La nostra valutazione(3/5)
ViaBuy è una carta prepagata britannica con numeri in rilievo
Le caratteristiche
  • Emittente: PPRO Financial Ltd

  • Tipologia: Carta prepagata

  • Circuito: MasterCard

  • Canone annuo: € 19,90

  • IBAN:

  • Invio P2P: Gratuito

  • Apple Pay / Google Pay: No

  • Pre-autorizzazioni:

  • Addebiti diretti:

La carta ViaBuy è una prepagata MasterCard, disponibile nei colori oro o nero. Nome del titolare e numero sono stampati in rilievo.
Le caratteristiche

Emittente
PPRO Financial Ltd

Tipologia
Carta prepagata

Circuito
MasterCard

Canone annuo
€ 19,90

IBAN

Bonifici e P2P

Apple e Google Pay
Non disponibili

Pre-autorizzazioni

Addebiti diretti

La carta ViaBuy è una prepagata MasterCard disponibile per uso personale o aziendale.

Quanto costa? Quali sono limiti e commissioni? È affidabile? Si può usare con Apple Pay?

Nella presente recensione rispondiamo ai dubbi più frequenti, diamo un’occhiata ai diversi metodi di ricarica, illustriamo i principali costi del servizio ma, soprattutto, cerchiamo di capire se ci sono alternative migliori o prodotti simili.

Caratteristiche principali della ViaBuy MasterCard

ViaBuy è una carta prepagata britannica. La società che la emette, PPRO Financial Ltd, è autorizzata dalla Financial Conduct Authority (FCA) e pertando può essere considerata affidabile e sicura.

Si può scegliere tra i colori oro e nero

La peculiarità che emerge fin da subito è il design molto curato, non facilmente rinvenibile nei prodotti del suo genere.

Alla registrazione si può scegliere tra due colori: oro e nero.

Numero della carta e titolare sono stampati in rilievo, come avviene per le carte di credito. A tal proposito, rilevata un po’ di confusione su questo tema, occorre precisare che la stampa in rilievo non cambia la natura del prodotto: ViaBuy rimane una ricaricabile, non una carta di credito.

I titolari della prepagata dispongono di IBAN per inviare e ricevere bonifici SEPA (europei) ed esteri.

Un bonus di 25 euro è attualmente previsto per gli utenti che riescono a portare amici in ViaBuy, attraverso un invito con il link personale.

Di seguito approfondiamo costi e commissioni del servizio.

Costi e commissioni

Il servizio prevede due tipi di costi: fissi e variabili. I primi fanno riferimento al canone annuo, mentre gli altri sono dovuti alle operazioni che l’utente effettua con la carta.

Costo
Emissione carta principale (una tantum)€ 69,90
Emissione carta supplementareGratis
Canone annuo carta principale€ 19,90
Canone annuo carta supplementare€ 14,90
Canone annuo su carte inattive*€ 9,95

* Le carte sono considerate inattive dopo un periodo di inutilizzo di 12 mesi

L’emissione della carta ha un costo elevato. Se da un lato potrebbe essere giustificato dal design, dall’altro facciamo notare che oggi una tale spesa non è richiesta neanche dagli istituti che emettono vere e proprie carte di credito.

Si possono richiedere gratuitamente (cioè senza costo di emissione) fino a 3 carte supplementari.

Se confrontato con altre prepagate, il canone annuo è anche’esso da considerarsi elevato. I concorrenti Hype e N26 propongono piani gratuiti, senza costi fissi.

Hype vs N26

Hype vs N26 – Il confronto

Qual è la migliore carta-conto del 2019?

Passiamo ora ai costi variabili, cioè alle tariffe legate alle operazioni.

OperazioneTariffa
Prelievi di contante agli ATM€ 5
Bonifico SEPA (europeo)Gratis
Pagamenti o prelievi non andati a buon fine per saldo insufficiente€ 0,50

La commissione sui prelievi di contanti dagli sportelli automatici (ATM) è davvero elevata. È evidente che ViaBuy voglia disincentivare questo tipo di operazione.

