Verifone è un’azienda americana specializzata nella produzione di terminali di pagamento. In Italia, i POS Verifone sono presenti soprattutto nei punti vendita della grande distribuzione e talvolta anche in attività commerciali di medie dimensioni.

Nel nostro paese e più in generale in Europa, Verifone soffre la concorrenza del francese Ingenico, che vanta una presenza molto più massiccia.

Ci sono vantaggi nella scelta di un POS Verifone in Italia? Per rispondere a questa domanda, iniziamo a confrontare le specifiche di alcuni modelli recenti realizzati da Verifone e Ingenico:

POS portatili: Verifone V240m e Ingenico Move 5000

Questi due terminali si assomigliano molto: un ampio display tattile a colori e numerose opzioni di connettività.

In funzione delle opzioni scelte sono in grado di comunicare in modalità portatile (connessione ad un router ADSL in WiFi o Bluetooth) oppure in modalità mobile (connessione alla rete dati del cellulare, GPRS, 3G, 4G).

Verifone
V240m
Ingenico
Move 5000
Stampante
ProcessoreCortex A9Cortex A5
Batteria2450 mAh2900 mAh
Dimensioni (mm)163 x 75 x 53169 x 78 x 57
Peso320 g320 g
Schermo (pollici)3,53,5
Pixel480 x 320480 x 320
MultimediaOpzionaleOpzionale
GPRS/3G/WifiSì*Sì*
4GSì*
BluetoothSì*Sì*
Connessione con cavo
GPSOpzionaleOpzionale
Lettore di codici a barreOpzionaleOpzionale
OSV/OS (Linux)Telium

* a seconda della configurazione scelta

Questi terminali sono altamente configurabili, cioè sono disponibili numerose versioni: dispositivo WiFi senza GPS con fotocamera, dispositivo 3G con GPS senza fotocamera, ecc.

Con Verifone è talvolta necessario cambiare modello: ad esempio, se cerchiamo una versione del V240m con un altoparlante dovremo ordinare un V240m Plus, dotato anche di memoria RAM.

Le fotocamere dei due dispositivi leggono i dati unidimensionali e bidimensionali; in altre parole sono in grado di scannerizzare sia i tradizionali codici a barre che i moderni codici QR.

Conclusione: Il Move 5000 si può connettere in 4G, diversamente dal V240m. Quest’ultimo è però dotato di un processore più recente. Nel complesso si può dire che non si rilevano differenze così significative per quanto riguarda l’hardware. È un pareggio.

Foto: Verifone

Pagamento con carta su POS Verifone

Il V240m in versione 3G funziona ovunque, grazie alla connessione dati del cellulare.

POS fissi: Verifone V200c e Ingenico Desk 5000

Questi terminali sono recenti quanto i precedenti, sebbene non siano dotati di connessione 4G, di batteria, di GPS e di lettore di codici a barre. Sono pensati per l’uso da banco, associati ad un registratore di cassa.

Offrono la connessione 3G come optional, più che altro come copertura in caso di disservizi della connessione principale.

Esiste un modello di Verifone più avanzato, il V400c, ma attualmente non è disponibile per i rivenditori.

Verifone
V200c
Ingenico
Desk 5000
Stampante
ProcessoreCortex A9Cortex A5
Dimensioni (mm)190 x 80 x 70187 x 82 x 68
Peso380 g340 g
Schermo (pollici)2,83,5
Pixel240 x 320480 x 320
MultimediaSì*Sì*
GPRS/3G/WifiSì*Sì*
4G
BluetoothSì*Sì*
Connessione via cavo
GPSOpzionale
Lettore di codici a barreOpzionale
OSV/OS (Linux)Telium Tetra

* a seconda della configurazione scelta

Il V200c non può ospitare l’antenna GPS né un lettore di codici a barre, ma del resto non si tratta di un inconveniente visto che è concepito per un uso da banco, in modalità fissa.

Conclusione: Verifone è penalizzato da uno schermo di dimensioni inferiori rispetto al concorrente, tuttavia – grazie ad un processore più moderno, il V200c risulta più veloce del Desk 5000 di Ingenico.

Le specifiche tecniche sono molto simili, dunque è soprattutto il lato software a marcare la differenza:

Sistema operativo e programmi

È possibile e talvolta indispensabile scaricare delle applicazioni sui POS Verifone.

Alcuni programmi sono compatibili con tutti i dispositivi; permettono ad esempio di attivare il pagamento contactless o di autorizzare i pagamenti a distanza.

Altri sono realizzati per uno specifico sistema operativo (V/OS di Verifone o Telium di Ingenico): può trattarsi di applicazioni che permettono di accettare i buoni pasto, le carte American Express o Union Pay, o ancora i pagamenti a rate.

Conclusione: Il numero di applicazioni disponibile sui terminali Verifone è inferiore rispetto al concorrente. Sul sito Ingenico sono reperibili istruzioni per l’uso delle sue applicazioni, sotto forma di pagine web oppure in formato PDF, con indicazioni esaurienti.

Prezzi e disponibilità dei POS Verifone

I modelli recenti sono disponibili sia presso le banche sia presso rivenditori autorizzati ma, in generale, i POS Verifone sono meno reperibili rispetto ai POS Ingenico, soprattutto nel caso dei modelli recenti come il V240m.

In alcuni casi i commercianti non potranno neanche scegliere, sarà la banca a imporre un modello piuttosto che un altro: ad esempio, il Verifone V200c per le postazioni fisse e il Move 5000 per l’uso in mobilità.

Ma quanto costa acquistare un terminale Verifone?

Per i dispositivi portatili e mobili, il prezzo varia in funzione della configurazione, possiamo dunque limitarci ad indicare un range di prezzi:

Verifone V240m : da 450 a 550 € (IVA escl.)

Verifone V200c : 250 € (IVA escl.)

Se preferite risparmiare, si può optare per l’acquisto di un modello meno recente oppure di seconda mano:

  • Mobile: Verifone VX675 invece del V240m
  • Fisso: VX820 invece del V200c

Se invece puntate al noleggio, troverete soprattutto modelli meno recenti.

Riepilogo

I concorrenti Verifone e Ingenico propongono dei terminali di pagamento molto simili, in fasce di utenza diverse.

In Italia, allo stato attuale Ingenico conserva il suo vantaggio su Verifone presso i commercianti, grazie ad una maggiore reperibilità nonché ad un’offerta software più estesa. Per le grandi catene, invece, entrano in gioco criteri diversi, come la gestione in massa di tutti i dispositivi.

Sia per Verifone che per Ingenico, i sistemi operativi proprietari V/OS e Telium non hanno favorito la nascita di un gran numero di applicazioni. Gli smartPOS Verifone Carbon, con SO Android (l’equivalente di Axium di Ingenico), potrebbero però fare la differenza. Tuttora poco presenti nei negozi, dovrebbero arricchire e unificare la user experience. Saranno in grado di favorire l’avanzata di Verifone?