BancoPosta e Banca Sella sono istituti italiani tradizionali ma che guardano agli strumenti moderni.
  • Qual è il conto più economico?

  • Qual è il conto più efficiente?

Mettiamo a confronto caratteristiche, costi e funzionalità delle due soluzioni.

PosteItaliane logoBancoPosta Banca Sella
Link
Servizio Conto corrente Conto corrente
Modalità di attivazione Online o ufficio postale Online o filiale
Carta di debito inclusa
Postamat
Mastercard
PagoBancomat
Mastercard
Risparmio Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Carta di credito Opzionale Opzionale
Prestiti e mutui
Investimenti
P2P PostaGiro Bancomat Pay
Ricariche telefoniche
Bollettini, utenze, F24
Pagamenti con smartphone
Google Pay Google Pay
Apple Pay
PosteItaliane logo
PosteItaliane logoBancoPosta Banca Sella
Link
Servizio Conto corrente Conto corrente
Modalità di attivazione Online o ufficio postale Online o filiale
Carta di debito inclusa
Postamat
Mastercard
PagoBancomat
Mastercard
Risparmio Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Deposito vincolato
Salvadanaio digitale
Carta di credito Opzionale Opzionale
Prestiti e mutui
Investimenti
P2P PostaGiro Bancomat Pay
Ricariche telefoniche
Bollettini, utenze, F24
Pagamenti con smartphone
Google Pay Google Pay
Apple Pay
PosteItaliane logo

Le differenze tra conti BancoPosta e Banca Sella

Due banche italiane affidabili, con offerte diversificate per diversi target di utenza. Di seguito le principali differenze tra i due conti correnti, prima di passare al confronto delle tariffe.

Apertura del conto – Sia BancoPoste che Sella permettono di aprire il conto online oppure in una filiale fisica. Rispetto a questa modalità d’apertura occorre fare delle osservazioni.

Innanzitutto, per il conto BancoPosta ci si può recare in un qualsiasi ufficio postale di Poste Italiane, in questo caso ben distribuiti su tutto il territorio nazionale. Le filiali di Banca Sella non vantano la stessa presenza; sono meno radicate al sud, pur coprendo buona parte delle regioni.

Del resto potrebbe non essere conveniente aprire un conto corrente Sella in una filiale fisica dell’istutito bancario, poiché alcune condizioni economiche sono vantaggiose solo con l’apertura online (ne parliamo nella sezione successiva della recensione, dedicata ai costi).

Immagine: Sella

Piattaforma web e app per smartphone di Banca Sella

L’app Sella vanta ottime recensioni sugli store Android e Apple.

Carte incluse – Entrambi i conti offrono una carta di debito: Postamat per Poste Italiane, PagoBancomat per Banca Sella. I due circuiti domestici sono però affiancati da Mastercard, circuito internazionale grazie al quale è possibile utilizzare tranquillamente entrambe le carte anche in viaggio, in Europa e all’estero.

La carta si riceve per posta, si attiva in app o su piattaforma web prima di essere utilizzata per pagare in negozio, per fare acquisti online oppure prelievi di contante presso qualsiasi ATM (si consiglia di dare un’occhiata, più avanti, alla tabella dei costi per scoprire le diverse tariffe in base allo sportello scelto).

Risparmio, investimenti – Sia BancoPosta che Banca Sella offrono diverse opzioni di risparmio e investimento. Con il conto corrente Sella è facile ed intuitivo vincolare somme per pochi mesi, al fine di ottenere un piccolo ma sicuro tasso d’interesse.

Tutto viene gestito da app Sella, mentre per gli investimenti più impegnativi si può richiedere la consulenza di un esperto, tramite diversi canali: di persona, online o per telefono.

Anche Poste Italiane digitalizza alcuni dei suoi prodotti di risparmio, come il libretto postale. Allo stesso modo del concorrente, offre prodotti più complessi da discutere in ufficio postale.

Entrambe le soluzioni danno la possibilità di mettere da parte dei soldi tramite salvadanaio digitale. Si tratta di una funzionalità utile che automatizza l’accontonamento di somme scegliendo tra diverse modalità. È completamente gratuito ma non genera alcun tipo di guadagno.

Immagine: Poste Italiane

Il modello F24 può essere pagato sul sito delle Poste Italiane con carta

Schermata dal sito Poste.it

Versamento contanti e assegni – Indipendentemente dal metodo di apertura scelto (online o in filiale) è possibile versare contanti e depositare assegni presso gli ATM (sportelli automatici) dei due istituti. Si può scegliere anche lo sportello classico per farsi assistere dal personale, tuttavia sono previste commissione aggiuntive.

Per effettuare questo tipo di operazione, come del resto avviene anche per i prelievi, basta inserire la carta di debito nell’ATM e seguire le istruzioni che man mano appaiono sullo schermo dello sportello automatico.

Pagare con smartphone – I dati dei Bancomat possono essere registrati in apposite applicazione Android e iOS per pagare con smartphone in negozio, senza necessità di utilizzare la carta fisica. Purtroppo la carta BancoPosta è compatibile solo con Google Pay, mentre la carta Sella può essere aggiunta anche su Apple Pay.

Costi e commissioni

Le differenze più importanti si incontrano nelle tariffe. Mentre dal punto di vista pratico i due conti viaggiano più o meno sullo stesso livello, quando si parla di spese ne emerge uno visibilmente più economico, come si può osservare nella seguente tabella:

BancoPosta Banca Sella
Link
Apertura GRATIS Online
GRATIS

In filiale
35 €
Canone annuo Start Giovani
24 € (2 € / mese)
Start
72 € (6 € / mese)
18 €
(1,50 € al mese)
Carta di debito
GRATIS GRATIS (se richiesta alla registrazione)
Prelievo contanti ATM Poste
GRATIS
Altre banche
1,75 €
ATM Sella
GRATIS
Altre banche
4 GRATIS ogni mese, poi 2 €
Versamento contanti GRATIS GRATIS
Bonifico SEPA Start
1,00 €
Start Giovani
GRATIS
GRATIS
Carta di credito Classic (opzionale)
37 € all’anno 41 € all’anno
Domiciliazioni bancarie
0,40 € GRATIS
Bollettini postali
1,00 € 2,15 €
F24 / MAV
GRATIS GRATIS
PagoPA
1,00 € 1,00 €
Ricarica telefonica GRATIS GRATIS
PosteItaliane logo
BancoPosta Banca Sella
Link
Apertura GRATIS Online
GRATIS

In filiale
35 €
Canone annuo Start Giovani
24 € (2 € / mese)
Start
72 € (6 € / mese)
18 €
(1,50 € al mese)
Carta di debito
GRATIS GRATIS (se richiesta alla registrazione)
Prelievo contanti ATM Poste
GRATIS
Altre banche
1,75 €
ATM Sella
GRATIS
Altre banche
4 GRATIS ogni mese, poi 2,00 €
Versamento contanti GRATIS GRATIS
Bonifico SEPA Start
1,00 €
Start Giovani
GRATIS
GRATIS
Carta di credito Classic (opzionale)
37 € all’anno 41 € all’anno
Domiciliazioni bancarie
0,40 € GRATIS
Bollettini postali
1,00 € 2,15 €
F24 / MAV
GRATIS GRATIS
PagoPA
1,00 € 1,00 €
Ricarica telefonica GRATIS GRATIS
PosteItaliane logo

Il Conto Sella è più economico rispetto a quello BancoPosta. Si consiglia tuttavia di aprirlo online per evitare spese di attivazione ed altre eventuali commissioni applicate se l’apertura avviene tramite canali tradizionali, cioè in filiale.

Fino a 30 anni, Poste Italiane consente di aderire al piano Start Giovani (canone di 24 euro all’anno, contro i 18 euro di Banca Sella), mentre al superamento della suddetta età si passa automaticamente al piano Start “normale”, ben più gravoso in termini di costi fissi (72 euro all’anno e commissione anche sui bonifici domestici).

Unico vantaggio di BancoPosta rispetto al Conto Sella è riguarda la commissione sui bollettini postali, tuttavia si può scegliere la domiciliazione bancaria (gratuita con Sella) per evitare la spesa ed automatizzare i pagamenti delle utenze.

In cerca di alternative? Dai un’occhiata alla nostra Top 5 dei Conti Online

Gestione del conto da app e portale web

Nonostante siano istituti “tradizionali”, dal punto di vista tecnologico entrambi i brand si sono portati avanti investendo molto nella cura degli strumenti per la gestione dei conti online.

Sia l’app BancoPosta che l’app Sella vantano una valutazione media elevata sugli store di Android e Apple, accompagnate da recensioni e opinioni generalmente positive.

Da smartphone, tablet (applicazione) e da computer (portale web) si consulta il saldo, i movimenti aggiornati in tempo reale, le statistiche di spesa e le entrate, riportate anche attraverso grafici per capire in modo istantaneo in quali categorie convergono maggiormente le spese.

Immagine: Poste Italiane

L'app BancoPosta presenta una grafica intuitiva e moderna

Entrambe le app offrono report di spesa.

Immagine: Sella

Schermata movimenti app Sella

L’app Sella permette di aggregare diversi conti.

L’app Banca Sella ha un importante vantaggio a suo favore: l’open banking.

Il gruppo bancario italiano ha infatti lanciato un’efficiente piattaforma di open banking, integrata nella piattaforma web e nell’applicazione per smartphone, che consente di aggregare tutti i conti di cui si è titolari (anche se in diverse banche) e gestirli da un unico posto – per l’appunto, le piattaforme di Banca Sella.

Se abbiamo un conto corrente Intesa Sanpaolo, un altro con Widiba e un altro ancora con Sella, dunque, abbiamo la possibilità di accedere solo alla sua app per gestire tutti i conti.

Quale scegliere? La nostra opinione

Come si è visto, dal punto di vista dell’uso entrambe le piattaforme sono paragonabili: efficienti ed intuitive sia da app mobile che da piattaforma web. A confermarlo sono gli stessi utenti, molto soddisfatti stando alle opinioni rilasciate su App Store e Google Play.

Solo con il Conto Sella, però, è possibile disporre della funzione conti aggregati, ossia dell’open banking, in modo da poter gestire diversi conti – anche se si trovano in banche diverse – da un solo posto. È una opportunità da non sottovalutare, dato che semplifica la consultazione e l’operatività quotidiana.

Parlando di costi, invece, un punto a suo favore lo guadagna Banca Sella, visibilmente più economico rispetto al concorrente di Poste Italiane. Fatta eccezione per i bollettini postali, offre un numero maggiore di operazioni gratuite – soprattutto se si parla di bonifici e prelievi – e consente di domiciliare le utenze senza commissioni – diversamente da BancoPosta, che invece addebita una tariffa.