Le strutture ricettive lavorano con una clientela eterogenea, abituata a diverse forme di pagamento.

Hotel, alberghi, pensioni e bed and breakfast di piccole dimensioni non possono tuttavia farsi carico di un costi elevati nel corso dell’intero anno.

Ci sono alternative economiche al POS della banca? In questa recensione mettiamo a confronto i 5 migliori POS per strutture ricettive che puntano al risparmio.

POS Voto Costi Link
Axerve
POS Axerve
(4.5/5) Canone
15 – 20 € / mese
SENZA
COMMISSIONI

Con qualsiasi c/c
SumUp Air
(4.5/5) Prezzo29 €
SENZA CANONE
Commissione
1,95 %
Con qualsiasi c/c
iZettle
(4/5) Prezzo
29 € 19 €
SENZA CANONE
Commissione
2,75 – 1,00 %
Con qualsiasi c/c

NexismartPOS mini

(3.8/5) Canone
19 – 29 / mese
Commission
0,70 – 3,00 %
Con qualsiasi c/c
myPOS Go
(3.7/5) Prezzo29 €
SENZA CANONE
Commissione
1,55%
Accrediti istantanei

*Prezzi IVA esclusa

Axerve
(4.5/5) Recensione completa Canone
15-20 € al mese
SENZA COMMISSIONI
Con qualsiasi c/c
SumUp Air
(4.5/5) Recensione completa Prezzo29 €
SENZA CANONE
Commissioni
1,95%
Con qualsiasi c/c
iZettle
(4/5) Prezzo
79 € 19 €
SENZA CANONE
Commissioni
2,75 – 1,00%
Con qualsiasi c/c
Nexi
smartPOS mini (4/5) Canone
19 – 29 / mese
Commissioni
0,70 – 3,00 %
myPOS Go
(3.7/5)
Recensione completa
Prezzo26,10 €
SENZA CANONE
Commissione
1,55%
Accrediti istantanei

*Prezzi IVA esclusa

SumUp Air

Logo SumUp
Voto
  • Senza canone

  • Con qualsiasi conto corrente

  • Senza vincoli contrattuali

  • Pagamenti con carta, anche online

SumUp Air è un lettore di carte che si collega al proprio smartphone e si gestisce da una pratica app.

Le sue funzionalità aggiuntive si addicono in modo particolare al settore dell’hospitality.

Foto: Mobile Transaction

SumUp Air accetta pagamenti con carta, in persona oppure online.

All’interno dell’app SumUp si può creare un catalogo dei servizi offerti (es. camera matrimoniale, singola, tripla, ecc.) con prezzo, descrizione, immagine, indicazione dell’IVA.

Utilizzando il catalogo si può selezionare il servizio per il numero di notti prenotate ed ottenere così il totale in modo automatico. In alternativa si inserisce manualmente l’importo.

Immagine: Mobile Transaction

Modifica catalogo prodotti.

Immagine: Mobile Transaction

Inserimento manuale del prezzo.

Quanto costa? Il POS si acquista al prezzo di 29 € (IVA escl.) e non comporta costi fissi. Si riceve al proprio domicilio in una settimana circa.

Per ogni transazione elaborata con SumUp, l’azienda trattiene una commissione pari all’1,95% dell’importo incassato. Si tratta insomma di un’offerta a consumo, grazie alla quale le piccole strutture che lavorano principalmente con contanti o magari solo in alcuni periodi dell’anno hanno la possibilità di eliminare del tutto i costi fissi.

Il contratto non prevede alcun vincolo di tempo o di transato minimo: può essere utilizzato anche solo occasionalmente, e quando non si usa non si paga nulla.

Carte accettate

Diners ClubDiscoverContactless

Gli albergatori hanno poi la possibilità di ricevere pagamenti online attraverso link di pagamento.

Quando si riceve una prenotazione si può chiedere al cliente di pagare in anticipo o di versare un acconto a distanza. Si seleziona Pagamenti via dispositivo mobile e si sceglie tra la condivisione del link tramite app – ad esempio Whatsapp, Messenger, Facebook, Telegram, ecc. – oppure via SMS.

Il cliente riceve in link per accedere alla pagina dove può inserire i dati della propria carta di credito, debito o prepagata dei circuiti MasterCard, Visa, VPay, Maestro, American Express, UnionPay, JCB, Diners e Discover.

Axerve Easy

Axerve logo
Voto
  • Canone mensile fisso

  • Senza commissioni

  • Batteria a lunga durata

  • Con qualsiasi conto corrente

Axerve Easy è un’offerta con canone mensile fisso e senza commissioni sul transato.

L’esercente sa esattamente quanto pagherà ogni mese, senza doversi preoccupare dei periodi in cui si usa il terminale con maggiore frequenza.

Foto: Axerve

POS Axerve Easy

Axerve Easy offre una formula all-inclusive, senza costi extra.

Ci sono due fasce per l’applicazione del canone mensile:

  • 15 € al mese (IVA escl.)
  • 20 € al mese (IVA escl.)

La prima fascia è destinata alle attività che incassano con il POS Axerve fino a 10.000 € all’anno. Superata la suddetta soglia – e fino a 30.000 € all’anno – si applica invece la seconda tariffa.

Questo tipo di offerta potrebbe interessare alberghi e bed and breakfast che vedono un incremento del fatturato elettronico nei soli mesi di alta stagione, pur necessitando di una soluzione durante tutto l’anno.

Carte accettate

PagoSamsung Pay

Il POS portatile può essere richiesto sul sito www.axerve.com con la compilazione di un breve modulo. Il dispositivo viene spedito all’indirizzo indicato in fase di registrazione, già configurato e pronto all’uso.

Sebbene siano accettate tutte le principali carte, circuiti esteri come American Express, UnionPay e JCB richiedono un’attivazione aggiuntiva. Chi lavora con una clientela internazionale può tuttavia considerare il lettore SumUp come terminale secondario dedicato ai suddetti circuiti.

iZettle

Logo iZettle
Voto
  • Senza canone

  • Senza vincoli

  • App gestionale

  • Commissione flessibile

iZettle è POS per smartphone che si gestisce via app mobile. Il funzionamento è analogo a quello del concorrente SumUp, ma a differenza di questo propone una commissione flessibile.

Foto: Mobile Transaction

Il POS mobile iZettle funziona con app su smartphone.

La commissione flessibile implica una variazione progressiva in funzione del transato mensile: più si incassa con iZettle, migliore sarà la tariffa.

È un’alternativa interessante per quegli alberghi, b&b e pensioni che fatturano soprattutto nei mesi estivi o invernali dell’alta stagione turistica, potendo dunque approfittare della riduzione tariffaria.

Si fa presente che iZettle pareggia con la commissione di SumUp solo al raggiungimento di 6.100 € di transato mensile ma, come si è scritto, oltrepassata questa somma diventa più conveniente.

Carte accettate

DiscoverContactless

Mobile Transaction offre ai suoi visitatori uno sconto esclusivo che permette di acquistare il terminale al prezzo di 19 € (IVA escl.) invece di 79 €.

La sua applicazione offre interessanti funzioni per la gestione dell’attività (es. catalogo prodotti, inventario e scorte di magazzino), tuttavia si adattano maggiormente alla ristorazione e al retail.

Accetta tutti i maggiori circuiti internazionali, fatta eccezione per le carte giapponesi JCB.

Nexi

Voto
  • Smart POS

  • Funzioni personalizzabili

  • Canone + commissioni

SmartPOS di Nexi è un’ottima alternativa per le strutture ricettive con un fatturato medio-alto, soprattutto per far confluire i servizi gestionali e di pagamento in un unico dispositivo.

Foto: Nexi

Nello store virtuale di Nexi si acquistano app per estendere le funzioni dello smartPOS.

Peculiarità dello smart POS è la possibilità di personalizzare le sue funzioni in base alle proprie esigenze. Funziona infatti come un tablet, con un app store dedicato alle applicazioni business.

Gestionali, contabilità, sconti e gift card, pagamenti a distanza. Questi ed altri servizi possono essere acquistati per estendere l’utilità del terminale e trasformarlo in un centro operativo dell’intera attività.

Carte accettate

Pago

Il problema principale di questa offerta riguarda la convenienza per le piccole strutture ricettive. Hotel, agriturismi e residenze a conduzione familiare potrebbero risentire del piano tariffario che implica sia costi fissi (canone mensile) che variabili (commissioni sulle transazioni).

Con un canone che parte da 19 € al mese e tariffe che raggiungono il 3,00% sulle carte premium ed estere, la proposta di Nexi diventa vantaggiosa solo in presenza di un volume elevato di entrate mensili che consentono in qualche modo di ammortizzare le spese.

myPOS Go

Logo myPOS
Voto
  • Accrediti istantanei

  • Funziona in tutta Europa

  • Include pagamenti a distanza

  • Commissione su bonifici

myPOS si fa avanti con un’offerta da un lato allettante, dall’altro da valutare con attenzione a causa di alcuni costi “secondari” ma non proprio.

Foto: myPOS

POS portatile modello Go

myPOS Go accredita gli incassi istantaneamente, sul conto esercente.

Si può scegliere tra una gamma di prodotti che parte da un prezzo di 29,00 € (modello Go) fino a raggiungere 349,00 € (modello Smart N5).

Non è previsto canone mensile, bensì una commissione ragionevole di 1,55% sulle transazioni elaborate dal terminale. In più, gli accrediti sono immediati sul conto esercente collegato al POS.

Dov’è allora l’inghippo? Principalmente consiste nella commissione di 3,00 € sul trasferimento delle somme incassate verso il proprio conto corrente. In compenso è l’esercente a decidere quando trasferire gli incassi su un altro conto, per quanto ciò possa essere di aiuto.

Carte accettate

Per conquistare nuovi utenti l’azienda mette in campo diverse funzionalità che potrebbero interessare agli albergatori:

  • Terminale virtuale
  • Link di pagamento
  • Pay button

Queste servizi permettono di accettare pagamenti a distanza sfruttando le diverse modalità di applicazione: integrazione del gateway su siti e pagine web, invio di link di pagamento via SMS, Whatsapp e via di seguito. Tali funzioni sono tuttavia disponibili anche con il concorrente SumUp, più trasparente nei costi.

Uno sconto esclusivo del 10% è riservato ai lettori di Mobile Transaction.

Riepilogo – I 5 migliori POS per hotel, alberghi e b&b

POS Voto Link
Axerve
(4.5/5)
SumUp Air
(4.5/5)
iZettle (4/5)
Nexi (3.8/5)
myPOS
(3.7/5)
POS Link
Axerve
(4.5/5)
SumUp Air
(4.5/5)
iZettle
(4/5)
Nexi
(3.8/5)
myPOS
(3.7/5)