Bunq e Hype sono due conti con carta, simili nella forma ma diversi nella sostanza.

Il primo è olandese, il secondo è made in Italy e piuttosto popolare nella veste di prepagata (nel 2020 ha celebrato 1 milione di utenti).

Qual è il migliore? Come scegliere tra le due carte? Cosa dicono le opinioni degli utenti?

In questo articolo mettiamo a confronto i due servizi illustrando in modo schematico le principali differenze.

Tabella comparativa

Logo bunq Logo Hype
Link
Servizio
Conto corrente con carta di debito oppure carta di credito prepagata Conto con carta prepagata
Modalità di attivazione
Online Online
Opzioni tariffarie
Piano gratuito disponibile
(vedi Costi e commissioni)
Piano gratuito disponibile
(vedi Costi e commissioni)
IBAN

(olandese)

(italiano)
Trasferimenti tra utenti (P2P)
Programma cashback
Ricarica cellulare
Pagamento bollettini
Addebito diretto (SDD)

Solo con Hype Plus
F24
Scoperto e fido
Apple Pay e Google Pay
Maggiorazione
su tasso di cambio
NO
Circuito
Logo bunq Logo Hype
Logo bunq Logo Hype
Tipo di servizio
Conto corrente con carta di debito oppure carta di credito prepagata Conto con carta prepagata
Modalità di attivazione
Online Online
Opzioni tariffarie
Piano gratuito disponibile
(vedi Costi )
Piano gratuito disponibile
(vedi Costi)
IBAN

(olandese)

(italiano)
Trasferimenti tra utenti (P2P)
Programma cashback
Ricarica cellulare
Pagamento bollettini
Addebito diretto (SDD)
Solo con Hype Plus
F24
Scoperto e fido
Apple Pay e Google Pay
Maggiorazione su tasso di cambio
NO
Circuito
Logo bunq Logo Hype

Le caratteristiche principali di Bunq e Hype

Bunq e Hype sono due conti fondamentalmente diversi, seppure uniti da un’indole moderna e smart. Di seguito elenchiamo gli aspetti primari che li caratterizzano.

Conto o carta prepagata? – Bunq è un istituto bancario con sede ad Amsterdam, e la sua offerta può essere considerata come un vero e proprio conto corrente (fatta eccezione per la Travel Card, di cui parliamo più avanti).

Hype è un conto con carta prepagata, vale a dire che non è una banca pur essendo simile per molti aspetti. Il brand italiano vuole essere riconosciuto come una soluzione light banking, ossia un modo più leggero e semplice di gestire le proprie finanze.

Carte di pagamento – Entrambi i conti forniscono ai propri utenti carte MasterCard. Nel caso di Hype si tratta di una carta prepagata direttamente associata al conto digitale; Bunq offre invece carte di debito e carte di credito prepagate dello stesso circuito.

Le differenze sono, in termini pratici, impercettibili. Tutte le carte si possono all’estero e in Italia senza alcun tipo di problema o ostacolo tecnico. I costi per l’uso all’estero sono la vera discriminante e saranno approfonditi nella sezione successiva del presente confronto.

Sia Hype che Bunq sono abilitate ai pagamenti con Apple Pay e Google Pay.

App Bunq per iPhone

Bunq ha una buona app, ma offre meno funzioni della concorrente.

Dall’app Hype si ricarica il credito telefonico e si pagano bollettini.

IBAN e bonifici – Sul fronte dei bonifici europei nessuna differenza sostanziale tra Hype e Bunq, nonostante la prima abbia un IBAN italiano e la seconda un codice olandese. La musica cambia se parliamo di bonifici esteri, ossia quei trasferimenti bancari da o verso un paese fuori Europa.

I bonifici esteri sono offerti solo da Bunq grazie alla sua collaborazione con il servizio TransferWise, un ottima e popolare soluzione che permette di risparmiare sugli elevati costi generalmente applicati dalle banche su questo tipo di operazioni. Con Hype non si può né ricevere né inviare un bonifico estero.

Risparmio – Entrambe i conti permettono di creare un piano di risparmio, tuttavia questa funzione non è disponibile sulla Travel Card, cioè il piano gratuito di Bunq.

I piani di risparmio aiutano i titolari del conto a mettere da parte delle somme di denaro in modo automatico, vale a dire che – una volta impostata la funzione – con una certa frequenza vengono “bloccate” determinate somme in modo che l’utente non possa utilizzarle fino alla data scelta inizialmente.

Bunq Premium e Joint offronto diverse modalità di risparmio, mentre Hype (anche nella versione gratuita) si limita a “rateizzare” quotidianamente la somma complessiva che l’utente vuole risparmiare.

Ricarica cellulare, bollettini – Dall’applicazione Hype si può ricaricare in pochi istanti il credito telefonico (operatori Postemobile, TIM, Wind, Vodafone e Tre) o pagare bollettini – anche di tipo MAV e RAV. Bunq non consente di effettuare tali operazioni, essendo strettamente legate al sistema bancario o postale italiano.

Va detto che, sia per quanto riguarda la ricarica telefonica che i bollettini, entrambe le carte possono essere utilizzate su app o siti terzi per eseguire le operazioni mancanti – ad esempio si può ricaricare la sim Iliad direttamente dal sito dell’operatore, oppure pagare bollettini usando le stesse carte su applicazioni come SisalPay e Bill.

Anche i modelli F24 possono essere pagati sul sito di Poste Italiane utilizzando le carte MasterCard di Bunq e Hype.

Costi e commissioni

Nella seguente tabella riassumiamo le spese legate al mantenimento e all’uso del conto.

Logo bunq Logo Hype
Spedizione carta
Premium
GRATIS
Travel Card
9,99 €
GRATIS
Canone mensile
Travel Card
GRATIS
Premium
7,99 €
Start
GRATIS
Plus
1 €
Bonifico SEPA
GRATIS GRATIS
Bonifico estero (extra-SEPA)
Tariffe TransferWise Non disponibile
Trasferimento P2P
GRATIS GRATIS
Prelievo contanti (Euro) Fino a 10 prelievi al mese gratis, poi 0,99 € GRATIS
Ricarica con bonifico GRATIS GRATIS
Ricarica con carta 0,5 % Start
0,90 €
Plus
3 GRATIS al mese,
poi 0,90 €
Versamento contanti Gratis 100 € al mese, poi 1,5 % Gratis 100 € al mese, poi 1,5 %
Registrati
Logo bunq Logo Hype
Spedizione carta
Premium
GRATIS
Travel Card
9,99 €
GRATIS
Canone mensile
Travel Card
GRATIS
Premium
7,99 €
Start
GRATIS
Plus
1 €
Bonifico SEPA
GRATIS GRATIS
Bonifico estero
Tariffe TransferWise Non disponibile
Trasferimenti P2P
GRATIS GRATIS
Prelievo contanti
(Euro)
Fino a 10 prelievi al mese gratis, poi 0,99 € GRATIS
Ricararica con bonifico
GRATIS GRATIS
Ricarica con carta
0,5 % Start
0,90 €
Plus
3 GRATIS al mese,
poi 0,90 €
Versamento contanti
Gratis fino a 100 € al mese, poi 1,5% Gratis fino a 100 € al mese, poi 1,5%
Link

Si è di fronte a due servizi economici, dunque le differenze devono essere ricercate nei dettagli. In linea di massima, usare Hype in Italia e all’interno della Zona Euro è più economico (vedi prelievi) ma soprattutto più pratico grazie alle funzionalità riportate nella sezione precedente.

Uso all’estero

Premesso che per “estero” intendiamo fuori dall’Unione Europea, tale sfida viene vinta a mani basse da Bunq. Nella tabella seguente capiremo subito il perché.

All’estero Logo bunq Logo Hype
Prelievo contanti in altra valuta GRATIS
(10 al mese, poi 0,99 €)
GRATIS
Pagamento in altra valuta GRATIS 3%
Tasso di cambio Mastercard
non maggiorato
Mastercard
maggiorato 3%
Logo bunq Logo Hype
Prelievo contanti
in altra valuta
GRATIS
(10 al mese, poi 0,99 €)
GRATIS
Pagamento in
altra valuta
GRATIS 3%
Tasso di cambio
MasterCard
non maggiorato
MasterCard
maggiorato 3%

Quel 3% ben evidenziato in rosso indica la maggiorazione sul tasso di cambio che Hype applica. In termini pratici, se andiamo in un paese con moneta di versa dall’euro, quando preleviamo o paghiamo in negozio con la carta viene trattenuto il 3% sul valore dell’importo prelevato o speso.

Bunq non applica alcuna commissione sulla conversione di moneta ed è visibilmente più economica della concorrente. Per viaggiare, senza alcun dubbio la scelta migliore è la carta olandese.

Bunq Premium vs Hype Plus

Oltre ai piani gratuiti, entrambi i conti mettono a disposizione opzioni con canone mensile e maggiori servizi inclusi. Osserviamo le principali differenze tra Bunq Premium e Hype Plus, tenendo presente che il primo costa 7,99 € al mese, il secondo 1 € al mese.

Remunerazione – Gli utenti Bunq Premium possono ottenere un interesse pari dello 0,27% sulle giacenze medie del conto (su somme fino a 10.000 €); la piccola “ricompensa” viene accreditata mensilmente.

Apparentemente irrisoria, con una giacenza media mensile di poche migliaia di euro si può coprire buona parte del canone mensile. Nessuna remunerazione è prevista con Hype, tuttavia il canone mensile è molto basso.

Pagamento contactless con carta Bunq

Bunq Premium include tre carte e remunera le giacenze.

Hype Plus non prevede il pagamento dell’imposta di bollo.

Plafond annuo – Bunq è un vero e proprio conto corrente bancario e, in quanto tale, non fissa limiti di “ricarica” annui. Avendo sede fuori dall’Italia (a Amsterdam, nei Paesi Bassi) qualora la giacenza annua superi 5.000 €, il dato deve essere riportato nell’apposito quadro della dichiarazione dei redditi per l’applicazione dell’IVAFE, ossia l’imposta sui conti esteri.

Hype Plus prevede invece il limite annuo di 50.000 €, può ricevere l’accredito dello stipendio (ma non delle pensioni erogate dall’INPS) e non sono necessarie dichiarazioni fiscali. Un fattore interessante di questa soluzione è l’assenza della fastidiosa imposta di bollo annua.

Addebito diretto – Questa operazione, anche nota come Sepa Direct Debit (SDD), è essenziale per pagare abbonamenti in maniera automatica, ad esempio le utenze (telefono, corrente elettrica, ecc.) oppure gli abbonamenti a servizi come Amazon Prime, Netflix, Sky e così via.

Mentre con Bunq è disponibile su tutti i piani, Hype la offre solo agli utenti Plus.

Bunq Premium

7,99/mese
  • 3 carte incluse
  • 10 prelievi gratis al mese
  • Conversione gratuita

Hype Plus

1/mese
  • Prelievi gratis
  • Programma cashback
  • Ricarica cellulare e pagamento bollettini
Bunq
Premium
Hype Plus
3 carte incluse
10 prelievi gratis
Conversione gratuita
Prelievi gratis
Programma cashback
Pagamento bollettini

Come si ricaricano Bunq e Hype?

Se Bunq mette a disposizione molteplici modalità di ricarica ma tutte digitali, ossia basate su operazioni online, Hype inizia a collaborare con diversi punti vendita per offrire anche la ricarica in contanti.

Nella seguente tabella mettiamo a confronto i metodi di ricarica.

Bunq Hype
Bonifico bancario
Contanti
Carta di debito o di credito
Apple Pay
iDeal
Sofort

Bonifico bancario e ricarica tramite altra carta di pagamento sono disponibili con entrambi i servizi.

Solo Bunq consente la ricarica attraverso iDeal e Sofort (che attingono da un conto corrente) oppure Apple Pay (dunque tramite carta).

Solo Hype mette a disposizione degli utenti la ricarica in contanti attraverso molteplici modalità: bonifico in contanti per cassa nelle filiali bancarie (gratuito presso Banca Sella, a pagamento in banche diverse); presso gli esercizi convenzionati Banca 5, cioè le tabaccherie (commissione di 3,50 €); presso i supermercati Pam Panorama e Penny Market (gratis i primi 100 € mensili, poi 1,50% dell’importo da ricaricare).

Bunq vs Hype – Quale scegliere?

Sia Bunq che Hype sono ottimi servizi che raccolgono opinioni positive da parte degli utenti. Affidabili, sicuri e utili nella quotidianità ma anche durante le trasferte all’estero.

Scegliere tra i due prodotti in base alle proprie esigenze non dovrebbe essere così difficile.

Bunq è perfetta in viaggio all’estero, Hype Plus è ideale per l’uso quotidiano e in Europa.

Bunq è ideale per viaggiare: la conversione di moneta gratuita e la “finta” carta di credito forniscono tutto il necessario per godersi appieno un viaggio fuori Europa.

Chi non può permettersi una reale carta di credito può ripiegare sulla Travel Card della banca olandese.

Hype è invece più utile nell’uso quotidiano, considerata la possibilità di pagare bollettini, MAV, RAV e di ricaricare il credito telefonico direttamente da app. Inoltre, sempre tramite applicazione, si possono ottenere preventivi per la polizza auto in pochi istanti.

Chi ha l’abitudine di fare shopping online troverà una sorpresa nella sezione Cashback. Sono davvero tanti i brand che offrono sconti e cashback agli utenti per i loro acquisti in rete (es. Booking.com, Groupon, Hotels.com, Dazn, Mediaworld, Italo, Unieuro, ecc.)

La versione gratuita Start non risponde a tutte le esigenze – ma con 1 € al mese si passa al conto Hype Plus, sul quale si può accreditare anche lo stipendio.

Non è da escludere la combinazione della Travel Card di Bunq per viaggiare (senza canone) e di Hype Plus (con canone mensile irrisorio) per avere un servizio completo e a basso costo.