La nostra valutazione(3.5/5)
Il POS mobile BPER è dedicato a piccole imprese e prefessionisti
I clienti della banca emiliana possono ricevere pagamenti in mobilità con un lettore di carte per smartphone.
  • Pro: Si ricevono pagamenti con carta ovunque. Commissioni negoziabili in base al transato.

  • Contro: Commissioni alte per chi usa poco il POS. Disservizi continui dell’applicazione.

  • Scegli se: Sei cliente dell’istituto con un conto aziendale o professionale. Hai un transato digitale medio-alto.

Quanto costa? Come funziona? Quali sono le commissioni da pagare?

Nella presente recensione scopriamo funzionamento, caratteristiche e tariffe del terminale per smartphone.

Cos’è e come funziona il POS mobile BPER

Il POS mobile BPER è un terminale per ricevere pagamenti con carta in negozio e in mobilità. A differenza dei dispositivi tradizionali, questo lettore di carte di credito richiede l’aiuto di uno smartphone affinché possa funzionare.

Terminale e cellulare si associano via Bluetooth; successivamente si gestirà tutto da un’applicazione installata sullo smartphone. Qualsiasi telefono con sistema Android o iOS-Apple aggiornato è compatibile con il POS.

Carte accettate

Pago

Eseguita la configurazione iniziale (cioè l’associazione dei due dispositivi attraverso Bluetooth), per ricevere un pagamento si digita l’importo all’interno dell’app e si inserisce la carta del cliente nel lettore BPER.

Sul telefono è indispensabile avere una connessione internet, mobile (3G, 4G, LTE) o fissa (WiFi).

Completata la transazione, l’app richiede il numero di cellulare o l’indirizzo mail del cliente per l’invio automatico della ricevuta elettronica di avvenuto pagamento.

Nella sezione Il terminale approfondiamo caratteristiche e possibilità del POS mobile in dotazione, mentre qui di seguito riportiamo i costi principali del servizio.

Costi e commissioni

L’offerta POS BPER comporta due tipi di spesa, una fissa e una variabile.

Quella fissa è rappresentata dal canone mensile di € 10 per il noleggio del terminale. Se si ha un dispositivo di proprietà, si dovranno invece corrispondere € 5 al mese per il collegamento ai circuiti.

La spesa variabile è costituta dalle commissioni sulle transazioni, stabilite dalla società Nexi (gestore dei pagamenti). Per ogni pagamento ricevuto con il lettore di carte, una percentuale spetta al gestore del servizio.

CircuitoSpesa (max.)
PagoBancomat3,50 %
MasterCard, Maestro (debit)8,00 %
Visa, VPay (debit)8,05 %
Visa (credit)8,15 %
MasterCard (credit)8,40 %
JCB8,70 %
UnionPay8,95 %

Nella tabella sono indicate le commissioni massime, che tuttavia non vengono mai applicate.

Le tariffe reali (decisamente inferiori) si potranno conoscere in banca durante il colloquio con un consulente. Dipendono dal transato elettronico (cioè attraverso POS) dell’attività.

Per le transazioni di importo inferiore ai 30 euro la commissione è ridotta dello 0,03 %.

Professionisti e commercianti che non prevedono un utilizzo frequente del terminale possono consultare l’offerta SumUp, pensata appositamente per piccole imprese che vogliono adeguarsi all’obbligo senza impegnarsi con contratti.

Terminale e app

I clienti BPER ricevono in dotazione, dietro pagamento di canone mensile, il lettore di carte mobile prodotto da Ingenico, modello iCMP. È il dispositivo comunemente fornito dalle banche italiane ai propri clienti.

Il lettore di carte fornito ai clienti BPER

È leggero e compatto, dunque perfetto per l’uso in mobilità, ad esempio per le consegne a domicilio, per gli interventi fuori sede e così via.

La batteria ha una buona durata e, in seguito alla configurazione iniziale, risulta rapido e facile da usare.

Mentre il dispositivo non dà problemi, a farlo è l’applicazione per smartphone. Ricordiamo che quest’ultima è indispensabile affinché si possano ricevere pagamenti con il lettore Ingenico.

Parliamo dell’app Mobile POS di Nexi, attualmente penalizzata dalle opinioni negative degli utenti. Secondo questi ultimi, il collegamento Bluetooth è instabile, si perde continuamente e ne risulta di fatto l’impossibilità di usare il terminale.

Le numerose segnalazioni non hanno tuttavia sortito alcun effetto: nel momento in cui si scrive questa recensione, l’ultimo aggiornamento risale ad un anno prima.

Essendo l’applicazione il centro di controllo dell’intero servizio, si sconsiglia di sottoscrivere contratti in assenza di risoluzione dei problemi qui riportati.

La nostra opinione

L’ex Banca Popolare dell’Emilia Romagna, oggi conosciuta a livello nazionale con l’acronimo BPER offre ai suoi clienti un servizio gestito dalla società di acquiring Nexi.

È questa che ne gestisce l’intero aspetto tecnico, mentre BPER stabilisce il canone mensile di noleggio POS, oltre a fornire naturalmente il conto corrente bancario.

Il canone mensile è ragionevole, inferiore a quello proposto da molti istituti concorrenti. Le commissioni sono invece legate al volume di incassi con terminale: la prassi delle banche vuole che tariffe più convenienti siano proposte a chi vanta un volume alto di incassi.

Le piccole imprese, i negozi di prossimità e i professionisti potrebbero invece essere penalizzati. Chi usa poco il POS dovrebbe cercare un’alternativa migliore.

Al di là delle condizioni economiche, non dimentichiamo la questione tecnologica. Come abbiamo segnalato nella sezione precedente, i ripetuti disservizi che riguardano l’applicazione rendono talvolta inutilizzabile il lettore di carte.

Name of Reviewed Item: POS mobile BPER Rating Value: 3.5 Review Author:Review Date: