Il lettore iZettle Pro Contactless non è più in vendita, sostituito dal moderno iZettle Reader.

Dopo essere entrata nel mercato europeo dei POS portatili con il suo lettore di carte gratuito Lite, la società che si occupa di transazioni mobili iZettle torna con una nuova proposta. Al contrario del precedente POS – dal design e dalle caratteristiche essenziali – il nuovo modello Pro Contactless rappresenta un passo verso il futuro.

Sul nostro sito è disponibile la recensione completa di iZettle, comprensiva di tariffe e funzionalità.

La caratteristica principale di iZettle Pro Contactless è, come suggerisce il nome, la possibilità di accettare pagamenti contactless. Si tratta di una funzionalità molto apprezzata, anche se arriva con un leggero ritardo rispetto al concorrente Payleven, il quale ha introdotto in Italia il suo lettore NFC nel 2015.

I pagamenti contactless guadagnano terreno rapidamente e sembrano essere accolti in modo positivo sia dai consumatori che dai commercianti. Le carte abilitate a questa tecnologia offrono una modalità di pagamento semplice e veloce: per corrispondere piccole somme basta avvicinare la carta al lettore invece di inserirla e di digitare il PIN. Viste le prospettive di crescita in Italia, è nell’interesse dei piccoli imprenditori prendere in considerazione il nuovo sistema di pagamento.

  • Chip, contactless, banda magnetica
  • Autorizzazione PIN
  • Carica via USB
  • Wireless
  • Elaborazione veloce

È da sottolineare che le carte contactless montano anche il più diffuso e comune chip, dunque possono essere utilizzate come normali carte di pagamento. Inoltre, l’inserimento del PIN è previsto nel caso di importi superiori ai 25 euro – motivo per cui parliamo di un sistema che si abbina e dunque non sostituisce completamente quello tradizionale.

Considerati i diversi aspetti delle nuove transazioni mobili, ne risulta che la vera innovazione in ambito di tecnologia contactless è rappresentata non tanto dalle carte di pagamento Visa (payWave) e MasterCard (PayPass) quanto dall’emergere dei sistemi di pagamento mobili come Apple Pay. A tal proposito potremmo dire che la tempistica di iZettle è perfetta.

iZettle supporta Apple Pay

Apple Pay è un sistema di pagamento sviluppato sulla tecnologia NFC, grazie alla quale è possibile usare il proprio iPhone o Apple Watch come metodo di pagamento all’interno di esercizi commerciali. In Italia non vi è ancora una data di lancio definitiva, tuttavia il suo arrivo viene fissato tra il 2016 e il 2017.

A contrastare la Apple nel settore dei pagamenti mobili attraverso smartphone vi sono, separatamente, Google e Samsung. Il dispositivo Pro Contactless di iZettle supporta attualmente il sistema Apple Pay ma non quello dei due concorrenti. Tuttavia, considerati i recenti sviluppi in ambito di tecnologia NFC, non sembra esservi un motivo valido per precludere questi sistemi al proprio terminale.

In passato i pagamenti contactless potevano essere accettati esclusivamente nel caso in cui il lettore Pro Contactless fosse associato ad un dispositivo iOS, ma con il rilascio di una più recente versione dell’applicazione iZettle 3.0 (avvenuta negli ultimi mesi del 2015) la società ha infine integrato il supporto per i dispositivi Android.

Oltre i pagamenti contactless e le carte con chip, il nuovo terminale supporta il vecchio metodo della banda magnetica da strisciare all’interno del POS. Infine, come ultima alternativa, il dispositivo iZettle dà la possibilità di inserire manualmente i dettagli della carta – bisogna però sottolineare che le condizioni e i termini di utilizzo della società proibiscono l’impiego del lettore di carte per transazioni remote in ambito di vendite a distanza.

Per quanto riguarda la gamma di carte accettate, il Pro Contactless si rivela più virtuoso della versione Lite di iZettle. Ai circuiti Visa, Visa Electron, VPay, MasterCard, Maestro e American Express si aggiungono infatti JBC e Miners Club.

La batteria dura 100 transazioni

Come altri POS portatili, iZettle Pro Contactless richiede un telefono o tablet compatibile al fine di connettersi ed elaborare i pagamenti. Ad associare i due dispositivi è la funzione bluetooth, con una capacità di collegamento senza fili fino a dieci metri. Ad opporsi a tale vantaggio vi è un consumo più rapido della batteria: con una carica completa il modello Pro Contactless ha una durata di circa 100 transazioni, mentre la versione Lite – collegata al telefono o tablet via cavo – può elaborare quasi il doppio dei pagamenti. Caricare il lettore Pro è semplice grazie ad un normale cavo USB; la carica completa dura circa un’ora e mezza.

Il display OLED del Pro Contactless è un ulteriore passo in avanti rispetto alla vecchia versione del lettore Pro di iZettle, con un’area di visualizzazione di 3.5cm x 2cm e 128 x 64 pixel. Il suo schermo mostra un testo chiaro e un ampio angolo di lettura, facile da leggere con bassa illuminazione. Il nuovo terminale pesa 118 grammi, inoltre l’aspetto generale dà la sensazione di un dispositivo più all’avanguardia rispetto al precedessore.

iZettle è una delle prime società ad offrire soluzioni per i pagamenti in mobilità in Italia, e in particolare ad integrare il suo sistema con la tecnologia NFC e contactless. I piccoli esercenti, le piccole aziende e i professionisti hanno in questo modo la possibilità di adottare i suddetti sistemi con un minimo investimento e senza dover manovrare infrastrutture complicate: il nuovo lettore di carte iZettle Pro Contactless è disponibile a €79 + IVA, un costo sostenibile giustificato dall’adeguamento alle nuove tecnologie del settore dei pagamenti mobili.

Leggi anche: Recensione iZettle – Il migliore sistema POS in Italia?