• La PostePay Evolution è nera, con dettagli sul fronte
> Carta prepagata > Recensione > Recensione PostePay Evolution e Standard

Recensione PostePay Evolution e Standard

Di Adriana Capasso|2019-01-18T10:27:19+00:007 Dicembre 2018|Tag: , |
La nostra valutazione(3.5/5)
PostePay è la prepagata più conosciuta in Italia, ma non necessariamente la migliore

La carta ricaricabile di PosteItaliane ha avuto per anni il vantaggio di operare in un mercato quasi libero dalla concorrenza. Con l’arrivo di nuovi prodotti, tuttavia, inizia PostePay inizia a sentire il peso della vecchiaia.

Qual è la differenza tra PostePay Standard e PostePay Evolution? Quali sono costi e tariffe? Si può usare all’estero? Ci sono carte prepagate più convenienti?

Nella presente recensione affrontiamo gli aspetti più importanti del popolare servizio. Scopriremo se esistono carte prepagate più economiche e quali sono le opinioni degli utenti.

PostePay StandardPostePay Evolution
Costo di attivazione€ 10€ 5
Modalità di attivazioneUfficio postaleUfficio postale
Canone annuoGratuito€ 12
Limite di ricarica annuo€ 3.000€ 30.000
Limite prelievo giornaliero
€ 250€ 600
Limite di pagamento giornaliero
€ 3.000€ 3.500
IBAN
Circuito
Contactless
Apple Pay e Google Pay
Solo Google Pay
PostePay
Standard
Carta prepagata PostePay
PostePay
Evolution
Costo di attivazione
€ 10€ 5
Modalità di attivazione
Ufficio postaleUfficio postale
Canone annuo
€ 0€ 12
Prelievo
ATM Postamat: € 1
ATM Visa UE: € 1.75
Extra-UE: € 5 + 1.10%
ATM Postamat: € 0
ATM Visa UE: € 1.75
Extra-UE: € 5 + 1.10%
Trasferimenti P2P
€ 1€ 1
Limite di ricarica annuo
€ 3.000€ 30.000
Limite prelievo giornaliero
€ 250€ 600
Limite pagamento giornaliero
€ 3.000€ 3.500
IBAN
Circuito
Contactless
Apple Pay / Google Pay
Solo Google Pay

La carta prepagata PostePay Standard è la versione base del servizio, popolare perché “gratuita” e destinata ad un target più ampio di consumatori. Come vedremo, è più adatta per giovani alla ricerca di un e-wallet, ossia un portafoglio digitale.

La sorella maggiore è la PostePay Evolution. Tante sono le differenze da sottolineare rispetto alla prima, a partire dal suo costo. La versione “evoluta” ha infatti un canone annuo che ne aumenta le possibilità d’uso.

Se la carta prepagata gialla è indicata a volumi di spesa ridotti, la PostePay Evolution consente ai suoi titolari anche l’accredito dello stipendio o della pensione.

Attivazione e ricarica

La richiesta ed attivazione della carta può avvenire esclusivamente presso un ufficio postale PosteItaliane. Attivare una carta PostePay Standard ha un costo di 10 euro, mentre l’attivazione della PostePay Evolution è di 5 euro.

La ricarica può avvenire in contanti allo sportello dell’ufficio postale, presso gli ATM Postamat situati negli stessi uffici, online sul sito ufficiale del servizio, con app iOS e Android, con bonifico da conto corrente o da altre carte di pagamento.

Su ATM Postamat è possibile trasferire credito da altre carte dei circuiti Postamat, PagoBancomat, Visa e MasterCard. Per il dettaglio sui costi di ricarica si può consultare la tabella Costi di ricarica. Non è supportato il circuito American Express.

Alla scadenza, il rinnovo può avvenire online – a meno che non vi sia necessità di modificare i dati registrati in fase di attivazione (es. carta di identità scaduta).

L’estinzione della PostePay Evolution può essere richiesta unicamente presso l’ufficio di radicamento, ossia presso l’ufficio postale in cui è stata attivata. Un limite questo poco gradito a coloro che nel frattempo si sono trasferiti in altra città o all’estero.

Costi e tariffe

Costi e tariffe di utilizzo delle prepagate PostePay sono i medesimi per entrambe le versioni della carta – fatta eccezione per il canone annuo di cui si è accennato nel primo paragrafo (€ 10 per la PostePay Evolution, nessun canone per la Standard).

La ricarica prevede commissioni diverse a seconda della modalità scelta.

Modalità di ricaricaCommissione
Uffici postali e ATM Postamat€ 1,00
Portalettere dotato di POS€ 1,00
Sito ufficiale e app
€ 1,00
Punti vendita abilitati
(Lottomatica e Banca 5)
€ 2,00
c/c BPM
€ 2,00
ATM Postamat con
carta PagoBancomat
€ 2,00
ATM Postamat con
carta Visa o MasterCard
€ 3,00

Tutte le operazioni di pagamento sono gratuite, ad eccezione dei bonifici (disponibili solo con Evolution) che presentano la commissione di 1 euro. Si ricorda che quasi tutti gli istituti bancari consentono ormai di inviare bonifici gratuitamente, e in alcuni casi perfino le prepagate concorrenti.

Per i dettagli sui costi delle operazioni in viaggio oltre i confini italiani si consiglia di consultare il paragrafo Uso all’estero.

Prelevare contanti sia in Italia che all’estero ha un costo variabile a seconda della modalità scelta.

