasso annuo inferiore a 6.000 euro fa scattare la cosiddetta commissione di gestione (di 79 euro all’anno, equivalente a circa 6,58 euro al mese).

Quanto si spende, dunque, con l’offerta Start di Axepta? Di seguito una previsione di spesa mensile:

Spesa mensile indicativa, in funzione del transato

La spesa complessiva risulta dalla somma di commissioni sulle transazioni (CT) e commissione di gestione (CG); quest’ultima applicata in caso di fatturazione annua inferiore a 6.000 euro.

Transato
mensile
Spesa
mensile
300 € 3,75 € (CT) +
6,58 € (CG) =
10,33 €
400 € 5,00 € (CT) +
6,58 € (CG) =
11,58 €
500 € 6,25 €
700 € 8,75 €
1.000 € 12,50 €
2.000 € 25,00 €
5.000 € 62,50 €

Spesa mensile indicativa, in funzione del transato

La spesa complessiva risulta dalla somma di commissioni sulle transazioni (CT) e commissione di gestione (CG); quest’ultima applicata in caso di fatturazione annua inferiore a 6.000 euro.

Transato
mensile
Spesa
mensile
300 € 3,75 € (CT) +
6,58 € (CG) =
10,33 €
400 € 5,00 € (CT) +
6,58 € (CG) =
11,58 €
500 € 6,25 €
700 € 8,75 €
1.000 € 12,50 €
2.000 € 25,00 €
5.000 € 62,50 €

Se incassi meno di 6.000 euro all’anno, SumUp offre un piano tariffario più economico in quanto libero dalla cosiddetta commissione di gestione.

Ancor più conveniente, e su qualsiasi volume di transazioni mensili ed annue, è la soluzione senza canone di Axerve (1% sulle transazioni). Tuttavia è prevista una spesa iniziale per l’acquisto del POS, pari a 170 €.

La scelta del terminale

L’offerta Start di Axepta dà la possibilità agli utenti di scegliere il dispositivo che più si adatta alle esigenze del proprio business. In particolare, si può richiedere in comodato d’uso uno dei seguenti terminali: Hi-POS DUO, POS multifunzione portatile e POS desktop.

Hi-POS DUO è un lettore di carte leggero e compatto, ma non è autonomo: per funzionare deve essere collegato via Bluetooth ad uno smartphone Android o iOS, sul quale sia installata un’apposita app che permette di gestire le sue funzioni. Emette solo ricevute digitali, da inviare via SMS o e-mail.

Può essere una soluzione interessante per chi lavora prevalentemente in mobilità – ad esempio effettuando consegne e domicilio – e dunque preferisce un dispositivo leggero e dalle dimensioni non ingombranti. Non è consigliato per chi opera in una sede fissa e solo occasionalmente in mobilità.

Immagine: Axepta

Terminali POS forniti da Axepta

La scelta consigliata è sicuramente il POS Multifunzione portatile, noto anche come terminale GPRS. È dotato di stampante termica integrata per ricevute cartacee e SIM dati multioperatore (senza costi aggiuntivi) che consente di elaborare transazioni ovunque.

Si tratta dunque, anche in questo caso, di un dispositivo portatile ma completamente autonomo. La scheda dati fornisce infatti la connessione necessaria alla ricezione dei pagamenti, senza necessità di collegamento a dispositivi esterni né a reti WiFi.

Infine è disponibile un POS desktop, cosiddetto fisso o da banco. Non offre mobilità alcuna e può essere utilizzato solo al punto cassa del negozio. È comodo soprattutto per le attività che vantano un flusso continuo di pagamenti con carta, dato che non dovranno preoccuparsi di caricare la batteria; viene meno tuttavia la possibilità di spostarsi dal punto in cui è installato.

Richiesta del POS e assistenza clienti

L’offerta Start può essere sottoscritta solo online, sul sito ufficiale di Axepta.

Cliccando sul pulsante Richiedi ora si accede alla pagina di registrazione. Vengono richiesti indirizzo e-mail e numero di cellulare, da tenere a portata di mano per accedere alle fasi successive: saranno inviate password monouso (le cosiddetteOTP) o link che consentono di passare alle fasi successive dellaprocedura.

Occorre tenere a portata di mano:

  • documenti d’identità del legale rappresentante e delle persone aziendali diriferimento;
  • indirizzo PEC (facoltativo);
  • partita IVA.

Lavoratori autonomi, liberi professionisti, bed and breakfast e associazioni sono naturalmente esentati da alcune di queste richieste: i b&b dovranno fornire il codice fiscale, i liberi professionisti, le associazioni e le onlus l’iscrizione al proprio albo di appartenenza.

Per quanto riguarda l’assistenza ai clienti, è disponibile un numero di telefono oppure un modulo online per effettuare una richiesta ed essere contattati in breve tempo via mail o telefono.

La nostra opinione

Axepta è un marchio sicuro ed affidabile, parte del gruppo bancario internazionale BNP Paribas. In Italia, le sue soluzioni sono sottoscrivibili online oppure tramite le filiali BNL e agenti commerciali.

L’opzione tariffaria Start è ideale per chi riceve almeno 6.000 euro di pagamenti con carta ogni anno, mentre al di sotto di questa cifra è meglio optare per altri servizi. Axerve Senza Canone, ad esempio, propone una commissione fissa dell’1% (contro l’1,25% di Axepta) ma impone l’acquisto di uno smartPOS al prezzo di 170 € + IVA.

Con Axepta, ricordiamo, il terminale viene fornito gratuitamente, in comodato d’uso, ma dovrà essere restituito in caso di recesso. Inoltre, l’utente potrà scegliere tra diversi tipi di dispositivo, in modo da adattarlo alle esigenze operative della propria attività.