I bonifici nazionali ed europei sono gratuiti, mentre quelli esteri (al di fuori dell’area SEPA) o in valuta diversa dall’Euro costano comportano una commissione fissa di € 9,90.

Se si eseguono operazioni in valuta estera (bonifico o pagamento con carta) sarà inoltre applicata una maggiorazione del 2,75 % sul tasso di cambio MasterCard.

La prepagata aziendale

Oltre alla versione per uso personale, la società propone una ViaBuy aziendale. Può essere richiesta dalle persone giuridiche, dunque non è disponibili per liberi professionisti e ditte individuali.

Sono sostanzialmente due le caratteristiche distintive di questa prepagata aziendale:

  • Controllo centralizzato delle spese

  • Limiti di spesa elevati

L’amministratore della società può assegnare carte aziendali ai propri dipendenti e controllare le spese complessive e individuali su un’unica piattaforma.

Condivide tutte le altre caratteristiche della carta personale, inclusi i costi.

Se sei interessato a prepagate aziendali più economiche e con una migliore piattaforma gestionale ti consigliamo di consultare la recensione Soldo.

Come richiedere e attivare la carta

La richiesta della carta deve essere inviata dal sito ufficiale ViaBuy.

Si sceglie innanzitutto il colore della prepagata (oro o nero), quindi si procede all’inserimento dei dati anagrafici.

Sarà necessario inviare una foto dei documenti d’identità al fine della verifica. È una procedura sicura, stabilita dalle norme antiriciclaggio.

Oltre alla quota di emissione (€ 69,90) si dovrà corrispondere anche il canone annuo (€ 19,90) per una spesa totale iniziale di € 89,80.

La carta viene spedita in pochi giorni lavorativi al domicilio indicato dall’utente. Prima di utilizzarla è richiesta l’attivazione sul sito: basterà inserire le ultime 4 cifre della carta, il codice ID dell’utente e la data di nascita.

Recesso

Entro 21 giorni dalla conferma di apertura del conto si può recedere senza giustificazioni. In questo caso si ha diritto al rimborso delle spese sostenute per l’emissione e il canone annuo.

Dopo 21 giorni, invece, non sarà rimborsata la quota di emissione né il canone per i mesi di utilizzo della carta (mentre sarà possibile chiedere il rimborso del canone per i mesi restanti al termine dell’annualità).

Occorre inviare una e-mail al servizio clienti in cui si esprime in maniera esplicita la propria volontà a recedere dal contratto, ad esempio “dichiaro di recedere dal contratto per la fornitura del servizio carta prepagata ViaBuy“. Il testo deve contenere nome e indirizzo del titolare della carta, oltre che la data in cui si effettua la comunicazione.

Come si ricarica?

Sono diverse le modalità di ricarica previste, tuttavia solo una è gratuita:

  • Bonifico SEPA

  • Carta di pagamento

  • Paysafecard

Il bonifico SEPA (cioè il classico bonifico europeo e nazionale) è l’unico modo per ricaricare la carta ViaBuy senza pagare commissioni:

Ricarica con…Tariffa
Bonifico europeoGratis
Carta di pagamento1,75 %
Paysafecard8,75 %
Western Union€ 4,95

Ad esclusione del bonifico, tutti i metodi di ricarica possono essere considerati costosi, non concorrenziali con l’offerta presente sul mercato italiano ed europeo.

La nostra opinione

Nella recensione abbiamo volutamente tralasciato l’aspetto pratico e gestionale di questa prepagata: costi e commissioni – troppo elevati a nostro avviso – non spingono il consumatore ad approfondire la conoscenza del prodotto.

La quota di emissione è irricevibile. I concorrenti rilasciano le proprie carte gratuitamente o con spese di gran lunga inferiori. Tra i diversi metodi di ricarica proposti solo uno è gratuito; gli altri andrebbero evitati.

L’applicazione per controllare saldo e movimenti su smartphone non dà particolari problemi, ma non offre alcuna funzione aggiuntiva.

Name of Reviewed Item: ViaBuy IT Rating Value: 3 Review Author:Review Date: