Forte della popolarità del marchio, Mooney ne approfitta per mettere in campo la sua carta prepagata – ma può competere con una soluzione internazionale come Revolut?

Qual è la carta più economica?
Quali sono le funzioni disponibili?

Nel presente articolo mettiamo a confronto i due conti digitali con carta – esaminando costi e commissioni, servizi e funzioni, vantaggi e svantaggi – per capire qual è la scelta più adatta alle proprie esigenze.

Mobile Transaction si serve di criteri prefissati per determinare il giudizio complessivo del prodotto o servizio recensito. Ulteriori informazioni sulle formule utilizzate per il calcolo del giudizio finale, espresso sotto forma di voto su una scala da 1 a 5, si rimanda alla pagina dedicata ai criteri di valutazione.

Quali fattori incidono maggiormente sulla valutazione?

Efficienza della piattaforma e costi del servizio sono, al pari, i due elementi che più condizionano la determinazione del voto complessivo. Alla fine di ogni recensione troverete una tabella di riepilogo con il giudizio corrispondente ai singoli aspetti del prodotto.

  • Piattaforma e strumenti funzionano bene?
  • L’esperienza dell’utente è piacevole?
  • Il rapporto qualità-prezzo è giusto?

Risposte favorevoli alle domande sopraelencate sono necessarie affinché la carta prepagata raggiunga una valutazione sufficiente, indicata con il giudizio “4” o “buono”.

Per l’esame dei costi si valutano le spese fisse, ad esempio il canone mensile o annuo, e le spese variabili, come le commissioni sulle singole operazioni.

Nel caso delle carte prepagate, talvolta definite carte ricaricabili, un peso importante nel giudizio viene attribuito ai cosiddetti servizi a valore aggiunto, vale a dire a tutti quegli strumenti che, andando al di là delle funzioni basilari del prodotto, apportano grande utilità nell’uso quotidiano, sia online che offline.

Infine, oltre all’esame e all’esperienza diretta di Mobile Transaction con il prodotto, saranno esaminate le opinioni degli utenti e in particolar modo l’esperienza di questi con il servizio di assistenza.

Mooney Revolut
Istituto Mooney S.p.A. Revolut Ltd
Tipo di servizio Carta prepagata Conto online con carta di debito
Dove si attiva? Online e tabaccheria Online
Piano gratuito No
Multivaluta No
IBAN Sì (italiano) Sì (lituano)
Scambio tra utenti (P2P) No
Accredito stipendio
Ricarica cellulare in app
No
Domiciliazione bancaria
Pagamento bollettini Postali,
PagoPA
PagoPA
Deposito contanti No
Google Pay
Apple Pay No
Circuito Visa Mastercard
Mooney Revolut
Mooney Revolut
Istituto Mooney S.p.A. Revolut Ltd
Tipo di servizio Carta prepagata Conto online con carta di debito
Dove si attiva? Online e tabaccheria Online
Piano gratuito No
Multivaluta No
IBAN Sì (italiano) Sì (lituano)
Scambio tra utenti (P2P) No
Accredito stipendio
Ricarica cellulare in app
No
Domiciliazione bancaria
Pagamento bollettini Postali,
PagoPA
PagoPA
Deposito contanti No
Google Pay
Apple Pay No
Circuito Visa Mastercard
Mooney Revolut

Le differenze tra Mooney e Revolut

Scopriamo subile le principali caratteristiche e differenze tra le prepagate di Mooney e Revolut:

Conto o carta?

La prima fondamentale differenza sta nel tipo di servizio. Carta Mooney si presenta come una prepagata pura, dalle funzioni basilari, cioè pensata soprattutto per effettuare pagamenti in negozio e online.

Revolut offre un servizio decisamente più esteso, con caratteristiche e funzioni che si avvicinano per molti versi a quelle di un conto corrente bancario. Più che prepagata, Revolut è dunque un conto online con carta. Mette a disposizione salvadanaio digitale, investimenti in azioni e metalli, assicurazioni per il viaggio e altri servizi a valore aggiunto.

Inoltre, trattasi Revolut di conto multivaluta. Permette la creazione di sotto-conti in moneta estera (es. dollaro americano, sterlina britannica, ecc.) così da risparmiare sulla conversione, soprattutto quando si è in viaggio all’estero.

App Mooney
Nella pagina principale dell'app si sceglie il sotto-conto per visualizzare tutte le transazioni in una determinata valuta

Bonifico e IBAN

Entrambe le soluzioni dispongono del codice per inviare e ricevere bonifici.

Mooney ha IBAN italiano ma si limita ai bonifici europei, cioè SEPA.

La concorrente ha invece IBAN lituano ma offre bonifici europei ed esteri (extra-SEPA), vale a dire che è possibile trasferire denaro in tutto il mondo.

Scambi istantanei tra utenti (P2P)

Oltre al tradizionale bonifico, Revolut permette ai suoi utenti di scambiarsi denaro in modo gratuito e istantaneo, in modalità P2P.

Per usare questa funzione occorre sincronizzare i contatti della rubrica con l’app; in seguito basterà selezionare dall’elenco il destinatario, inserire l’importo e inviare. Il denaro arriverà in pochi istanti sul conto del nostro contatto.

Il P2P viene utilizzato anche per dividere spese tra più persone, purché siano utenti Revolut. Quando si effettua un pagamento, basta selezionarlo nell’app e cliccare sul pulsante Dividi conto, dunque scegliere le persone con cui dividere la spesa. L’applicazione calcola automaticamente le quote e invia le richieste ai contatti.

Pagamento bollo auto app Mooney

Pagare in viaggio e con smartphone

La prepagata italiana opera su circuito Visa, la concorrente su circuito Mastercard.

Nessuna particolare differenza, essendo entrambi internazionali e accettati praticamente ovunque nel mondo. Sia Mooney e Revolut possono essere utilizzate per pagare all’estero, in Europa e nel resto del mondo. Detto ciò, nella sezione costi vedremo perché Revolut è più indicata da usare in viaggio.

Per quanto riguarda il pagamento con smartphone in negozio, la carta Mooney è abilitata unicamente a Google Pay (per utenti Android), mentre Revolut è compatibile anche con Apple Pay.

Cosa manca a Mooney e Revolut?

Mettiamo a confronto le carenze dei due servizi:

Mooney non ha…

  • Piano senza canone

  • Scambi P2P

  • Divisione conto tra utenti

  • Bonifico extra-SEPA

  • F24

Revolut non ha…

  • Bollettini postali

  • Versamento contanti

  • F24

L’elenco delle funzioni mancanti della prepagata italiana è indubbiamente più lungo, tuttavia le poche carenze di Revolut possono pesare di più sulla scelta. Il pagamento di bollettini postali e la ricarica in contanti sono, per alcune persone, operazioni fondamentali in una carta prepagata.

Costi e commissioni

La prepagata Mooney offre un solo piano tariffario, con canone mensile. La concorrente Revolut permette invece di scegliere tra diversi piani, di cui uno senza canone.

In tabella, mettiamo a confronto costi fissi e commissioni sulle operazioni:

  Mooney Revolut
Link
Attivazione Gratis
Canone

10 €/anno

Primo anno gratis se attivata online

Standard:
Gratis
Premium:
7,99 €/mese
Spedizione carta fisica (opzionale) Gratis Standard:
5,99 €
Premium:
Gratis
Bonifico SEPA 1,00 € Gratis
Bonifico extra-SEPA Non disponibile 3,00 € + cambio valuta
P2P Non disponibile Gratis
Prelievo in Euro 2,00 € Rispettivamente con Standard e Premium: gratis fino a 200 e 400 € al mese, poi 2%
Addebito diretto SDD Gratis
Bollettini postali 1,00 € Non disponibili
Bollettini PagoPA 1,00 € Gratis
Ricarica cellulare Gratis
  Mooney Revolut
  Mooney Revolut
Link
Attivazione Gratis
Canone

10 €/anno

Primo anno gratis se attivata online

Standard:
Gratis
Premium:
7,99 €/mese
Spedizione carta fisica (opzionale) Gratis Standard:
5,99 €
Premium:
Gratis
Bonifico SEPA 1,00 € Gratis
Bonifico extra-SEPA Non disponibile 3,00 € + cambio valuta
P2P Non disponibile Gratis
Prelievo in Euro 2,00 € Rispettivamente con Standard e Premium: gratis fino a 200 e 400 € al mese, poi 2%
Addebito diretto SDD Gratis
Bollettini postali 1,00 € Non disponibili
Bollettini PagoPA 1,00 € Gratis
Ricarica cellulare Gratis
  Mooney Revolut

Attivazione e canone

Mooney è disponibile con un canone fisso di 10 euro all’anno; se la richiesta viene effettuata online il primo anno sarà gratuito, mentre in tabaccheria si dovrà ricaricare subito la carta con l’importo necessario a coprire il primo canone.

La concorrente offre quattro diversi piani tariffari (nel presente articolo ne riportiamo solo due, Standard e Premium, a nostro avviso più meritevoli).

Revolut Standard è la prepagata gratuita: non prevede costi di attivazione né canone mensile. Se consideriamo l’assenza di un limite annuo di ricarica e le numerose funzioni disponibili, riteniamo che sia al momento una delle migliori prepagate internazionali.

Carta fisica

La carta fisica non è inclusa, bensì opzionale e la sua spedizione costa 5,99 euro. In alternativa, l’utente può accontentarsi della carta virtuale che permette di pagare anche in negozio tramite Apple Pay e Google Pay.

Revolut Premium include anche la carta fisica ma i costi mensili sono decisamente superiori: ben 7,99 euro al mese. Questa opzione è in realtà conveniente per chi viaggia in modo frequente, dato che include un’assicurazione viaggio completa e, come vedremo, conversione di valuta senza commissioni.

Bonifico europeo ed estero

Mooney non è particolarmente indicata per inviare bonifici, giacché ogni trasferimento costa 1 euro. Non è possibile inviare bonifici fuori Europa.

Con Revolut, invece, i bonifici europei inviati dal conto in Euro sono sempre gratuiti.

Si risparmia anche sui trasferimenti internazionali: il bonifico estero – cioè fuori dall’area SEPA – prevede una commissione di 3 euro, oltre ad eventuali tariffe sulla conversione (approfondiamo il cambio valuta nella prossima sezione). Per rendere meglio il quadro, basta sapere che le grandi banche addebitano, oltre alle commissioni sul cambio, tariffe di circa 20 euro.

Prelievo di contante

Anche in tema di ritiro di contanti presso gli sportelli automatici (ATM) Revolut mostra vantaggi tariffari rispetto alla concorrente.

Con il piano Standard si prelevano ogni mese fino 200 euro senza commissioni; superata la soglia di 200 euro mensili si applica invece la tartiffa del 2% sull’importo prelevato. Il piano Premium invece permette di prelevare gratuitamente fino a 400 euro al mese.

Al contrario, carta Mooney non prevede soglie per prelievi gratuiti e ogni operazione costerà 2 euro. Eccessivo.

Bollettini postali e PagoPA

Mooney permette di pagare sia bolletini postali che bollettini PagoPA con tariffa di 1 euro a operazione. Si tratta di una commissione assolutamente vantaggiosa rispetto ad altri servizi italiani, poiché sia le prepagate che le banche applicano in genere tariffe più elevate.

Nonostante ciò, Revolut riesce a vincere anche in questo caso: permette di pagare bollettini PagoPA senza commissioni. Un evento più unico che raro. Purtroppo, però, si limiti al circuito PagoPA mentre non consente il pagamento di bollettini postali.

Soluzioni più economiche? Dai un’occhiata al Confronto tra le migliori carte prepagate

Uso all’estero

Entrambe le carte operano su circuiti internazionali e sono dunque accettate all’estero, in tutto il mondo.

Quando si usa la carta in una moneta diversa dall’Euro vengono addebitate spese aggiuntive, dovute alla conversione di moneta.

Vediamo la differenza tariffaria sull’uso all’estero – o meglio, in divisa estera – di Mooney e Revolut:

Operazione Mooney Revolut
Pagamento in altra valuta (conversione) 1,10 % Standard:
Gratis fino a 1.000 € al mese, poi 1%
Premium:
Gratis
Prelievo contanti in altra valuta 5,00 € + 1,10 % Stesse condizioni del prelievo in Euro + tariffa di conversione al superamento della soglia mensile gratuita (vedi sopra)
Tasso di cambio Visa Mastercard
Operazione Mooney Revolut
Pagamento in altra valuta (conversione) 1,10 % Standard:
Gratis fino a 1.000 € al mese, poi 1%
Premium:
Gratis
Prelievo contanti in altra valuta 5,00 € + 1,10 % Stesse condizioni del prelievo in Euro + tariffa di conversione al superamento della soglia mensile gratuita (vedi sopra)
Tasso di cambio Visa Mastercard

Nonostante le condizioni più “complesse” di Revolut rispetto alla concorrente, è proprio Revolut ad essere vantaggiosa nell’uso all’estero. In realtà è nota in particolare per essere una carta economica da usare in viaggio, più delle prepagate, delle carte di credito e dei bancomat bancari.

Pagamenti in valuta estera

Quando ci troviamo in un paese con moneta diversa dall’Euro – ad esempio negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Cina, Australia e così via – paghiamo, oltre al prezzo dei beni acquistati, anche una maggiorazione sulla conversione di valuta.

Nel caso di Mooney ammonta a 1,10% mentre con Revolut Standard è gratuita sui primi 1.000 euro (azzerati ogni mese) spesi all’estero, poi si applica l’1% di conversione. Con Revolut Premium il cambio è sempre gratuito, non si applicano maggiorazioni. Il medesimo discorso vale anche se facciamo acquisti online su siti esteri che non adottano l’Euro.

Prelievo di contante

La maggiorazione sarà applicata anche ai prelievi di contante in valuta estera.

Oltre alla maggiorazione sul cambio, si paga una commissione fissa: nel caso di Mooney 5 euro a prelievo, nel caso di Revolut valgono le stesse condizioni dei prelievi in Euro (soglia gratuita mensile di 200 o 400 euro per Standard e Premium, poi il 2% dell’importo prelevato).

Come ricaricare? Guida ai metodi di ricarica

Fatta eccezione per il bonifico, disponibile con entrambe le soluzioni, Mooney e Revolut puntano una sulla ricarica “tradizionale” in contanti, una sulla ricarica istantanea con carta:

Metodo Mooney Revolut
Bonifico Gratis Gratis
Contanti 2,00 € Non disponibile
Da app, con carta Non disponibile Gratis
Metodo Mooney Revolut
Bonifico Gratis Gratis
Contanti 2,00 € Non disponibile
Da app, con carta Non disponibile Gratis

Per aggiungere fondi a Mooney o Revolut è possibile effettuare un bonifico verso l’IBAN associato al conto, consultabile nelle rispettive applicazioni. Non sono previste commissioni da parte dei due servizi, dunque viene addebitata l’intera somma inviata. Questo metodo di ricarica non è istantaneo, bensì richiede 1-2 giorni lavorativi.

Mooney si ricarica in contanti presso tabaccherie e supermercati convenzionati
Revolut si ricarica con carta direttamente dalla sua app

Mooney permette di ricaricare la carta in modo istantaneo tramite i punti vendita convenzionati, generalmente tabaccherie e supermercati. La ricarica in contante costa 2 euro a operazione. Si raccomanda di portare con sé un documento d’identità e il codice fiscale, oltre all’app Mooney.

Anche Revolut offre la ricarica istantanea, ma con un’altra carta di pagamento (di credito, di debito o prepagata dei circuiti Visa o Mastercard – basta che sia abilitata ai pagamenti online). La ricarica è immediata e gratuita, senza commissioni. Si effettua direttamente da app Revolut, cliccando su Aggiungi fondi e inserendo i dati della carta da cui vogliamo attingere.

Limiti d’uso: saldo, prelievi e pagamenti

Come qualsiasi altro servizio finanziario, anche Mooney e Revolut prevedono limiti operativi soprattutto sull’uso delle carte, cioè su prelievi e pagamenti.

La prepagata italiana fissa anche un limite di ricarica annuo:

Limiti Mooney Revolut
Saldo massimo su carta 20.000 € Illimitato
Pagamento su POS e online 3.500 €/giorno
50.000 €/anno
In base alla disponibilità sul conto, con possibilità di impostare limite personalizzato
Prelievo ATM Singola:
300 €
Al giorno:
600 €
Al mese:
2.500 €
All’anno:
30.000 €
3.000 €/giorno
Limiti Mooney Revolut
Saldo massimo su carta 20.000 € Illimitato
Pagamento su POS e online 3.500 €/giorno
50.000 €/anno
In base alla disponibilità sul conto, con possibilità di impostare limite personalizzato
Prelievo ATM Singola:
300 €
Al giorno:
600 €
Al mese:
2.500 €
All’anno:
30.000 €
3.000 €/giorno

Sul conto Mooney è possibile ricaricare fino a 20.000 euro in un anno; raggiunto il limite non saranno più accettate ricariche. Diversa è la situazione della concorrente che, al contrario, non prevede limiti.

Avendo licenza bancaria in Lituania, valida in tutta Europa, Revolut lascia maggiore spazio operativo. Detto ciò, come tutti gli istituti finanziari europei è tenuto a rispettare le norme antiriciclaggio, dunque potrebbe richiedere all’utente documentazione aggiuntiva al fine di chirarire la provenienza del denaro.

Limiti più estesi anche per quanto riguarda prelievi e pagamenti in negozio o online. Riteniamo in ogni caso che, in qualità semplice prepagata, Mooney offra un livello di operatività ragionevole.

Quale scegliere? La nostra opinione

Come visto nel corso di questo confronto, parliamo di due prodotti molto diversi, dunque la scelta dovrebbe risultare abbastanza facile.

Chi cerca una prepagata gratuita, cioè senza canone, dovrà optare per Revolut. Il suo piano Standard non prevede costi fissi – al contrario della carta Mooney che presenta un unico piano tariffario a pagamento (10 € all’anno).

Per contro, con Revolut Standard si dovranno pagare le spese di spedizione della carta fisica (5,99 € una tantum), a meno che non si voglia utilizzare solo la versione virtuale tramite Apple Pay e Google Pay (ma in questo caso si dovrà rinunciare ai prelievi di contante). La carta fisica è invece inclusa con Mooney.

La stessa Revolut applica commissioni migliori sulle operazioni: il bonifico europeo è gratuito, mentre con Mooney costa 1 €; il prelievo di contanti è gratuito fino 200 o 400 euro al mese a seconda del piano scelto, mentre la concorrente addebita 2 € già dalla prima operazione.

Perfino sui bollettini PagoPA le condizioni di Revolut sono migliori, in quanto gratuiti.

I vantaggi di Mooney consistono nella ricarica in contanti, fondamentale per alcune persone, e nel pagamento di bollettini postali con una commissione ragionevole.

In conclusione: Revolut è più economica e offre un ampio spettro di funzioni e servizi, mentre la prepagata Mooney è più adatta per operazioni prettamente italiane, come il bollettino postale e la ricarica del credito telefonico in app.

Preferisci un conto bancario? Consulta il Confronto tra conti online