Revolut e Hype sono carte prepagate molto diverse: una si presta soprattutto al viaggio, l’altra all’uso domestico.
  • Quali sono le loro caratteristiche?

  • Quanto costano?

  • Quale scegliere?

In questa recensione mettiamo a confronto funzioni, costi e commissioni, pro e contro dei due conti online con carta prepagata.

Revolut Hype
Link
Servizio Conto di pagamento con carta prepagata Conto di pagamento con carta prepagata
Modalità di attivazione Online Online
Limite di ricarica
annuo
Illimitato Start
2.500 €
Next
Illimitato
IBAN Sì (🇱🇹) Sì (🇮🇹)
Multivaluta
Bonifico SEPA
SWIFT
SEPA
P2P
Ricarica cellulare
Pagamento bollettini
F24
Accredito stipendio Solo Hype Next
Addebito diretto (SDD) Solo Hype Next
Versamento contanti
Criptovalute
Trading
Apple Pay
Google Pay
Circuito Visa
Logo Revolut 2021
Revolut Hype
Link
Servizio Conto di pagamento con carta prepagata Conto di pagamento con carta prepagata
Modalità di attivazione Online Online
Limite di ricarica
annuo
Illimitato Start
2.500 €
Next
Illimitato
IBAN Sì (🇱🇹) Sì (🇮🇹)
Multivaluta
Bonifico SEPA
SWIFT
SEPA
P2P
Ricarica cellulare
Pagamento bollettini
F24
Accredito stipendio Solo Hype Next
Addebito diretto (SDD) Solo Hype Next
Versamento contanti
Criptovalute
Trading
Apple Pay
Google Pay
Circuito Visa
Logo Revolut 2021

Revolut vs Hype: caratteristiche e differenze

Diamo uno sguardo alle principali caratteristiche e differenze tra le due soluzioni:

Tipo di conto – Entrambi sono conti di pagamento e non conti bancari, sebbene Revolut abbia intenzione di diventare preso una banca in tutta Europa (ha già iniziato dalla Lituania). Diversamente dai conti correnti bancari, non possono offrire prodotti finanziari che implicano un rischio economico. Questo limite viene in realtà superato attraverso l’integrazione di servizi di terze parti, come vedremo più avanti.

Sono entrambe regolamentate e controllate dalle autorità statali dei rispettivi paesi, sono dunque soluzioni affidabili e sicure.

Conto multivaluta – A differenza del concorrente italiano, Revolut è un conto multivaluta. All’interno della sua app è possibile convertire monete (fino a 28), conservarle ed usarle all’occorrenza, ad esempio in viaggio per evitare il cambio al tasso di cambio del momento e relative maggiorazioni.

IBAN e bonifico – Hype fornisce IBAN italiano, Revolut IBAN lituano e un numero di conto britannico. Per quanto riguarda l’IBAN, non vi è alcuna differenza nell’usare quello locale e quello lituano, in quanto entrambi codici SEPA. Sia l’uno che l’altro possono essere utilizzati per addebito diretto (SDD), accredito stipendio o per trasferire denaro tra conti.

A proposito di trasferimenti, Hype è abilitata ai soli bonifici europei (SEPA), mentre Revolut permette di inviare e ricevere bonifici esteri (SWIFT), peraltro con il vantaggio del cambio non maggiorato.

Con Revolut è possibile convertire e conservare diverse valute sul conto.

Elenco movimenti

Anche Hype può essere usata all’estero, ma senza il vantaggio del conto multivaluta.

P2P e spese condivise – Entrambe le app danno la possibilità di scambiarsi denaro in modo istantaneo e gratuito tra utenti dello stesso servizio (P2P). Autorizzando l’accesso alla rubrica, le due applicazioni segnalano con un’apposita etichetta i contatti titolari di un conto Revolut/Hype.

È inoltre possibile selezionare una spesa dalla lista dei pagamenti effettuati e condividerla con altri utenti per la divisione delle spese. Selezionando le persone dall’elenco dei contatti, le app calcolano le quote dovute e inviano in maniera automatica le richieste ai partecipanti.

Risparmio – Revolut e Hype non foniscono conti deposito o vincoli remunerati, tuttavia aiutano a mettere da parte delle somme. Nel primo caso il compito è affidato alla funzione Salvadanai, nel secondo agli Obiettivi.

Si stabilisce la somma da raggiungere entro una certa data e la modalità attraverso cui si intende raggiungerla. Ai trasferimenti manuali e automatici, Revolut aggiunge la possibilità di arrotondare ogni spesa alla cifra intera successiva, spostando automaticamente il “resto” nel salvadanaio digitale (Spiccioli).

Immagine: Mobile Transaction

Schermata Hub nell'app Revolut

Menu Hub nell’app Revolut.

Immagine: Mobile Transaction

Schermata Pagamenti nell'app Hype

Menu operazioni nell’app Hype.

Trading – Abbiamo scritto che, a differenza delle banche, i conti di pagamento non possono offrire crediti, prestiti e in generali strumenti che comportano rischi, ad esempio la compravendita di azioni. Revolut bypassa questo limite integrando nella propria app un servizio di terze parti che, appunto, consente l’investimento in azioni di aziende quotate alla borsa americana.

Questa possibilità è interessante perché, essendo Revolut un conto multivaluta, si può sfruttare tale caratteristica per risparmiare sulle commissioni legate al cambio.

Operazioni disponibili (e non) – Sotto questo punto di vista, fatta eccezione per trading e cripto, la carta Hype si mostra più utile nell’uso quotidiano in Italia (e lo vedremo anche per quanto riguarda le modalità di ricarica): è la sola a permettere pagamento di bollettini, MAV e RAV, ricarica del credito telefonico e adesione al Cashback di Stato. Non è invece disponibile il modellloo F24, che però può essere pagato con la stessa carta sul sito delle Poste.

Costi e commissioni

Nella tabella seguente un elenco delle principali tariffe previste da Revolut (piani Standard e Premium) e Hype (piani Start e Next).

Revolut Hype
Link
Attivazione GRATIS GRATIS
Spedizione carta fisica
Standard
5,99 €
Premium
GRATIS
GRATIS
Canone mensile Standard
GRATIS
Premium
7,99 €
Start
GRATIS
Next
2,90 €
Prelievo contanti
Gratis fino a 200 € al mese, poi 2% (min. 1 €) dell’importo prelevato GRATIS
Bonifico europeo (SEPA) GRATIS GRATIS
Bonifico estero (SWIFT) max 5,00 € Non disponibile
Bollettini, MAV e RAV
Non disponibile 1,00 – 2,15 €
Ricarica telefonica Non disponibile GRATIS
Scambio tra utenti (P2P) GRATIS GRATIS
Logo Revolut 2021
Revolut Hype
Link
Attivazione GRATIS GRATIS
Spedizione carta fisica
Standard
5,99 €
Premium
GRATIS
GRATIS
Canone mensile Standard
GRATIS
Premium
7,99 €
Start
GRATIS
Next
2,90 €
Prelievo contanti
Gratis fino a 200-400* € al mese, poi 2% (min. 1 €) dell’importo prelevato GRATIS
Bonifico europeo (SEPA) GRATIS GRATIS
Bonifico estero (SWIFT) max 5,00 € Non disponibile
Bollettini, MAV e RAV
Non disponibile 1,00 – 2,15 €
Ricarica telefonica Non disponibile GRATIS
Scambio tra utenti (P2P) GRATIS GRATIS
Logo Revolut 2021

Revolut Standard e Hype Start sono i due piani gratuiti, vale a dire senza canone.

La prepagata italiana in versione base include la carta fisica e, rispetto alla concorrente, è più economica sui prelievi di contante. Revolut non include la carta fisica nel suo piano base (è opzionale) e pone un limite al ritiro di denaro contante. Dal punto di vista operativo è tuttavia molto più utile di Hype Start (dei cui limiti parliamo più avanti).

Le restrizioni della versione Start di Hype vengono rimosse in Hype Next, al costo di 2,90 € al mese. Per Revolut Premium, invece, è necessario sborsare quasi 8 € mensili, ma ne vale davvero la pena per chi viaggia e opera in valuta estera:

Uso all’estero

Non vi sono termini di paragone nell’uso all’estero tra Revolut e Hype:

Revolut Hype
Commissione sul cambio Standard
Gratis fino a 1.000 € al mese (giorni feriali)*, poi 0,5% dell’importo convertito
Premium
GRATIS
Start
3%
Next
1,5%
Prelievo contanti Stesse condizioni dei prelievi in EUR + commissione sul cambio Commissione sul cambio

*Nei giorni festivi si applica una maggiorazione dell’1% sul cambio valuta, sia con Revolut Standard sia con Revolut Premium.

Revolut Hype
Commissione cambio Standard
Gratis fino a 1.000 € al mese (giorni feriali)*, poi 0,5% dell’importo convertito
Premium
GRATIS
Start
3%
Next
1,5%
Prelievo contanti Stesse condizioni dei prelievi in EUR + commissione sul cambio Commissione sul cambio

*Nei giorni festivi si applica una maggiorazione dell’1% sul cambio valuta, sia con Revolut Standard sia con Revolut Premium.

Revolut non addebita alcuna maggiorazione sul cambio nei giorni feriali (con il piano Standard fino a 1.000 € al mese), mentre durante il weekend e nei festivi – cioè a chiusura del mercato interbancario – applica una commissione assolutamente ragionevole.

Hype è molto costosa all’estero – o meglio, nei paesi con valuta diversa dall’Euro – ed è dunque sconsigliata per il viaggio.

Revolut Premium vs Hype Next

Entrambi i prodotti propongono una versione gratuita (senza canone) ed una con canone. I piani con canone più popolari si chiamano Revolut Premium e Hype Next.

Hype Next è in realtà l’unica opzione praticabile per chi intende utilizzare abitualmente la prepagata italiana. Il piano gratuito Start, infatti, pone il limite di ricarica a soli 2.500 € all’anno; inoltre non permette né addebito diretto né accredito dello stipendio. Se intendiamo domiciliare un abbonamento (es. utenze telefoniche, streaming di musica e serie tv) necessitiamo dunque del piano Next.

Sempre con Hype Next si ha la possibilità di richiedere un mini-prestito istantaneo (fino a 2.000 € con la funzione Credit Boost) oppure un prestito personale (fino a 25.000 €). Infine, come stiamo per vedere, vengono applicate tariffe più convenienti su diverse operazioni. Si parla delle condizioni economiche nella prossima sezione del presente confronto.

Il concorrente britannico con sede in Lituania punta tutto sui vantaggi in viaggio. Rispetto al piano Standard, Revolut Premium include nel suo canone mensile una polizza per le emergenze mediche all’estero, la protezione sugli acquisti e innalza i limiti per la conversione di moneta gratuita.

Si consigli di approfondire servizi e caratteristiche dei diversi piani Revolut nella nostra recensione completa:

Come aprire un conto?

La procedura per l’apertura di un conto è simile per entrambe le soluzioni. Occorre tenere a portata di mano:

  • documento d’identità,
  • smartphone,
  • e-mail.

Si parte con la compilazione dei dati anagrafici, numero di cellulare e indirizzo e-mail, quindi si dovranno scattare foto del documento di riconoscimento ed un selfie. È la procedura standard di qualsiasi conto di pagamento.

In alternativa al selfie, Hype permette di verificare l’identità tramite l’esecuzione di un bonifico dal proprio conto corrente.

Nel corso della registrazione saranno inviate password temporanee (le cosiddette OTP) via SMS o e-mail. I codici servono per procedere agli step successivi.

Terminata la procedura, si attende qualche giorno lavorativo per la comunicazione dell’avvenuta apertura. Dopo il login nell’app si potrà ordinare la carta fisica (se necessaria).

Quali sono i metodi di ricarica disponibili?

Mettiamo subito a confronto le modalità per aggiungere fondi ai due conti:

Metodo Revolut Hype
Bonifico bancario GRATIS GRATIS
Carta di pagamento Variabile Start
0,90 €
Next
GRATIS
Contanti Non disponibile Start
2,50 €
Next
2,00 €
ATM Non disponibile GRATIS
Apple Pay Variabile Non disponibile

Hype sfrutta le infrastrutture domestiche per offrire ai suoi utenti due metodi di ricarica ancora oggi molto apprezzati in Italia: contanti e bancomat.

Si può ricaricare in contanti presso le casse dei supermercati Carrefour, Penny Market e Pam, mentre agli sportelli automatici delle banche – cioè gli ATM – è possibile usare il proprio bancomat per trasferire somme dal proprio conto corrente alla prepagata. Entrambi i metodi sono istantanei.

Sia Revolut che la ricaricabile italiana offrono la ricarica con altra carta di pagamento: di credito, di debito o prepagata, purché abilitate alle transazioni online e al 3D Secure. La tariffa di Revolut è variabile, viene comunicata al momento ma è generalmente ragionevole (idem per l’uso di Apple Pay).

Infine, entrambe le carte possono essere ricaricate tramite bonifico. Questa modalità è gratuita ma non istantanea: come ogni trasferimento bancario saranno necessari 1-2 giorni lavorativi per vedere accreditata la somma.

La nostra opinione

Fin da subito emergono le molteplici differenze tra i due prodotti.

Revolut è una carta pensata innanzitutto per il risparmio sul cambio valuta, ossia in due occasioni: in viaggio fuori i confini europei oppure per le transazioni online (shopping, trasferimenti).

Si riscontrano limiti sui prelievi di contante (gratuiti fino ad una certa soglia mensile) e sulle modalità di ricarica (non è possibile versare contanti), ma per il resto è un ottimo conto online con prepagata.

Hype è una prepagata italiana che più si conforma alle esigenze quotidiane del nostro paese: pagamento di bollettini, ricarica telefonica e versamento di contanti sono operazioni ancora molto utili in Italia.

Meno indicata è per l’uso all’estero, fuori Zona Euro, a causa dei costi elevati sul cambio. Infine, è importante dire che i limiti del piano gratuito (Start) non sono adatti per l’uso frequente, dunque – a meno che si intenda utilizzarla in modo occasionale – meglio optare per il piano Next.

Revolut Hype