Modalità di prelievoCommissione
ATM Postamat€ 1
ATM Visa€ 1.75
ATM estero
(in valuta)
€ 5 + 1.10%
con tasso di cambio
maggiorato dello 0.50%

Le funzionalità della carta possono essere regolate attraverso il servizio Le mie carte. Quest’ultimo prevede – solo in caso di utilizzo – un canone annuale di 5 euro, al quale si aggiungono 2 euro per ogni modifica effettuata.

Tra le operazioni regolabili vi sono: area geografica di utilizzo (es. blocco dell’utilizzo all’estero), abilitazione ai pagamenti contactless, massimali di prelievo e pagamento.

Dal sito web o da app è possibile pagare bollettini postali con una commissione di 1 euro. Per i bollettini RAV la commissione sale 1,23 euro.

La consultazione del saldo avviene gratuitamente online o, in alternativa, attraverso sms. I messaggi ricevuti su sim PosteMobile sono gratuiti, mentre per gli altri operatori viene addebitato l’importo di 25 centesimi per ogni sms.

Dai canali online (app e sito web) è inoltre possibile ricaricare gratuitamente carte SIM di tutti gli operatori mobile italiani.

Trasferire fondi da una PostePay all’altra ha un costo di 1 euro, tuttavia è in promozione gratuita nel 2019 per importi inferiori o pari a 25 euro.

Uso all’estero

La PostePay in entrambe le versioni può essere utilizzata all’estero ma è indispensabile informarsi sulle eventuali sospensioni del servizio in alcuni orari prestabiliti.

Molti viaggiatori – soprattutto coloro che si recano in aree con una differenza non marginale di fuso orario – rischiano infatti di incorrere in alcuni inconvenienti che spieghiamo di seguito. In ogni caso si consiglia di portare sempre con sé di un’altra carta di pagamento e di avere contanti disponibili.

In orario notturno italiano (indicativamente dalle 2:00 alle 4:00) la PostePay potrebbe subire un blocco delle operazioni – sia di prelievo che di pagamento – dovuto alla manutenzione del sistema di PosteItaliane.

Se viaggiamo negli Stati Uniti, ad esempio, si rischia di andare a cena e di non poter pagare con la carta prepagata PostePay, in piena fase di manutenzione.

Il prelievo ha un costo di 2 euro nei paesi dell’Unione Europea (come del resto in Italia), mentre all’estero – o meglio nei paesi non europei – per prelevare contante si corrisponde una commissione di 5 euro + 1.10% dell’importo prelevato.

Su un prelievo di 100 euro effettuato in paesi extra-UE pagheremo complessivamente una commissione di 6,10 euro.

Per quanto riguarda i pagamenti con carta (su terminale POS) oltre i confini europei oppure all’interno dell’Unione ma in valuta diversa dall’Euro, è invece prevista una sola commissione pari all’1.10% dell’importo pagato. Tale maggiorazione è da considerarsi conveniente.

Il tasso di cambio adottato da PostePay Standard e PostePay Evolution è rispettivamente stabilito da VISA e MasterCard.

I bonifici verso Svizzera e Principato di Monaco hanno un costo di 9 euro.

Limiti di utilizzo

Il plafond della carta, ossia l’importo massimo ricaricabile annualmente, ammonta a € 3.000 per la versione base e € 30.000 per la evoluta.

PosteItaliane pone il limite di € 250 ai prelievi giornalieri via ATM per la Standard, mentre la Evolution permette di prelevare fino a €600 al giorno. Allo sportello postale, l’importo prelevabile quotidianamente per la versione base ammonta a € 3.000, non vi sono limiti per la carta prepagata evoluta.

Il limite di pagamento giornaliero è di € 3.000 per la versione Standard, € 3.500 per la Evolution.

Per quanto riguarda le operazioni tramite IBAN, dunque relative alla sola PostePay Evolution, vi è il limite di € 15.000 euro per i bonifici in uscita in area SEPA e SEE se effettuati online. Nessun limite per la stessa operazione eseguita presso l’ufficio postale.

La nostra opinione

Se da un lato si può beneficiare di alcune funzionalità non presenti su altre prepagate – ad esempio il pagamento dei RAV e l’esecuzione di bonifici esteri – dall’altro costi e tariffe risultano fin troppo alti.

Con una concorrenza ormai tenace e sempre sul piede di guerra (si consiglia di dare un’occhiata alla Carta Hype), PostePay Standard appare poco conveniente nonostante la sua apparente gratuità.

La scelta di PostePay Evolution sembra invece ammissibile per due motivi: limiti d’uso più elevati e presenza di IBAN che la trasformano di fatto in una carta-conto capace di rimpiazzare il tradizionale conto corrente.

Anche in questo caso, però, occorre fare molta attenzione ai costi. Il consiglio è di prendere carta e penna per fare un confronto veloce delle spese (anche quelle “variabili” ma inevitabili per le operazioni di prelievo e bonifico) con uno dei tanti conti online.

Se la valutazione dei costi fa traballare la convenienza di questa carta prepagata, non migliori sono le opinioni degli utenti rispetto agli strumenti tecnologici ad essa legati.

L’app per smartphone – disponibile su iOS-Apple e Android – pur essendo migliorata visibilmente nell’ultimo periodo mostra tuttora problemi di accesso e di incompatibilità con gli aggiornamenti dei sistemi operativi.

Il circuito Visa Electron rende la PostePay Standard utilizzabile senza problemi in Italia e in Europa, tuttavia ostacoli all’utilizzo potrebbero presentarsi oltre i confini continentali. Nettamente superiore in tal senso è la PostePay Evolution che, servendosi del circuito MasterCard, può essere usata in tutto il mondo per pagamenti e prelievi.

Name of Reviewed Item: PostePay Evolution Carte IT Rating Value: 3.5 Review Author:Review Date: